Strategie di Trading: guida completa alle più usate

Sei in cerca di un buon modo per fare profitti in rete? Se è così le strategie di trading possono aiutarti. Fare trading significa intraprendere un’attività seria e professionale che se vissuta nel modo giusto può regalare enormi soddisfazioni.

Un mucchio di nuove professioni sono nate e cresciute in rete ultimamente. Dal social media manager al web marketer le possibilità sono infinite, ma in termini di guadagni e semplicità di ingresso nel settore non c’è paragone: il trading online rappresenta il massimo a cui si può aspirare su internet.

Se stai pensando seriamente di diventare un operatore finanziario (comunemente detto trader) allora devi entrare fin da ora nella giusta mentalità. La chiave per tutto questo, il segreto conosciuto da tutti i professionisti per arrivare al traguardo è uno solo: le strategie di trading.

In questa guida alle strategie di trading troverai:

  • le basi della loro applicazione e perché sono così importanti
  • quali sono le più semplici che puoi imparare
  • quali sono le migliori piattaforme per applicarle

Ad esempio lo sai che è possibile copiare, in modo completamente automatico, quello che fanno i migliori trader del mondo grazie alla piattaforma eToro?

Prima di approfondire questo aspetto, però, partiamo dalle basi.

Strategie di Trading che funzionano

Quando si parla di trading bisogna tenere presente il grande vantaggio che questo settore offre. Qui si usano i soldi per fare altri soldi, è questo l’approccio che utilizzano i grandi imprenditori per costruire i loro imperi economici di caratura mondiale.

Sebbene con questa disciplina si possano fare molti soldi non bisogna dimenticare che qui si affrontano anche rischi e si tratta in primis di rischi finanziari. In sostanza nel trading si rischia di perdere il capitale di investimento. Ma come si può fare in modo che questo non accada?

Siccome i mercati possono essere considerati il regno dell’imprevedibilità e dell’instabilità è da qui che scaturiscono i rischi. Ma per fortuna in questi oltre 100 anni di storia di borsa e di mercati gli operatori finanziari si sono bene armati per far fronte al fattore di imprevedibilità e il loro sapere è oggi condensato nelle migliori strategie di trading esistenti.

Soprattutto negli ultimi 40 anni la disciplina del trading è stata molto approfondita e sono stati scritti tomi importanti sull’argomento. Si sono comprese a fondo le leggi dei mercati e ora questa conoscenza è stata messa a disposizione di tutti.

In sostanza, i traders hanno capito come estrapolare dati dagli storici dei prezzi di mercato di beni e titoli, ma non solo. Si è cominciato a comprendere anche come sfruttare i fattori esterni che vanno a influenzare l’andamento di un asset sui mercati.

Alla base di tutto troviamo:

  • Analisi Tecnica: che mira a prevedere le future tendenze dei vari mercati finanziari e dei prezzi. Conoscere in anticipo gli andamenti per te significa poter giungere al profitto più spesso e con più facilità, certo questo non accade in automatico: l’analisi tecnica non permette di prevedere il futuro.
  • Analisi Fondamentale: anche chiamata “analisi macroeconomica”, viene usata per riuscire a prevedere su archi temporali di media e lunga distanza quali potrebbero essere le variazioni sui prezzi dei beni e titoli quotati sui mercati internazionali. L’analisi si basa sugli eventi economici per immaginare le ripercussioni che essi hanno ed avranno sui mercati.

Queste due tipologie di analisi sono sempre alla base di qualsiasi strategia di trading (come il trading intraday) e sono quindi il faro che guida i traders verso i loro successi finanziari.

Strategie di Trading: sono difficili da usare?

Una strategia altro non è che un insieme di step operativi da seguire per arrivare a un obiettivo. Quindi per metterle in pratica basta seguire lo schema e il 90% del lavoro è fatto.

Tutti i principi che tramandiamo qui sono quelli utilizzati dai massimi esperti di settore che nel corso degli anni hanno messo a punto queste tecniche di negoziazione. Quindi non si tratta di inventarsi niente di nuovo, ma soltanto – in un certo senso – di “copiare” le strategie già pronte ideate da altri investitori professionisti.

