Ultimate magazine theme for WordPress.

Trading grano: guida pratica per investire

0

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

Nell’articolato mondo delle materie prime non esistono solamente metalli preziosi o risorse energetiche, ma anche altri prodotti, che pure costituiscono una parte fondamentale del mercato. Parleremo quindi di trading grano.

Nella guida odierna di questo bene vero e proprio protagonista del mercato delle commodities e molto interessante per investire. Ma non semplicissima da approcciare, poiché frazionata su diversi mercati e divisa in diverse tipologie, ognuna della quali può presentare determinate caratteristiche.

Sarà essenziale capire come e con quali strumenti investire su questo asset, poiché ci sono ben 3 metodologi diverse per investire in grano.

Analizzeremo ognuna di queste e ne capiremo vantaggi e svantaggi per gli investitori, che potranno così decidere quale può fare al caso loro.

Oltre a questo, sarà essenziale capire quali sono i fattori che influiscono sul prezzo del grano, così da poter prevedere il futuro della commodity.

Non potrà mancare, infine, qualche utile consiglio finale, rivolto soprattutto ai più inesperti. Ad esempio parleremo di provare i servizi di eToro per il trading in grano. Si tratta di un broker che offre la possibilità di copiare investitori professionisti in tempo reale. Clicca qui e visita il sito ufficiale di eToro.

Presentato il percorso che andremo a fare oggi, partiamo dal descrivere cos’è il grano, cioè di cosa stiamo realmente parlando quando diciamo” investire in grano”.

Ecco una lista delle piattaforme legali consigliate per fare trading grano:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni

    Trading grano: cos’è e quali le varietà scambiate sui mercati

    Quando parliamo di grano intendiamo proprio ciò che i latini indicavano con la parola “granum”, ossia il prezioso cereale così tanto importante per noi mediterranei e non solo.

    L’area principale in cui viene coltivato questo cereale è il Mediterraneo, seguito dalle zone del Mar Caspio e del Mar Nero, tuttavia è raccolto in grande quantità anche negli Stati Uniti, Inghilterra e Cina.

    Ne esistono tante varietà, geneticamente diverse e non solo, ma le uniche che oggi ci interessano sono quelle riconosciute dalla legge Italiana: grano duro e grano tenero, che fungono da macro-sezioni per tutte le altre tipologie.

    I principali mercati al mondo sono, come in molti altri campi, situati negli Stati Uniti d’America e sono 3: Chicago, Kansas City e Minneapolis.

    È importante conoscere questi mercati perché in ognuno di essi viene scambiata una diversa varietà di grano, la quale potrebbe necessitare di una strategia peculiare per essere approcciata nel modo giusto.

    Come che sia le varietà scambiate sono rispettivamente Soft Red Winter, Hard Red Winter e Hard Red Spring.

    Importante non tradurre Hard con il nostro grano duro, che anche negli Stati Uniti viene chiamato “durum” e non ha un vero e proprio mercato di riferimento.

    Un altro importante mercato è l’Euronext, conosciuto anche con il nome Matif, e svolto a Parigi.

    Si tratta di un mercato molto importante anche per cogliere importanti previsioni sul prezzo stesso della commodity.

    Esistono molti altri mercati in cui si scambia grano, ma questi sono senza dubbio quelli più rilevanti a livello finanziario.

    Ma cosa si scambia di preciso su questi mercati? Come abbiamo detto all’inizio di questa guida, ci sono vari metodi per investire in grano, ognuno fa riferimento a strumenti, mercati e strategie diverse.

    I mercati pocanzi descritti scambiano i futures con sottostante il grano, perciò sarà questa la prima modalità di investimento che descriveremo.

    Leggi anche le nostre guide per fare Trading Palladio, Trading Platino e Trading oro.

    Trading grano: investire con i future

    I futures sono contratti a termine standardizzati, nei quali viene sancito un prezzo per una transazione che si completerà in differita.

