Ultimate magazine theme for WordPress.

Vendita allo scoperto: cos’è e come si guadagna

0

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

La vendita allo scoperto (in inglese short selling) è un’operazione finanziaria fondamentale per tutti coloro che fanno trading o investono. Molti principianti, purtroppo, ignorano completamente anche solo la possibilità di vendere allo scoperto e quindi perdono l’opportunità di guadagnare quando i mercati scendono.

E’ proprio questa la grande potenzialità della vendita allo scoperto: generare profitti anche quando i mercati sono negativi.

In questo articolo spiegheremo che cos’è la vendita allo scoperto e come si utilizza al meglio. Visto che non tutte le piattaforme di trading consentono di vendere allo scoperto, passeremo in rassegna le migliori piattaforme che offrono questa opportunità.

Tra di esse è doveroso segnalare da subito eToro: è la piattaforma forse più semplice da utilizzare e consente, addirittura, di copiare automaticamente tutte le operazioni di trading dei trader migliori del mondo (in tempo reale) grazie ad un software brevettato.

In pratica, grazie a eToro è possibile ottenere gli stessi risultati dei migliori trader del mondo anche se si parte veramente da zero. E si può persino approfittare per imparare a fare trading osservando in diretta quello che fanno i migliori trader del mondo.

Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

Che cos’è la vendita allo scoperto

Per chi è interessato soprattutto a guadagnare con il trading online e non vuole perdere tempo con la teoria possiamo definire subito la vendita allo scoperto come un’operazione speculativa che genera un profitto quando il prezzo di un titolo finanziario scende.

Basta operare con una piattaforma di trading che offre questo tipo di operazione e cliccare sul tasto Sell relativo al titolo che si vuole vendere allo scoperto per ottenere un profitto nel caso di diminuzione del prezzo. Tra l’altro, le migliori piattaforme di trading offrono di solito un eccellente servizio di assistenza telefonica e quindi non c’è il rischio di commettere errori.

Chi poi sceglie di copiare i migliori su eToro non deve nemmeno preoccuparsi di capire che cos’è la vendita allo scoperto: deve solo scegliere quali trader conviene davvero copiare, saranno loro a fare tutto il lavoro per lui.

La teoria

Fatta questa doverosa premessa, spieghiamo in parole semplici che cos’è la vendita allo scoperto. Se sei avido di guadagnare in Borsa, puoi saltare direttamente questo paragrafo e passare alle recensioni delle migliori piattaforme di trading che supportano questa operazione (attenzione che non sono tutte).

Vendere allo scoperto un titolo finanziario significa vendere un titolo che non si possiede con la promessa di consegnarlo all’acquirente dopo un certo periodo di tempo.

Supponiamo che un titolo sia quotato 1000 dollari sul mercato e supponiamo di venderlo allo scoperto. L’acquirente si aspetta, alla chiusura dell’operazione, che gli consegniamo il titolo, in cambio ci pagherà 1000 dollari.

Il titolo scende, perde il 10% e quindi vale 900 dollari. Decidiamo quindi di chiudere l’operazione: compriamo il titolo (adesso costa solo 900 dollari) e lo consegniamo all’acquirente che ci paga 1000 dollari. Abbiamo ottenuto un profitto di 100 dollari.

Vendita allo scoperto con i CFD

Le migliori piattaforme di trading mettono a disposizione dei trader uno strumento finanziario semplificato, i CFD, sigla di Contratti per Differenza.

Un CFD è un contratto finanziario il cui prezzo è legato a quello di un titolo, detto sottostante.

Ad esempio, il CFD sulle azioni di Amazon ha sempre lo stesso prezzo delle azioni di Amazon.

Con il CFD è possibile eseguire due operazioni: comprare, per guadagnare quando il prezzo sale, e vendere, per guadagnare quando il prezzo scende.

Tra l’altro, ai CFD può anche essere applicata la leva finanziaria, per moltiplicare ulteriormente i profitti. E’ proprio grazie alla leva finanziaria che le migliori piattaforme di trading consentono di cominciare con un investimento veramente piccolo.