Grazie alla strategia nel trading un operatore non ha bisogno di conoscere tutte le leggi di mercato, tutti gli indicatori tecnici esistenti o tutti i fattori che influenzano il corso di un asset di mercato. L’importante è seguire per filo e per segno la strategia prefissata, senza mai uscire dai suoi schemi.

Strategie di trading di breve e medio termine

Fare trading di breve o medio termine significa operare sui mercati con orizzonti temporali ristretti, da pochi secondi ad alcune settimane.

La maggior parte dei professionisti concentra le proprie strategie di medio e breve termine sui mercati azionari o delle commodities (materie prime). Qui la durata tra ingresso e uscita dal mercato può essere anche molto breve. Tuttavia, non mancano traders che usano questo approccio nel mercato Forex.

Lo scopo di fare trading di breve/medio termine è quello di fare più soldi possibile nel minor tempo possibile, a fronte di rischi maggiori.

Per avere successo nel trading di medio e breve termine c’è bisogno di avere un bagaglio di conoscenze di un certo tipo e di utilizzare alcuni indicatori di trading tecnici più consigliati.

Ecco alcuni consigli su accorgimenti e strumenti da utilizzare:

  1. Valutare l’operazione: la prima cosa da fare è comprendere i vantaggi che comporta imbarcarsi in una certa operazione. Bisogna riconoscere i trades da fare e quelli da evitare. A volte è meglio non entrare a mercato se non si riconosce che le probabilità siano tutte a proprio favore. Meglio rimandare un eseguito a un momento più proficuo invece di intestardirsi e voler tradare a tutti i costi.
  2. Usare la media mobile: la media mobile è utile per leggere l’andamento del prezzo di un asset sul medio e breve termine. La media mobile non è difficile da usare: si tratta del prezzo medio di un asset durante un periodo di tempo specifico, che può essere di 15, 20, 30, 50, 100 o 200 giorni in base alla propria strategia di investimento. In questo lasso di tempo è possibile capire se l’asset si sta muovendo lungo un trend al rialzo o al ribasso.
  3. Pattern di mercato: sui mercati finanziari i prezzi seguono sempre dei precisi pattern di mercato. Questo fenomeno è conosciuto come ciclicità del mercato e rappresenta una grossa agevolazione per i traders. Grazie ai pattern i mercati diventano più facilmente leggibili ed è possibile sapere in anticipo se il prossimo trend sarà rialzista o ribassista.
  4. Seguire il trend: questo è il consiglio migliore che si possa dare soprattutto a un principiante, nell’attività di trading online seguire i trend di mercato è la chiave per approdare a profitti più sicuri correndo meno rischi operativi. Per riuscire a individuare i trend i professionisti usano molti strumenti, ma il principale resta sempre lo stesso: le trend line o linee di tendenza. Tracciandole sul proprio grafico di prezzo si può comprendere qual è la direzione principale intrapresa dal mercato.
  5. Gestione dei rischi: per il trading di medio e breve termine è fondamentale imparare a gestire i rischi operativi per proteggere il proprio capitale di investimento. Utilizzando i tipi di ordine di ingresso (entry) e di stop loss disponibili sulle piattaforme di trading si può arrivare a minimizzare i rischi e quando questo accade si fanno anche più operazioni profittevoli. Si tratta degli elementi basilari di ogni trading system.
  6. Analisi tecnica per il trading: per avere il massimo risultato con le operazioni di trading veloce è importante saper fare analisi tecnica dei mercati finanziari. Grazie agli strumenti di analisi è possibile comprendere meglio quale direzione prenderà il prezzo e quindi prendere decisioni migliori e più vincenti, soprattutto in termini statistici.

Strategie di trading di lungo termine

Se guardiamo invece al trading di lungo termine come strategia, questa è adatta a coloro che preferiscono avere posizioni aperte per alcuni mesi, ma in certi casi anche per alcuni anni.

Il problema principale di questa strategia è che richiede un capitale maggiore fin dall’inizio delle operazioni, perché l’obiettivo è quello di riuscire a superare senza troppi problemi le principali oscillazioni di mercato. Solo avendo ampio margine è possibile restare con una posizione di mercato aperta sul lungo periodo.

Per guadagnare con strategie di lungo termine non si punta a fare azioni brucianti con grossi profitti, ma operazioni pazienti che alla fine portano in cassa molto denaro. Il mercato ideale per attuare questa strategia è quello azionario. Di solito chi sceglie di investire in Borsa lo fa pensando soprattutto al lungo periodo.

