Ultimate magazine theme for WordPress.

Giocare in Borsa: guida per iniziare il trading online

0

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

Che cosa significa giocare in Borsa? La parola giocare potrebbe trarre in inganno qualcuno, però la borsa non è assolutamente un gioco. Tutti sanno che la Borsa è un mercato in cui sono quotate le azioni delle aziende.

Il valore di queste azioni cambia continuamente nel tempo, tenuto conto delle prospettive di guadagno dell’azienda stessa. Questa guida spiega nel dettaglio come si gioca in Borsa e come si ottengono i migliori profitti, evitando errori e fregature.

Parliamo anche delle migliori piattaforme per investire in Borsa come eToro e 24option.

Come si gioca in borsa

Giocare in Borsa significa utilizzare, in modo intelligente, questi cambi di prezzo per generare profitti. In pratica, giocare in Borsa significa fare trading online sulle azioni (o anche su indici come il NASDAQ).

I principianti spesso pensano che giocare in Borsa consista nel comprare azioni quando il prezzo è basso e rivenderle quando il prezzo aumenta, ottenendo un profitto. E’ evidente che questo è un modo di giocare in Borsa, ma non è l’unico:  esistono anche altre opportunità di guadagno che esaminiamo adesso nel dettaglio.

Per prima cosa, è opportuno ricordare che per giocare in Borsa ci vuole il supporto di una piattaforma di trading online. E’ possibile collegarsi alle migliori piattaforme di trading direttamente con un computer o un cellulare connesso a internet.

Negli ultimi anni le piattaforme di trading online sono diventate davvero facili da utilizzare anche per un principiante. Esistono piattaforme di trading che sono sicure e affidabili e altre che lo sono meno (è ovvio che consigliamo di lavorare solo con piattaforme sicure).

Una volta aperto un conto su di una piattaforma di trading, abbiamo la possibilità di comprare azioni. Le migliori piattaforme (quelle che consigliamo di utilizzare) consentono di effettuare anche un’altra operazione di trading online: la vendita allo scoperto.

La vendita allo scoperto è un’operazione speculativa che genera un profitto quando il prezzo di un titolo finanziario scende. In pratica, chi opera con la piattaforma di trading online adeguata ha la possibilità di guadagnare sia quando il prezzo delle azioni sale sia quando scende.

Questo sì che è un modo intelligente per giocare in Borsa! Molti principianti iniziano a giocare in Borsa e non conoscono nemmeno questa opportunità. Ancora peggio, alcuni iniziano con una piattaforma di trading non adeguata e rischiano seriamente di perdere soldi.

Piattaforme di trading per giocare in Borsa

Ma come deve essere fatta una buona piattaforma per giocare in Borsa? Abbiamo già accennato al fatto che deve essere sicura e affidabile. Per avere questa certezza è sufficiente affidarsi esclusivamente a piattaforme autorizzate e regolamentate.

In questo caso le autorità di vigilanza europee (CONSOB in Italia) vegliano sul denaro investito e garantiscono il rispetto della severissima normativa comunitaria a tutela degli investimenti.

Una buona piattaforma di trading online per giocare in Borsa, però, non deve essere solo sicura: chi gioca in Borsa la fa perché vuole guadagnare!

Per questo motivo è davvero importante che una buona piattaforma sia anche completamente gratuita e senza commissioni, soprattutto poi se si vuole fare trading online con piccole somme.

Ci sono piattaforme sicure e affidabili che applicano 7 euro di commissione fissa ad ogni operazione. Se inizio con un capitale di 100 euro, in meno di 15 operazioni avrò bruciato completamente il mio capitale iniziale, anche se le operazioni si chiudono con profitto. E’ inammisibile!

I trader più smaliziati, invece, giocano in Borsa con piattaforme che non applicano commissioni e sono enormemente più convenienti. Queste piattaforme ottengono solo un piccolo profitto da ogni operazione sotto forma di una minuscola differenza (detta spread) tra il prezzo a cui è possibile comprare un’azione e il prezzo a cui è possibile venderla. Questo sistema è molto più conveniente per il trader.

E’ importante operare anche con piattaforme di trading che siano facili da usare. Alcune piattaforme, inoltre, offrono servizi aggiuntivi estremamente utili per giocare in Borsa con successo. Qui sotto presentiamo le recensioni delle migliori piattaforme di trading per investire in Borsa.

24option

24option è l’opzione preferita di chi comincia a giocare in borsa partendo da zero. Come mai? Perché mette a disposizione un’interfaccia veramente semplice e intuitiva. Questa interfaccia così semplice non è però l’unico motivo che spinge così tanti principianti a giocare in borsa con 24option.

Uno dei vantaggi principali di questa piattaforma è la possibilità di farsi seguire, direttamente al telefono, da un vero esperto di trading che fornisce consigli preziosi per chi comincia e non vuole commettere errori.

Chi vuole può anche scaricare una guida gratuita alla Borsa. Questa guida è molto apprezzata (più di 100.000 download in meno di un anno) perché non fa perdere tempo con la teoria ma offre un percorso semplice, chiaro e pratico per chi vuole cominciare a guadagnare con la borsa. Puoi scaricare gratis l'ebook di 24option cliccando qui.

