Ultimate magazine theme for WordPress.

Stop Loss

0

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

Qual è il più grande problema per un trader? Limitare le perdite, portarle il più vicino possibile allo zero. Se le persone normalmente credono che i traders si preoccupino maggiormente di come guadagnare, si sbagliano.

Aspetto fondamentale per ogni professionista è prima ragionare su tecniche e strategie che limitino le fuoriuscite di capitale che non generano utili. Chi si concentra sui profitti fin da subito, forse non sta mettendo in conto il rischio di perdita presente nell’attività di trading.

Ebbene bisogna sapere che i professionisti del settore trading piuttosto che essere spaventati dalla perdita di parte del loro capitale, preferiscono affrontare la situazione e trovare le soluzioni più adeguate. Parte della soluzione al problema delle perdite nel trading sono i cosiddetti Stop Loss.

Vuoi saperne di più sullo Stop Loss e di come ti aiuta a non subire perdite di denaro quando fai trading? Allora, scarica subito questa guida di 24option, qui trovi non solo le indicazioni per usare lo Stop Loss a dovere, ma anche consigli pratici e generali su come gestire il tuo capitale di investimento.

La guida di 24option è GRATIS, non perderla, clicca qui.

stop loss cos'è

Stop Loss, cos’è e come funziona

Come si fa trading in maniera professionale? Non sono moltissime le regole e le buone pratiche da seguire per fare trading professionalmente, tuttavia devi sapere che fare trading in modo professionistico è l’unica strada che può portare un trader al profitto.

Non c’è altro modo di guadagnare seriamente con il trading online se non vivendo questa attività seguendo tutti i suoi canoni. Tra questi principi base e regole di comportamento rientrano tutte le tecniche di gestione del capitale e limitazione della perdita di cui lo Stop Loss è parte integrante.

Ma come funziona esattamente? Partiamo con il tradurre questa espressione per comprenderne più chiaramente il significato: “Stop Loss” in italiano significa “stop alle perdite“. Si tratta di un limite che si può impostare su tutte le migliori piattaforme di trading.

Per l’esattezza si può parlare di Stop Loss come di un ordine che puoi impostare. Questo tipo di ordine non è dissimile da tutti gli altri tipi di ordini che puoi impartire a una buona piattaforma di investimento, ma è l’ordine più importante per chi intende vivere di trading.

Ecco una definizione che si può dare di Stop Loss:

L’impostazione di uno Stop Loss è il mezzo per stabilire la perdita massima che sei disposto a realizzare in un’operazione di trading online.

Perché usare Stop Loss? Tutti i vantaggi

Soprattutto i traders principianti affrontano ogni giorno il problema delle perdite e lo vivono come una spada di Damocle che incombe continuamente sulle loro teste. Come sempre basta informarsi e comprendere come usare gli strumenti a disposizione per cambiare le proprie prospettive.

Il primo vantaggio dello Stop Loss, infatti, è che risolve il problema delle perdite eccessive (non delle perdite in generale). Se vuoi fare trading a livello professionale devi sapere che le perdite fanno parte del mestiere e NON si possono evitare tutte le perdite.

Per questo i traders hanno cambiato atteggiamento e hanno pensato che se non si possono evitare le perdite è comunque possibile limitarle al massimo: ecco come è nato il concetto di Stop Loss.

Porre un limite alle perdite significa proteggere se stessi e il proprio capitale di investimento. Significa anche garantirsi una durabilità sul mercato e mantenere la sostenibilità del proprio business sul lungo termine. Ma c’è anche un ulteriore vantaggio di natura psicologica.

Il vantaggio emozionale

C’è un aspetto del trading che fin troppi tendono a svalutare ed è l’aspetto emotivo. Troppi traders, anche tra i maggiori professionisti trascurano il fatto che il trading è 30% tecnica e 70% emotività. Questa è una verità innegabile, un aspetto che i veri traders conoscono.

In particolare, c’è un’emozione che domina le menti dei traders ed è la paura. Paura di prendere decisioni sbagliate e paura di perdere il proprio capitale di investimento. Queste paure sono del tutto normali e comprensibili, ma rischiano di influenzare troppo negativamente la vita di chi fa negoziazioni online.

La paura genera perdite, anche questo è un fatto conclamato. Quindi qual è un altro aspetto vantaggioso dello Stop Loss? Questo ordine Stop pone un limite alle perdite, ma allo stesso tempo è in grado di porre un limite anche alle paure che si provano in fase di negoziazione.