Per operare sul lungo termine le azioni sono un asset eccellente perché sono semplici da monitorare e non sono soggette a forte volatilità di mercato. Per capire come funzionano le azioni basterà parlare di Amazon: chi imposta operazioni di lungo termine su questa azienda è difficile che trovi sorprese lungo il cammino.

Da un punto di vista strettamente operativo il trading di lungo termine è più vantaggioso per il fatto che aprire e mantenere una posizione aperta richiede meno tempo e analisi rispetto al trading di medio e breve termine. Qui sono richieste analisi più approfondite e bisognerebbe cercare di operare soltanto quando si ha la certezza dei dati provenienti dai vari indicatori tecnici (come le onde di Elliott solo per fare un esempio).

Come fare operazioni di lungo termine? Ecco 3 consigli cardine da seguire:

  • Limita l’utilizzo della leva finanziaria: per operare sul lungo termine non è necessario andare all in e aumentare tanto la leva finanziaria. L’importante è negoziare volumi che rappresentano una piccola percentuale del proprio patrimonio, per sostenere senza problematiche la volatilità settimanale e giornaliera.
  • Guardare ai costi operativi: facendo trading online è fondamentale riuscire a contenere i costi operativi per avere quanto più capitale possibile sempre a disposizione. Il costo principale applicato dai broker di trading online è lo Spread, il quale non è molto pesante da gestire, ma comunque è un fattore al quale prestare attenzione.
  • Analisi operativa: prima di entrare a mercato è necessario valutare tutti gli elementi a propria disposizione. Importante è comprendere se il tempo speso nel trading è vantaggioso rispetto al profitto potenziale al quale si punta. I trader di lungo termine dovrebbero impiegare capitali piuttosto considerevoli per far in modo che l’investimento ripaghi il tempo speso.

A prescindere dalla strategia che si intende utilizzare che sia di breve, medio o lungo termine l’importante è calibrare sempre il proprio approccio in base alle esigenze personali.

Fin troppi traders si convincono di usare una strategia e un approccio piuttosto che un altro solo perché sentono storie di successo di qualche professionista. Ma in realtà questo approccio è sbagliato e rischia di far sentire il trader a disagio in fase operativa.

L’importante è trovare la propria via e rimanere fedeli ad essa il più a lungo possibile. In questo modo non si finisce mai di ottimizzare e personalizzare i propri approcci al trading, su un percorso positivo che alla fine porterà al successo.

Migliori strategie di trading

Quali sono le principali strategie di trading usate da esperti di settore?

Su quelle che prendiamo in esame si basa l’operatività di migliaia e migliaia di professionisti in tutto il mondo. Se tu avrai successo o meno utilizzandole dipende soltanto dal tuo grado di abilità nel metterle in atto.

In questo senso, la pratica e il tempo che spendi a fare trading in maniera costruttiva e volta all’apprendimento saranno fondamentali per arrivare a un livello elevato di applicazione delle metodologie qui proposte.

Day Trading

Se c’è un approccio al trading molto diffuso, questo è proprio il Day Trading. Si tratta di una tecnica molto bilanciata: da una parte offre ritmi di trading più “rilassati” rispetto a strategie di brevissimo termine, dall’altra riesce a mantenere piuttosto bassi i rischi operativi.

Se a tutti questo aggiungiamo delle ottime prospettive di guadagno ti riuscirà facile immaginare perché le strategie di trading giornaliero siano così trasversali tra gli operatori di tutto il mondo.

Il Day Trading è “quella strategia che prevede l’acquisto o la vendita di beni e titoli sui mercati finanziari durante lo stesso giorno.

Fondamentale per chi fa Day Trading è tenere le posizioni aperte soltanto nell’arco della giornata, evitando sempre di spingersi durante la notte. Questo offre un duplice vantaggio:

  • Aumentare i profitti: il guadagno con il Day Trading si sposta su base giornaliera, quindi è più semplice per un trader tenere traccia dei propri risultati e incrementare o diminuire l’attività in base alle proprie esigenze. Con una sapiente gestione del capitale questo può significare un aumento dei profitti.
  • Risparmio: questa tipologia di trading permette di risparmiare nella misura in cui molti broker di trading online richiedono una piccola commissione per tenere aperte le posizioni anche durante la notte (overnight). Si tratta quindi di un ottimo modo per preservare il capitale di investimento.