24option è completamente gratuita e non applica alcun tipo di commissione. Chi vuole, può utilizzare l’ottima demo per giocare in Borsa per finta, cioè utilizzare denaro virtuale per investire sulle azioni e fare quindi esperimenti senza nessun tipo di rischio.

Puoi iscriverti gratis su 24option cliccando qui.

eToro

eToro è un’ottima alternativa per iniziare a fare trading sulla Borsa. Oltre a essere completamente gratuita, semplice e intuitiva, eToro è anche un vero e proprio social network degli investitori.

Grazie a eToro è possibile entrare in contatto con gli altri investitori, scambiare opinioni e pareri sui mercati e, soprattutto, è possibile copiare automaticamente quello che fanno i migliori investitori (detti Popular Investors).

I principianti, quindi, si iscrivono a eToro soprattutto con l’obiettivo di fare trading automatico. Utilizzano, quindi, l’efficiente motore di ricerca interno per trovare gli investitori che hanno guadagnato di più nel passato e replicano automaticamente tutte le loro operazioni con il sistema brevettato copytrading.

Copiando i migliori hanno anche il vantaggio di poter imparare a giocare in Borsa osservando quello che fanno i grandi investitori!

Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

Iq Option

Iq Option è una scelta ideale per fare trading in Borsa quando si ha un capitale davvero piccolo. E’ l’unica piattaforma, infatti, che consente di cominciare con un capitale iniziale di appena 10 euro. Le altre piattaforme richiedono di solito 250 euro (che comunque è una piccola somma) ma Iq Option chiede davvero poco. Non esiste una piattaforma che richieda un deposito minimo più basso.

Ovviamente chi sceglie di operare in modalità demo non deve effettuare alcun deposito: la demo di Iq Option è assolutamente illimitata, gratuita e senza vincoli.

Iq Option mette a disposizione un’interfaccia particolarmente intuitiva, perfetta anche per chi non ha mai giocato in Borsa. Inoltre, tutti gli iscritti hanno a disposizione centinaia di videocorsi che spiegano nel dettaglio come funziona il trading online, partendo dalle basi fino ad arrivare alle strategie più complesse.

Puoi iscriverti su Iq Option cliccando qui.

Giocare in Borsa conviene?

A questo punto è importante rispondere alla domanda di molti trader principianti: giocare in Borsa conviene?

Non esiste una risposta a questo quesito. Il fatto è che tutto dipende dalla piattaforma che si utilizza e dalla modalità con sui ci fa trading.

Per capirci, giocare in Borsa non conviene assolutamente se si opera con una piattaforma che non è sicura e affidabile (si rischia la truffa) oppure che applica commissioni di trading (si rischia di vedere evaporare il capitale a furia di pagare commissioni).

Anche la modalità con cui si opera è importantissima: nessun asset finanziario è destinato a crescere per sempre, nemmeno le migliori azioni. Questo significa che chi si limita solo a comprare azioni, prima o poi perderà soldi.

Chi invece compra oppure vende allo scoperto a seconda delle condizioni di mercato può ottenere risultati eccezionali.

Come abbiamo già detto, purtroppo molti trader principianti nemmeno sanno che si può vendere allo scoperto un titolo azionario per lucrare sulla discesa del prezzo. Questo significa che, per queste persone, fare trading online in Borsa non conviene quasi mai.

Studiare un buon corso di trading online è quindi fondamentale per chi vuole ottenere buoni risultati.

Giocare in Borsa opinioni

Quali sono le opinioni più comuni su giocare in Borsa? C’è da dire che purtroppo molte persone si lasciano ingannare da questa espressione: noi preferiremmo dire investire in Borsa oppure fare trading online in Borsa. La frase giocare in Borsa è ormai entrata nell’uso comune (viene usata da decenni) e quindi continuiamo ad utilizzarla. Quello che è chiaro, però, è che la Borsa non è assolutamente un gioco.

Ci sono persone che pensano alla Borsa come un gioco per fare soldi facili oppure come una specie di gioco d’azzardo. Questa opinione sulla Borsa è molto pericolosa.

La Borsa non è affatto un gioco d’azzardo: chi crede che la borsa sia una specie di gioco d’azzardo tende a operare quasi in modo casuale, facendo scommesse sull’andamento delle azioni piuttosto che utilizzare strumenti di analisi tecnica o analisi fondamentale per prevedere l’andamento dei titoli in borsa.

Che poi, a dirla tutta non bisogna nemmeno diventare trader esperti in analisi tecnica o fondamentale perché è sempre possibile, ad esempio, copiare le operazioni di borsa dei migliori investitori grazie ad eToro oppure si può operare partendo da zero seguendo i preziosi consigli che vengono forniti dall’esperto di 24option.

Quello che deve essere chiaro, però, è che la Borsa non è un gioco: chi gioca in Borsa facendo scommesse a caso e sperando di vincere soldi, nel lungo periodo perde.

La Borsa e le truffe

Un’opinione non molto diffusa (ma comunque presente) indica la Borsa come una sorta di truffa legalizzata. Come mai esiste questa opinione?