Grazie agli Stop Loss, un trader può essere certo al 100% che non perderà più di una certa somma che ha stabilito che fosse disposto a perdere. Questo garantisce maggiori sensazioni di sicurezza e stabilità nelle operazioni, abbattendo la paura e portando l’operatore a ottenere maggiori risultati in fase di negoziazione.

Come si usano gli Stop Loss?

Ora che hai compreso il concetto di Stop Loss, iniziamo a fissare da un punto di vista pratico come si usano e come si fissano sulle principali piattaforme di trading online in circolazione.

Quando un trader pensa alla limitazione delle perdite c’è un numero che subito fa capolino tra le sue idee ed è lo zero. Tuttavia, per come funzionano i mercati e le negoziazioni su di essi bisogna sapere che è impossibile pensare di impostare lo Stop Loss a zero perdita, bisogna accettare sempre un margine di rischio.

Facciamo un esempio pratico

Diciamo che apri una posizione di acquisto sul petrolio a quota 40 dollari. Per far si che lo Stop Loss prevenga qualsiasi tipo di perdita e sia quindi impostato a zero devi dire alla piattaforma che l’ordine deve essere impostato proprio esattamente su quota 40 dollari.

In questo modo, si dice alla piattaforma che se il prezzo arriva a toccare quella quota lo Stop Loss scatta e non si verificano perdite per il trader. Tuttavia, una scelta di questo tipo è limitante, improduttiva ed errata.

Impostando lo stop Loss sulla stessa quota di entrata a mercato, certo, la perdita possibile è zero, ma anche i possibili profitti nella stragrande maggioranza dei casi potrebbero essere zero, perché si causerebbe continuamente una chiusura prematura dell’eseguito.

Se hai acquistato petrolio a 40 è possibile che il prezzo salga fin da subito, ma anche che ritracci a quota 40 dollari prima di proseguire di nuovo il suo cammino verso l’alto. A quel punto la tua posizione si chiuderebbe senza generare profitti né perdite.

Consigli su come impostare Stop Loss

Per darsi la reale possibilità di guadagnare, invece, bisogna dare quello che possiamo chiamare “spazio vitale” alle proprie operazioni. Ciò significa che lo Stop Loss va inserito più in basso rispetto alla quota di entrata a mercato. Spieghiamo come farlo.

Ogni trader deve essere disposto a perdere non più del 3 – 5% su una posizione di mercato. Ciò significa che se hai un capitale di 1000 euro devi rischiare al massimo dai 30 ai 50€ in un’operazione di trading.

Lo Stop Loss, dunque, deve essere impostato su massimo il 5% del tuo capitale totale, ciò comporta che la variazione massima di prezzo in perdita che puoi accettare deve essere del 5% in negativo rispetto alla tipologia di posizione che hai aperto.

Capiamo che il concetto è complicato ma facciamo un esempio perché tu possa comprendere come impostare un perfetto Stop Loss:

  • Apri una posizione di acquisto a quota 40 dollari sul petrolio, significa che ti aspetti che il prezzo salga.
  • Lo Stop Loss in questo caso va impostato su una variazione negativa massima del prezzo del 5%, ovvero 2 dollari al ribasso il che significa a quota 38 dollari.

In caso le cose andassero male e dunque il prezzo del petrolio non sale facendoti guadagnare, ma scende facendoti perdere, uno stop loss a 38 dollari ti garantirebbe un’uscita dal mercato automatica su quella quota di mercato e con una perdita massima di 50€ se il tuo capitale era di 1000€.

Come vedi, alla fine si tratta di un concetto semplice, basta applicarlo a dovere per proteggere il proprio capitale e garantirsi una navigazione sicura nei mercati finanziari.

Migliori broker per gli ordini Stop

Ma dove è possibile fare trading usando ottimi ordini Stop che puntualmente scattano precisi laddove li hai impostati? Online esistono davvero molti intermediari, ma sono pochi quelli che hanno piattaforme di qualità alle quali affidarsi seriamente.

Soprattutto molti broker non si preoccupano di proteggere gli interessi dei loro utenti. Anche se autorizzati e legalmente apposto, ci sono intermediari che non comprendono l’esigenza di proteggere i loro clienti e i loro capitali di negoziazione.

Per esempio non tutti i broker permettono ai traders di evitare il cosiddetto “saldo negativo”. Ovvero, al raggiungimento del termine dei fondi disponibili su un conto questi broker non permettono la chiusura automatica di tutte le posizioni aperte a mercato, ma permettono ai conti dei traders di finire in negativo.