Leggi anche : Trading con i volumi

Buy and Hold

Di approccio completamente diverso è il Buy and Hold. Questo tipo di strategia rientra a pieno titolo nel trading di lungo termine, perché ne incarna tutte le caratteristiche. Chi sceglie di applicare il Buy and Hold viene chiamato “cassettista”, questo perché una volta aperto un trade lo mette da parte, lo mette “nel cassetto” anche per mesi prima di decidere di chiudere la posizione al raggiungimento di un punto di Take Profit o Stop Loss.

Una simile tecnica è da molti considerata come una forma di trading passivo, ma in realtà non è così. Nella maggior parte dei casi si sceglie questa forma di investimento per tutelarsi e non perdere capitale. Si tratta infatti di una delle strategie di trading più efficaci per coloro che non vogliono avere un approccio aggressivo all’attività di negoziazione.

Per mettere in pratica il Buy and Hold è necessario operare su grafici di lungo termine, con orizzonti temporali settimanali, mensili o annuali in base alle prospettive personali desiderate. L’obiettivo degli “holders” è quello di sfruttare le tendenze di mercato più a lungo possibile, ovvero quelle che si formano sui grandi cicli finanziari e che sono maggiormente prevedibili e gestibili.

Swing Trading

Tra le strategie di trading più smart, per veri e propri speculatori, c’è lo Swing Trading. Questa strategia può essere considerata la perfetta via di mezzo tra il trading di breve termine rappresentato dai day traders e quello di lungo termine praticato dagli holders.

Il principale vantaggio dello Swing Trading è il fatto che come tecnica risulta essere molto adatta ai principianti. In più riesce a soddisfare sia chi ama il brivido di un trading più rivolto al rischio, sia chi invece preferisce ritmi più blandi e un’operatività ragionata.

Una simile tecnica è perfetta da applicare soprattutto nel mercato Forex. Qui troviamo il giusto livello di volatilità e oscillazioni adatte a chi intende sfruttare l’instabilità dei mercati per guadagnare il massimo.

Le posizioni si aprono e si chiudono nella maggior parte dei casi nel giro di pochi giorni. Fondamentale per questa tecnica è percepire il sentiment del cambio valutario e seguire l’oscillazione, ovvero lo “swing”, descritto nell’arco di tempo considerato.

Scalping

Non esiste strategia di trading più veloce dello Scalping.

Questo tipo di trading non è molto consigliato per chi si trova alle prime armi, perché richiede grande tecnica, concentrazione e ritmo. Si opera su lassi di tempo brevissimi in cui il trader non ha molto spazio per ragionare. Lo scalping è caratterizzato dall’identificazione di varie lacune di prezzo causate dallo spread bid/ask e dei flussi di ordine.

Il meccanismo alla base dello Scalping è piuttosto intuitivo: bisogna comprare al prezzo di offerta e vendere al prezzo di domanda, per ottenere profitti basati sulla differenza tra i due punti di prezzo.

Compito dello scalper è tenere le sue posizioni aperte per il minor tempo possibile. Si tratta quindi di una tecnica mordi e fuggi utile per limitare i rischi operativi e proteggere il capitale di negoziazione. Questo metodo impone di sfruttare i piccoli movimenti di mercato sul breve periodo, impiegando piccole somme come investimento.

Viste le caratteristiche dello Scalping è normale che per fare veramente profitti accettabili bisogna operare molto, ottenendo di volta in volta un piccolo guadagno aggiuntivo. Al termine della giornata si tirano poi le somme e si verifica se si sono raggiunti gli obiettivi di profitto prefissati.

Strategie di Trading: i vantaggi

C’è un detto molto famoso che incarna perfettamente la filosofia dietro le strategie di trading. Il detto è il seguente “tutte le strade portano a Roma”, si tratta di una frase estremamente conosciuta e altrettanto calzante in questa circostanza, perché parafrasandola è possibile affermare che “tutte le strategie portano al profitto”.