    L’essere standardizzati significa due cose: i contratti, una volta siglati, non possono essere minimamente modificati da nessuno, il che li rende sicuri.

    Inoltre, questa caratteristica rende possibile eliminare i contratti uguali ma di segno opposto attraverso il concetto di compensazione.

    Come che sia, i futures sono dei derivati decisamente interessanti, sicuri e gestibili, che tuttavia presentano dei problemi, almeno per alcune tipologie di utenti.

    Per accedere al mercato dei futures serve generalmente un intermediario, che può essere tranquillamente la banca di fiducia dell’utente.

    Ora, da un punto di vista della sicurezza si può star ben tranquilli che attraverso un istituto di credito nulla può andare storto, e l’utente sarà tutelato da ogni possibile guaio, come hackeraggi e simili.

    Tuttavia i problemi non mancano. Per accedere a questi contratti c’è bisogno di somme abbastanza elevate, soprattutto considerando altri sistemi come i CFD o gli ETF, di cui parleremo in seguito.

    Le banche richiedono anche onerose commissioni, sia sui depositi che sulle operazioni, le quali aumentano di parecchio le spese a cui deve sottostare l’investitore.

    Va poi considerato che i futures sono legati strettamente al prezzo del grano, e non presentano molte possibilità in caso di crisi di settore.

    Si tratta indubbiamente di un buon sistema per investire in grano, ma poco adatti ai piccoli risparmiatori che potrebbero rimaner soffocati dalle tante spese e commissioni richieste.

    Dato che abbiamo sollevato il problema delle commissioni, vediamo adesso un metodo che non ne prevede praticamente per nulla: i contratti per differenza.

    Leggi anche le nostre guide per imparare a fare trading zucchero, cacao e cotone.

    Trading grano: i contratti per differenza

    Parliamo adesso di una modalità di investimento in piena ascesa, il trading online.

    Questo settore permette l’utilizzo di uno strumento molto interessante, che, come vedremo, elimina alcuni problemi che si sono presentati con i futures.

    Stiamo parlando dei contratti per differenza, detti anche CFD. Anch’essi, come i futures, sono strumenti derivati e si basano proprio sulla quotazione dei futures relativi all’asset.

    La peculiarità maggiore di questi strumenti è la possibilità di investire sia al rialzo che al ribasso, così da reggere ogni possibile urto in caso di periodi depressivi dei mercati.

    Questa caratteristica rende decisamente più flessibili questi strumenti rispetto alla concorrenza, ma andrà tenuto presente che non si andranno ad acquistare davvero l’asset di riferimento.

    Si tratta di strumenti speculativi, ottimi se non si ha interesse ad acquistare il bene sottostante ma solo a fare investimenti.

    Ovviamente, in caso siano previsti, investendo in CFD non è possibile ottenere dividendi.

    Comunque sia, per utilizzare questi strumenti richiede l’intervento di determinate piattaforme intermediarie: i broker.

    Scegliere un buon broker sarà, quindi, il primo passo da compiere per entrare nel mondo degli investimenti in CFD.

    Non è un’operazione semplicissima se non si conosce il settore, in cui circolano anche molte truffe o comunque broker poco affidabili.

    Fondamentalmente bisogna scegliere un broker certificato da una qualche autorevole agenzia di vigilanza finanziaria, come ad esempio la CySEC.

    Ad ogni modo, a breve descriveremo ed analizzeremo 3 delle migliori piattaforme presenti nel panorama: eToro, Plus500 e Trade.com.

    Partiamo proprio da quest’ultima piattaforma e vediamo i motivi per cui va inserita di diritto tra le migliori del settore.

    Trading grano con CFD: Trade.com

    Trade.com è una delle migliori piattaforme del settore, grazie ad una grande offerta di asset disponibili, tra cui ovviamente il grano, e ben due piattaforme operative con cui compiere investimenti.