Quali sono i migliori broker di trading online che proteggono i traders dal saldo negativo e permettono di impostare Stop Loss facilmente e a piacimento? Ne conosciamo 2 che possono fare al caso tuo:

Protezione e Stop Loss con 24option

Sulla piattaforma del broker 24option è davvero semplice impostare gli Stop Loss e altri tipi di ordini volti a tutelare il proprio capitale di investimento. Sono infatti presenti anche gli ordini Take Profit che sono utili a garantire l’entrata prevista nel momento in cui si realizza.

Oltre a fornire strumenti di questo tipo in piattaforma, 24option si cura della buona riuscita delle operazioni dei suoi clienti anche in altri modi. Offre infatti un corso di trading appositamente dedicato a chi non sa impostare Stop Loss e altri ordini di mercato.

Si tratta di una risorsa didattica utile e di facile comprensione che si può ottenere gratuitamente, basta recarsi sul sito del broker.

Ottieni ora il tuo corso di trading gratis, vai su 24option.

Consigliamo il corso di 24option perché questo è uno dei migliori broker in circolazione ed è molto serio e regolamentato.  Tra i servizi messi a disposizione dei traders rientra anche un comodo centro di notifiche per scoprire il momento migliore per entrare a mercato su svariati asset.

Protezione e Stop Loss con eToro

Altro broker che si può prendere in considerazione grazie alla qualità dei suoi Stop Loss è sicuramente eToro. Parliamo di uno dei migliori intermediari in circolazione e questo per il fatto che la sua piattaforma è sicura, a portata di utente e ben organizzata.

WebTrader di eToro possiede molti modi per garantire ai traders di proteggersi dalle perdite e tutelare i propri capitali di investimento al meglio. Gli Stop Loss sono chiari e semplici da impostare. Ogni qual volta si sceglie di impostarne uno si apre un apposito menù dove cliccando sul segno + o – si può scegliere la quota di mercato adatta alle proprie esigenze.

Vuoi provare gli ordini Stop di eToro? Fallo ora, clicca qui.

Volendo puoi fare pratica di impostazione degli Stop Loss su eToro aprendo un conto demo illimitato e gratuito sulla sua piattaforma. Sulla demo puoi fare simulazioni di trading realistiche per capire come gli Stop Loss impattano positivamente la tua operatività nel campo del trading.

Clicca qui per aprire un conto demo gratis con eToro.

Quale altro modo offre eToro per proteggersi dalle perdite? Per i traders meno esperti esiste anche la possibilità di fare trading automatico su WebTrader. Questo servizio consiste nel copiare automaticamente le operazioni di altri negoziatori presenti sulla piattaforma di eToro: i cosiddetti Popular Investor.

Clicca qui per scoprire il servizio gratuito di Copia Automatica.

stop loss su eToro

Nell’immagine soprastante puoi avere proprio un apprezzamento di quello che è il pannello di controllo dell’apertura operazioni di eToro. Qui puoi vedere che il trader stava impostando un’operazione sull’oro mentre si trovava a quota 1228,98 dollari per oncia.

L’operazione non è ancora stata avviata perché per farlo bisogna cliccare sul pulsante Open Trade (la piattaforma di eToro è in Italiano ovviamente ma questa immagine è stata fornita da un trader americano per spiegare lo Stop Loss).

Dove si vede la scritta Stop Loss a 250 dollari, si può modificare l’importo di perdita massima fino alla cifra desiderata dall’utente. Quindi si può scegliere fino a dopo la virgola i numeri che si intendono impostare.

Attenzione alla volatilità

Gli Stop Loss non sempre sono garantiti al 100%. Quando un mercato è estremamente volatile alcuni broker non garantiscono al trader che lo Stop Loss venga precisamente rispettato.

Per questo il consiglio degli esperti è quello di non agire su mercati con tassi di volatilità troppo elevati. Quello dell’oro è il classico esempio di mercato a bassa volatilità dove gli Stop Loss funzionano alla perfezione.

Conclusioni su Stop Loss

Per fare trading e farlo in modo vincente non c’è altra soluzione se non curarsi delle proprie finanze nel migliore dei modi. Gli ordini Stop sono preziosi per ogni trader al fine di garantirsi una lunga e prospera carriera nel campo del trading online o in qualsiasi altra negoziazione finanziaria. 

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.