Ecco un elenco con i principali vantaggi portati da una corretta applicazione delle strategie di trading:

  • Riparo dalle perdite: le strategie di trading non solo aiutano ad aumentare i profitti, ma anche di risparmiare molto tempo e denaro. Numerosi traders nelle fasi iniziali del loro percorso non hanno molto capitale a disposizione per investire, anzi molto spesso si parla di poche centinaia di euro. Quindi è fondamentale cercare di non perdere denaro e puntare all’accrescimento costante del capitale totale. L’approccio strategico è ciò che ti permette di ottimizzare e razionalizzare al massimo la tua attività evitando inutili perdite di denaro nella maggior parte dei casi.
  • Segnali operativi: usando una strategia hai il vantaggio di poter escludere al massimo i falsi segnali di ingresso a mercato di cui sono vittima molti principianti. Puoi operare in maniera intelligente e accurata sfruttando soltanto quei segnali decisivi che possono portarti ad intascare profitti. La metafora più adatta per il mestiere del trader infatti è quella del cacciatore. Egli scruta i mercati per scovare soltanto le migliori opportunità di investimento. Sono quelle le uniche occasioni in cui bisogna pensare di gettarsi nella mischia, per la maggior parte del tempo i veri professionisti restano inattivi nell’attesa che si verifichino determinate condizioni indicate proprio dalle strategie.
  • Aumento dei profitti: chi non utilizza strategie vedrà per forza di cose il suo capitale subire perdite costantemente fino all’esaurimento totale dei fondi presenti sul conto di negoziazione. La sottile differenza tra un trader vincente e uno perdente è che i secondi sono molto spesso persone svogliate che pensano che il trading sia un gioco e non un’attività professionale. I primi invece hanno investito su di sé per dotarsi di metodi e strumenti validi per avere la meglio sul rischio di perdita, arrivando a massimizzare i profitti.
  • Vantaggio statistico: da non sottovalutare è anche l’aspetto statistico delle strategie di negoziazione. Coloro che utilizzano strategie possono realmente riuscire a capire quello che sta accadendo e sfruttare tutti i dati a disposizione per prendere decisioni sensate. Purtroppo come è facile immaginare questo non conduce al profitto nel 100% dei casi. Tuttavia, le migliori strategie di trading possono garantire un vantaggio statistico. Ciò significa che sul lungo termine i segnali di trading emessi dalla tecnica utilizzata portano al successo nel 70/80% dei casi.

Strategie di trading: diversificare

Nei 10 comandamenti del buon trader rientra anche questo concetto: la diversificazione, come potrete verificare scoprendo le strategie dei trader più famosi al mondo.

Allo scopo di proteggere i propri investimenti una strategia di diversificazione è l’ideale. Chi sceglie di operare sempre sullo stesso asset all’interno dello stesso mercato finanziario difficilmente otterrà i risultati di profitto che si aspetta.

Anzi, il problema più grande è che si corre anche il rischio di subire delle ingenti perdite sul capitale. Puntare “su un solo cavallo” espone al rischio che quel cavallo sia perdente, a quel punto il capitale potrebbe risentirne e potresti addirittura perderlo del tutto.

La diversificazione del portafoglio di trading è una strategia di tutela dove il trader fa una selezione di beni e titoli sui quali intende operare nello stesso momento. Potrebbe trattarsi di azioni, materie prime, indici o criptovalute, non fa molta differenza. L’importante è selezionare bene il proprio portafoglio e ampliarlo quanto basta per sentirsi al sicuro.

Un esempio? Mettiamo che tu abbia da investire 1000€ e diciamo che tu abbia sentito dire che le azioni Amazon sono molto convenienti. Di sicuro ti verrà voglia di fare un’operazione su di esse. Molti principianti sarebbero tentati di investire 1000 euro in azioni Amazon direttamente. Ma che succede se per assurdo Amazon fallisce? Perderesti tutti i 1000 euro.

Molto più saggio è invece investire come segue diversificando il portafoglio in 4 frazioni da 250€ dedicate ognuna a:

Sebbene ti possa capitare di perdere una parte di questi soldi, ci sarà sempre un investimento su 4 che potrà andarti bene e permetterti sia di recuperare quanto perso in altre operazioni sia di andare a profitto. Come? Il principio è molto semplice.