    Parliamo di WebTrader e MetaTrader4, entrambe sviluppate dalla MetaQuotes Corp., azienda leader per ciò che riguarda la programmazione e lo sviluppo di software per il trading online.

    WebTrader è una buona piattaforma, senza nessun particolare problema e abbastanza adatta ad ogni tipologia di utente.

    Il vero fiore all’occhiello è, però, rappresentato dalla seconda piattaforma: MetaTrader4.

    Molti lettori già conosceranno questa piattaforma, da anni apprezzatissima e molto utilizzata nel mondo del trading online.

    La completezza e la precisione degli strumenti sono di livello assoluto, ma per un novizio non saranno facili da padroneggiare.

    Investi in grano con la migliore piattaforma presente nel mercato, MetaTrader4, grazie ad Trade.com!

    A tal proposito, Trade.com offre un manuale di trading completamente gratuito a tutti gli utenti del broker, così da imparare tutti i segreti di questo mondo.

    Manuali simili sono molto utili poiché fare trading online non è certo semplice e senza una certa preparazione le cose potrebbero andare tutt’altro che in maniera positiva.

    Manuali simili si possono rimediare anche in altri modi, tuttavia non certo in maniera gratuita.

    Impara le migliori strategie di trading grazie al manuale gratuito di Trade.com!

    Per questi motivi Trade.com risulta tra i migliori broker presenti nel settore: la possibilità di utilizzare ben due piattaforme, tra cui MetaTrader4 lo avvicina ad una clientela abbastanza esperto.

    Tuttavia la sola presenta di un utilissimo manuale gratuito lo rende perfetto anche per tutti coloro che vogliano iniziare con zero esperienza.

    Con Trade.com puoi fare anche Trading Soia, Trading Petrolio e Trading Nickel

    Trading grano con CFD: eToro

    Altro broker molto conosciuto, eToro conta ben 4,5 milioni di utenti distribuiti su 140 paesi al mondo.

    Già questo semplice dato ci dice molto dell’importanza nel settore di questo broker, apprezzato soprattutto per l’offerta di strumenti originali che vengono proposti agli utenti.

    Come non citare, a tal proposito, il Copy Trading, probabilmente lo strumento più apprezzato dell’intera offerta.

    Si tratta di uno strumento grazia al quale è possibile replicare l’attività di un qualsiasi altro trader presente sulla piattaforma, per giunta in maniera del tutto automatica.

    Quest’ultimo, inoltre, potrà beneficiare del anche passivamente del Copy Trading, poiché gli verranno corrisposti dei premi in relazione al numero di follower ottenuti.

    Fai investimenti in maniera semplice ed intuitiva grazie al Copy Trading di eToro!

    eToro presenta una solo piattaforma per gli investimenti, sviluppata internamente dagli stessi programmatori societari.

    Si tratta di una buona piattaforma, soprattutto per i novizi, poiché molto semplice da utilizzare e decisamente chiara.

    Caratteristica principale della piattaforma è il suo essere “social”.

    La grande innovazione di eToro è stata proprio quella di rendere il broker molto simile ad un social network, cosa che a quanto pare piace molto agli utenti.

    Sarà possibile, dunque, interagire con altri utenti così da scambiare idee, consigli e strategie di trading in maniera semplice e veloce.

    Sfrutta anche tu l’Area Social di eToro ed iscriviti con soli 200 euro!

    Il profilo che esce da questa analisi è di un broker fondamentalmente adatto ad ogni tipologia di trader, innovativo ed efficace come pochi e con un deposito minimo non certo inaccessibile. Questo è di 200 euro, in linea con ciò che offre il mercato.

    Trading grano con CFD: Plus500

    Ultimo broker che vogliamo descrivere oggi è Plus500, anch’esso da anni in pianta stabile tra i broker più utilizzati del panorama.

    Le caratteristiche di questo broker saranno soprattutto apprezzate da un tipo di clientela inesperta o comunque alle prime armi.