Chi fa la scelta (saggia) di utilizzare i CFD non deve preoccuparsi dei dettagli: gli basta fare una previsione per decidere se è meglio comprare o vendere allo scoperto.

Migliori piattaforme di trading online

Le migliori piattaforme di trading online offrono la possibilità di vendere allo scoperto proprio tramite i CFD. Visto che non tutte le piattaforme offrono questa possibilità, abbiamo deciso di pubblicare il nostro elenco delle piattaforme consigliate.

Abbiamo selezionato in modo accurato tutte quelle piattaforme che siano anche semplici da usare per i principianti e completamente gratuite, senza commissioni.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    eToro

    eToro è una piattaforma di trading apprezzatissima dai principianti. E’ autorizzata e regolamentata, semplice da usare e soprattutto offre la possibilità di copiare automaticamente i migliori trader.

    Come è possibile? Grazie al software brevettato Copytrading è possibile individuare i trader che nel passato hanno ottenuto i profitti più alti con il rischio più basso. Questi dati sono ovviamente certificati da eToro.

    Una volta trovati, i migliori trader possono essere selezionati e il software di eToro si occuperà di replicare, in tempo reale, tutte le loro operazioni.

    In pratica, il principiante che si iscrive su eToro può ottenere dal primo giorno gli stessi risultati dei migliori trader del mondo e non si deve preoccupare di nulla, solo di selezionare i trader da copiare.

    Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

    Puoi approfondire leggendo la nostra recensione di eToro.

    ForexTB

    ForexTB è un’opzione eccellente per coloro che iniziano a fare trading online: è completamente gratuita e non applica commissioni di nessun tipo.

    I principianti trovano un’interfaccia estremamente intuitiva e semplice da utilizzare e vengono assistiti (gratis) al telefono da un vero esperto di trading che fornisce preziose indicazioni.

    Tutti gli iscritti possono scaricare gratis un’ottima guida, completamente gratuita, che spiega come fare trading partendo da zero. La guida ha avuto un successo senza precedenti in Italia, con centinaia di migliaia di download. La ragione di questo successo? E’ gratis, mentre altre guide sono costose. E’ molto pratica, quindi non fa perdere tempo con la teoria, spiega come si guadagna. Ed è adatta anche ai principianti perché non usa termini tecnici e spiega le cose con parole semplici.

    Puoi scaricare gratis il corso di ForexTB cliccando qui.

    Se tutto questo non basta, ForexTB offre anche la possibilità di operare gratuitamente con un conto demo, illimitato e senza vincoli. Il vantaggio di usare il conto demo è quello di fare esperienza, usando denaro virtuale.

    Puoi iscriverti gratis su ForexTB cliccando qui.

    Puoi approfondire leggendo la nostra recensione di ForexTB.

    Iq Option

    Iq Option è una piattaforma molto apprezzata da coloro che iniziano a giocare in Borsa perché offre la possibilità di iniziare con un capitale di appena 10 euro (le altre piattaforme richiedono di solito 250 euro) e perché è molto semplice da usare.

    Tutti gli iscritti possono accedere all’area didattica del sito ufficiale di Iq Option che contiene centinaia di video corsi gratuiti. Questi corsi sono la soluzione perfetta per chi vuole imparare il trading online in modo semplice e gratuito.

    Iq Option offre anche un conto demo illimitato e senza vincoli, sempre disponibile gratis per tutti gli iscritti.

    Puoi iscriverti gratis su Iq Option cliccando qui.

    L’importanza della formazione per il trading online

    La vendita allo scoperto o short selling, purtroppo, non è conosciuta da molti di coloro che cominciano a fare trading online.

    Questi principianti perdono spesso denaro o comunque non riescono ad approfittare di tutte le possibile occasioni di guadagno per la loro ignoranza.