Mentre bisogna sempre porre un freno alle perdite, i profitti invece si lasciano correre. Ad esempio nell’investimento su Amazon dovresti cercare di stoppare l’eseguito all’eventuale raggiungimento della perdita di 250€, MAI andare oltre questa soglia. Invece i profitti si possono lasciar correre fin quando possibile: non c’è bisogno di chiudere la posizione se è in positivo.

Strategie di trading

Strategie di trading automatico: eToro

Il trading automatico è una strategia tanto interessante quanto apprezzata, sia dai trader meno esperti che da quelli professionisti.

I motivi sono molto semplici:

  • i primi possono ottenere guadagni interessanti, copiando le operazioni di trader più esperti e arrivando così ai loro stessi profitti fin da subito (senza contare l’interessante opportunità di osservare il loro modo di operare e carpire qualche segreto del mestiere);
  • i secondi, invece, possono risparmiare notevolmente tempo, affidandosi a trader che conoscono o dei quali si fidano per diversificare il proprio portafogli investendo su mercati che non hanno modo di seguire.

Non tutte le piattaforme che ti offrono il trading automatico, però, funzionano veramente. Per la nostra esperienza, il broker più affidabile in tal senso è eToro: grazie al suo software brevettato Copy Trading è possibile selezionare i migliori trader, coloro che hanno ottenuto il massimo profitto nel passato. Questi trader possono essere selezionati per la copia: sarà il software brevettato di eToro a replicare, in tempo reale, tutte le loro operazioni.

Il vantaggio per i trader principianti è duplice: possono ottenere da subito ottimi risultati (gli stessi dei migliori trader del mondo) e allo stesso tempo possono imparare le migliori strategie di trading osservando in diretta quello che fanno questi grandi trader.

Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

Strategie di trading libri

Abbiamo già detto come il successo passi per forza di cose dall’investimento, non solo di denaro ma anche e soprattutto di tempo da dedicare alla formazione e alla pratica.

Uno dei migliori testi che puoi consultare, che ti spiega in maniera approfondita le strategie di trading più efficaci che dovresti fare tue, è l’ebook di ForexTB.

Nelle sue pagine troverai spiegazioni tanto semplici quanto complete di tutto ciò di cui hai bisogno per iniziare a operare con una piattaforma di trading professionale. Analisi tecnica, fondamentale, indicatori tecnici: tutti i capitoli sono corredati di esempi pratici che permettono anche al trader meno esperto di imparare, in poco tempo, i fondamentali della disciplina.

Se cerchi un testo completo da inserire nella tua libreria (digitale), sul quale fare affidamento ogni volta che ne avrai bisogno, vale la pena di scaricare questo ebook.

Il costo? Zero: parliamo di un manuale totalmente gratuito e il cui valore è superiore a quello di molti altri libri a pagamento.

Scarica gratuitamente l'ebook di ForexTB e impara le migliori strategie di trading

Conclusioni

Nel corso di questo elaborato abbiamo analizzato l’importanza delle strategie di trading e perché sono così importanti per arrivare al risultato. Abbiamo visto come investire senza strategie possa essere fallimentare e come metta al rischio il tuo capitale di investimento.

Per questo il nostro invito è si di cominciare a fare trading, ma è importante farlo con criterio. Informati, leggi altri articoli presenti nel nostro portale CorsoTradingOnline.net dedicato alla formazione nel campo del trading online e formati fin quando non sarai pronto a dominare i mercati finanziari e raggiungere il massimo successo.

Se hai bisogno di strumenti di supporto, ricordati di testare il trading automatico di eToro e di scaricare l’ebook di ForexTB. In questo modo potrai apprendere e sperimentare con le migliori strategie, anche in modalità demo gratuita e senza rischi.

Esistono strategie di Trading affidabili?

Si certo, l’importante è testarle su Demo ed adattarle al capitale che si ha a disposizione.

Esiste una strategia di trading migliore di altre?

No, poiché tutto è relativo sulla base dell’orizzonte temporale dell’investimento e del livello di rischio che vogliamo sopportare.

Quali sono le strategie di trading più utilizzate?

A livello temporale abbiamo il Buy&Hold, l’Intraday oppure lo scalping.

Quale principio sta alla base di ogni strategia?

Sicuramente la diversificazione, aspetto fondamentale per minimizzare il rischio e preservare il capitale nel tempo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.