    La piattaforma è proprietaria, e risponde perfettamente ai canoni di semplicità ed intuibilità cercarti dai neofiti del settore.

    Altro punto a favore è costituito dal deposito minimo. Come abbiamo visto il deposito minimo eToro si attesta intorno ai 200 euro, in linea con la media del settore.

    Plus500 invece ha un deposito minimo di soli 100 euro, che permettere di abbattere ancora di più i costi richiesti ad ogni utente per partecipare ai mercati finanziari.

    Utilizza Plus500 per investire in grano, il deposito minimo è di soli 100 euro!

    La questione riguardante i costi non è da prendere sottogamba. In un settore come quello degli investimenti, tutto ciò che può costituire un risparmio risulta come fattore positivo senza alcun dubbio.

    Questo vale solo ciò non va ad inficiare l’offerta effettiva del broker, cosa che non succede assolutamente con Plus500.

    La piattaforma è completa in ogni strumento e il broker presenta un gran numero di asset o funzioni.

    Ad esempio, con Plus500 sarà possibile investire anche attraverso le Opzioni MIBO, il che permette di avere decisamente più frecce al proprio arco.

    Utilizza le Opzioni MIBO per investire in grano o altri asset grazie a Plus500!

    Insomma anche con Plus500 abbiamo un’ottima piattaforma per tutti i gusti, anche se la sua semplicità ed intuibilità la rende particolarmente consigliata per coloro che non hanno ancora maturato esperienza sui mercati finanziari.

    Trading grano: investire con gli ETF

    Rimanendo sempre in tema trading online, vediamo l’ultimo sistema per investire in grano.

    Stiamo parlando degli ETF, un sistema molto utilizzato che, come vedremo, permette una rapida ed efficace diversificazione del proprio portafoglio di investimento.

    Infatti, gli Exchange-Traded Fund non sono altro che panieri, in cui possono ovviamente essere contenuti titoli riguardati questo o quell’altro asset.

    Il vantaggio di utilizzare gli ETF è la diversificazione degli investimenti, sempre utile per non rimanere eccessivamente legato ad un singolo settore, che in caso di crisi potrebbe trascinarvi a fondo con lui.

    Accedere a gli ETF è possibile attraverso due modalità: utilizzando un broker, come quelli che abbiamo già avuto modo di descrivere, o servendosi dell’intermediazione di una banca, un po’ come succede anche con i futures.

    Questa seconda possibilità, però, è poco consigliata per le stesse motivazioni che abbiamo descritto per i futures. Le banche richiederanno, infatti, commissioni anche abbastanza elevate, offrendo livello di sicurezza ed affidabilità non dissimile da quello dei broker.

    Il consiglio, ancora una volta, di orientare la propria scelta proprio nei confronti di questi broker, che come abbiamo già visto, hanno molto da offrire ai propri utenti.

    Non va dimenticato che i broker, rispetto agli istituti di credito, permettono anche investimenti minimi decisamente più bassi, il che è comunque un’ottima cosa, soprattutto nelle prime fasi, in cui ancora non si è maturata la giusta esperienza.

    Ricordiamo, infine, che anche con gli ETF, così come per futures e CFD, è possibile investire attraverso la leva finanziaria, strumento utilissimo per aumentare l’esposizione di un investimento anche se questo dovesse essere modesto.

    Ovviamente si tratta di uno strumento che può essere rischioso, soprattutto per i più inesperti, ma che va comunque padroneggiato data la sua importanza.

    Trading grano: previsioni future

    Abbiamo, così, concluso il discorso relativo alle forme di investimento migliori per investire in grano.

    Per quanto alcuni strumenti siano più consigliati di altri (i CFD sono sicuramente preferibili, soprattutto per ciò che riguarda i meno esperti), nessuna di queste forme di investimento sono perfette, pertanto si dovrà sempre procedere con molta cautela.