    Per questo motivo, consigliamo di cominciare a leggere almeno un libro di trading. Non è nemmeno necessario spendere soldi, visto che il migliori libro di trading è quello regalato da ForexTB e può essere scaricato gratis cliccando qui.

    Vendita allo scoperto vietata

    In alcune particolari condizioni di mercato, le autorità di vigilanza possono vietare la vendita allo scoperto di azioni.

    In pratica, quando la Borsa scende molto per una causa grave (esempio, la crisi generata dal Coronavirus), la CONSOB può bloccare la possibilità di fare vendita allo scoperto sulle azioni.

    Questi provvedimenti hanno l’obiettivo di arginare i crolli della Borsa ma secondo molti esperti sono inefficaci. La Borsa scende non perché ci sono coloro che vendono allo scoperto ma perché gli investitori sono nel panico e vendono le loro azioni (non allo scoperto).

    In ogni caso, è fondamentale ribadire che chi opera con i CFD non viene assolutamente toccato da questi divieti che colpiscono invece chi compra azioni direttamente con piattaforme come Fineco.

    3 tecniche di vendita allo scoperto

    Come abbiamo visto, la vendita allo scoperto richiede l’abilità di sfruttare la meccanica di quando un mercato passa da prezzi più alti a prezzi più bassi. La ripida curva di apprendimento intimidisce i trader e gli investitori, portandoli ad evitarlo del tutto, anche nei mercati dell’orso.

    Ma questa classica strategia può essere redditizia se si conosce come sfruttare le tendenze al rialzo e al ribasso, a patto che vengano seguite rigide regole di gestione del rischio e che i tempi siano gestiti con attenzione.

    Naturalmente, è più facile trarre profitto dalle vendite allo scoperto nei trend al ribasso perché, come dice saggiamente Martin Zweig nel suo classico Winning on Wall Street del 1986, “il trend è tuo amico“.

    Nonostante il vantaggio, i venditori allo scoperto vengono presi di mira senza sosta nei mercati ribassisti, spesso intrappolati in violente compressioni che fanno saltare i più attenti stop-loss. Questo controllo della realtà ci dice che la redditività a lungo termine richiede molto di più che gettare denaro su un titolo in caduta.

    La padronanza delle vendite allo scoperto richiede strategie di ingresso semplici, tempistiche perfette e una gestione difensiva del trading. I venditori devono anche adottare regole che migliorino queste strategie, riducendo al contempo il rischio di rimanere intrappolati in una breve stretta.

    Queste non sono a prova di errore perché è naturale per i venditori incorrere in perdite “da shock” di tanto in tanto, ma il trucco è quello di ridurre al minimo queste parti spiacevoli, trovando nel contempo modi aggressivi per portare i prezzi a livelli più bassi.

    Ecco 3 tecniche di vendita allo scoperto da usare

    Potete vendere allo scoperto in qualsiasi momento in un mercato liquido che non ha particolari restrizioni. Teoricamente, il broker deve avere il titolo in hold quando un altro cliente assume la posizione short, ma in realtà, le vendite allo scoperto nude senza il corrispondente inventario sono ormai una pratica diffusa a causa delle pratiche commerciali competitive.

    Le vendite allo scoperto redditizie tendono a seguire una delle tre tecniche:

    • Vendere un pullback in una tendenza al ribasso.
    • Entrare all’interno di un intervallo di trading e attendere un’interruzione.
    • Vendere in un declino attivo.

    Naturalmente, molti trader scelgono di vendere allo scoperto a nuovi massimi, pensando che un titolo sia salito troppo in alto, ma questa è una ricetta per il disastro perché le tendenze al rialzo possono persistere più a lungo di quanto previsto dall’analisi tecnica o fondamentale.

    Infatti, l’ampia offerta di venditori allo scoperto con posizioni deboli durante forti rialzi fornisce carburante per razzi a prezzi ancora più alti. Bastano pochi picchi di rialzo e questi trader iniziano a chiudere le loro posizioni, innescando un effetto a cascata che può aggiungere molti punti in rialzo in un lasso di tempo relativamente breve.