Per prima cosa, è bene chiarire che la Borsa non è assolutamente una truffa, anzi: abbiamo visto che giocare in Borsa può essere un investimento con alti rendimenti.

E’ anche vero, però, che ci sono truffatori che promettono guadagni elevati per attirare i più ingenui e poi fanno sparire il capitale investito. Ad esempio, in questo momento su internet sta girando una truffa che promette guadagni elevatissimi grazie all’investimento su azioni Amazon ma in realtà deruba completamente del capitale coloro che cadono nella trappola.

Come si fa a evitare queste truffe? Il modo più sicuro per evitare le truffe consiste nell’operare esclusivamente con piattaforme di investimento autorizzate e regolamentate.

Queste piattaforme consentono di fare trading online in borsa assolutamente senza rischi perché sono sottoposte alla vigilanza delle autorità di controllo europee.

In Italia è la CONSOB (Commissione nazionale per le società e la Borsa) che ha il compito di tutelare gli investitori e il loro capitale e quindi vigila sul comportamento delle piattaforme autorizzate.

Le piattaforme non autorizzate, invece, sfuggono completamente al controllo della CONSOB e possono quindi truffare i loro clienti (di solito lo fanno).

La CONSOB, in questi casi, si limita ad emettere avvisi ai risparmiatori per metterli in guardia dalle truffe. Emette anche degli ordini di cessazione delle attività per queste piattaforme di trading ma visto che di solito queste piattaforme hanno sede fuori dall’Europa, questi ordini non vengono mai rispettati.

Perdere soldi in Borsa

E’ vero che la Borsa è rischiosa? Si possono perdere soldi giocando in Borsa o sugli indici di Borsa? Prima di cominciare ad analizzare a fondo questa questione, è bene fare una premessa: qualunque investimento finanziario è rischioso.

Soltanto i soldi depositati sul conto corrente (e solo fino a 100.000 euro) sono sotto la garanzia statale. I conti correnti, detto per inciso, ormai hanno un rendimento negativo cioè si paga perché la banca li custodisca.

Gli altri investimenti hanno sempre un certo grado di rischio. Il rendimento che si può ottenere è in qualche modo correlato al rischio. Per dire, i conti correnti hanno un rendimento negativo, i titoli di stato dei paesi più solidi hanno rendimenti nulli (o in qualche caso negativi anche) mentre i titoli di stato dei paesi meno solidi possono avere rendimenti elevati.

Per quanto riguarda l’investimento in Borsa, è ovvio che ci sono delle singole operazioni in cui si possono perdere soldi ma per i trader questo non è un problema.

Come mai? Per prima cosa, chi opera con le migliori piattaforme ha la possibilità di impostare uno stop loss, cioè specificare per ogni operazione qual è la perdita massima che è disposto a correre.

In secondo luogo, è consigliabile sempre applicare una corretta strategia di money management quando si gioca in Borsa. Non è difficile: basta suddividere il capitale totale destinato alla Borsa in piccole quote e investire solo una piccola quota su ogni operazione.

In questo caso anche se un’operazione chiude in perdita (e può succedere perché nessuno ha la sfera di cristallo e prevedere con certezza tutte le operazioni) le perdite sono più che compensate dai profitti generati dalle altre operazioni.

Per chi opera in Borsa con questa semplice strategia di money management (e magari impostando pure gli stop loss) perdere soldi su una singola operazione non è una tragedia, di solito si tratta di piccole (o piccolissime) somme di denaro.

Per chi invece investe tutto il suo capitale su un’unica operazione e magari senza nemmeno impostare uno stop loss, le perdite possono arrivare ad essere catastrofiche.

Perché si perdono soldi In Borsa

Possiamo riassumere, quindi, dicendo che perdere soldi su una singola operazione è normale perché nessuno può prevedere con assoluta certezza se un titolo azionario salirà o scenderà. Chi opera impostando gli stop loss e facendo money management, in ogni caso, mette un limite a queste perdite potenziali.

Chi invece non conosce almeno le basi dell’investimento in Borsa, opera di solito senza impostare gli stop loss e senza money management. Una singola operazione chiusa in perdita può trasformarsi in una tragedia.

A perdere soldi in Borsa, quindi, sono coloro che non hanno la preparazione adeguata, persone che pensano che la Borsa sia un gioco e che non bisogna studiare prima di cominciare a fare trading.

Ovviamente si perdono soldi in Borsa anche quando si subiscono truffe: abbiamo già spiegato come si fa a evitare le truffe in Borsa!

Conclusioni

Giocare in Borsa non è affatto un gioco ma è un investimento speculativo ad alto rendimento che può generare profitti molto elevati, a patto però di utilizzare piattaforme sicure e senza commissioni come 24option e di impegnarsi seriamente.

Per guadagnare ci vuole una buona preparazione di base che può essere acquisita anche dai principianti (sono disponibili ottime guide gratuite come questa), ci vuole tempo e impegno.

Giocare in Borsa non è un modo per fare soldi facili: chi promette soldi facili di solito è un truffatore e chi segue questa chimera è destinato a perdere soldi, piuttosto che a guadagnarli.

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.