    Capire un asset e seguirne tutte le fluttuazioni è una questione ancora più importate rispetto allo strumento scegliere.

    Per fare ciò, in primis, si dovrà capire quali sono i fattori che possono influenzarne l’andamento.

    Da questo punto di vista il grano sembra un settore semplice, non necessariamente legato ad altri mercati o a logiche geopolitiche sotterranee come altre materie prime.

    Ciò che andrà tenuto d’occhio sarà ovviamente la produzione del grano e il rapporto con il consumo, o come dicono gli anglofoni “stocks to use ratio”.

    Ovviamente le condizioni meteorologiche sono anch’esse molto importanti. Tutti questi dati sono comunque facilmente consultabili e pubblicati da i vari Ministeri dell’Agricoltura di ogni paese.

    Si può facilmente notare che il grano, rispetto ad altre materie prime, risponde a logiche molto semplici e di facile previsione.

    È proprio questo a renderlo un asset apprezzato, che difficilmente deluderà investitori e produttori.

    Trading grano: andamento in tempo reale

    Nella tabella qui di seguito è presente un grafico con l’andamento in tempo reale delle quotazioni del grano sui mercati

    Se gli aspetti di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente riguardavano principalmente l’analisi fondamentale, questo tipo di grafici è di fondamentale importanza per produrre una buona analisi tecnica.

    Trading grano: considerazioni finali

    Arrivati a termine di questa guida, non possiamo che fare il punto dei temi più importanti, per poi concludere con alcuni consigli utili.

    Tra le tre forme di investimento proposte, i CFD hanno l’enorme vantaggio di potersi adattare ad ogni situazione possibile, grazie alla possibilità di investire sia al rialzo che al ribasso.

    Ricordiamo che questa caratteristica risulta maggiormente utile quando parliamo di grano, poiché basterebbe semplicemente che le condizioni meteorologiche siano sfavorevoli per complicarne la situazione sui mercati.

    Pertanto la flessibilità di questo strumento risulta molto utile.

    Inoltre i costi richiesti da questa forma di investimento sono assolutamente inferiori rispetto alle altre, il che permette di certo un ingresso più agevole per i nuovi utenti.

    Proprio a questi sono risolti i nostri consigli finali.

    Per quanto sia semplice accedere al trading online, anche poche decine di euro possono permettervi di compiere i primi investimenti, si tratta di un settore molto complesso, che solo con impegno e studio potrà regalare qualche soddisfazione.

    A tal proposito, un buon modo per fare esperienza senza correre rischi è utilizzare gli account demo.

    Si tratta di simulazione con quotazioni in tempo reale ma capitale fittizio, che consentiranno agli utenti di familiarizzare con strumenti e broker senza impiegare nemmeno un euro.

    Alla pratica va, ovviamente, affiancata la teoria, pertanto studiare la materia in ogni suo aspetto sarà il primo obiettivo per ogni nuovo aspirante trader.

    Infine, evitare assolutamente ogni broker che non risulti certificato, oltre alle numerose truffe, potreste sempre imbattervi in un broker facilmente penetrabile da attacchi hacker, che metterebbero a serio rischio i vostri investimenti.

    Per questo, avvalersi di broker sicuri, affidabili e di qualità come eToro, Plus500 o Trade.com è importante per compiere investimenti nella condizione migliore possibile.

    Trading Grano
    Come fare trading grano?

    Oggi si può investire in grano facilmente anche da casa grazie ai broker che offrono CFD: si tratta di piattaforme legali e vantaggiose per operare online.

    Il trading grano conviene?

    Nel mercato delle materie prime poche sono vantaggiose quanto il grano. Si tratta di un bene con alta domanda mondiale e forti oscillazioni giornaliere.

    Previsioni per il trading grano?

    Questa materia prima è facile da leggere visto che si tratta di un bene tra i più comuni e con notizie che lo riguardano che escono ogni giorno. L’analisi fondamentale tornerà molto utile per fare previsioni.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.