    Vendita allo scoperto: l’esempio di Ford

    Ford Motor ha mostrato tre redditizie strategie di vendita allo scoperto in un unico trend negativo. La casa automobilistica ha sfruttato l’ultima tappa di un modello ribassista a doppio top  che si è “rotto” come si dice in gergo, innescando segnali ribassisti che i trader possono utilizzare per vendere allo scoperto.

    Il declino si è concluso rapidamente, lasciando il posto a un rimbalzo che non ha funzionato a supporto, permettendo ai players che si tirano indietro di salire a bordo. Il prezzo è tornato al minimo settimanale in un consolidamento di 8 giorni, incoraggiando i range shorts ad assumere posizioni.

    Nonostante questo esempio perfetto, le entrate in vendita allo scoperto comportano un rischio significativo che richiede un tempismo perfetto.

    L’attacco di Soros alla Lira e alla Sterlina

    In Gran Bretagna, il Mercoledì Nero, avvenuto il 16 settembre 1992, è ora noto come il giorno in cui gli speculatori “hanno rotto la sterlina”, che è un eufemismo creato per descrivere il momento in cui si sono riuniti per costringere il governo britannico a ritirare la sterlina dal Meccanismo di cambio europeo. L’adesione all’ERM faceva parte dello sforzo della Gran Bretagna per aiutare l’unificazione delle economie europee. Il mercoledì nero è probabilmente una conseguenza di questo sforzo.

    Uno dei protagonisti di quel momento storico fu George Soros che con una vendita allo scoperto riuscì a totalizzare profitti record passati alla storia. Soros ha guadagnato 1,5 miliardi di dollari in un solo mese scommettendo che la sterlina britannica e diverse altre valute europee avevano un prezzo troppo alto rispetto al marco tedesco.

    L’intero gruppo ha incassato alla grande. I fondi di Jones hanno guadagnato 250 milioni di dollari, mentre la Caxton Corp. di Kovner ha incassato per 300 milioni di dollari, ma nessuno ha guadagnato più di Soros, che ha liquidato 1,5 miliardi di dollari in quel fatidico mese di settembre. Il punteggio ha fatto la leggenda di Soros e ha gonfiato le casse della sua azienda; il patrimonio in gestione è salito a 7 miliardi di dollari, da 3,3 miliardi di dollari, a metà ottobre 1992, e a 11 miliardi di dollari alla fine del 1993.

    Vendita allo scoperto

    Vendita allo scoperto: Conclusioni

    La vendita allo scoperto è un’operazione speculativa che consente di ottenere un profitto finanziario quando il valore di un titolo scende.

    Chi decide di fare trading online deve conoscere la possibilità di vendere allo scoperto perché altrimenti perde la possibilità di guadagnare quando i mercati sono negativi e rischia di perdere soldi nel lungo periodo. Si tratta veramente di una delle basi del trading.

    Non tutte le piattaforme di trading, purtroppo, consentono di vendere un titolo allo scoperto: qui sotto l’elenco completo delle migliori che lo consentono.

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200€
    Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Che cos’è la vendita allo scoperto?

    La vendita allo scoperto è un’operazione speculativa che consente di guadagnare quando il valore di un titolo finanziario scende.

    Qual è un esempio di vendita allo scoperto?

    Un titolo quota 1000. Lo vendo allo scoperto e il titolo scende a 900. Chiudo l’operazione e incasso un profitto di 100.

    Dove si può fare vendita allo scoperto?

    Non tutte le piattaforme di trading supportano la vendita allo scoperto. In questo articolo abbiamo recensito alcune delle migliori piattaforme di trading che consentono la vendita allo scoperto.

    La vendita allo scoperto è vietata?

    In alcune situazioni di grave crisi, le autorità di vigilanza (CONSOB per l’Italia) possono vietare la vendita allo scoperto di azioni. Questi provvedimenti però non hanno alcun effetto su chi opera con i CFD.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.