Azioni petrolio: Guida alle azioni petrolifere da comprare

Il momento migliore per acquistare un titolo è spesso quando nessun altro lo desidera. Le azioni del petrolio rientrano in quella categoria non amata in questo momento e per questo abbiamo deciso di analizzarle in modo approfondito.

I prezzi del petrolio sono mossi da uno squilibrio fra domanda e offerta, dalla spinta per gli investimenti e dalle preoccupazioni per un rallentamento globale legato al coronavirus.

CorsoTradingOnline.net è un punto di riferimento per gli investitori che cercano una guida imparziale e analitica sui mercati e sulle azioni petrolifere in particolare.

L’attuale crisi è un’opportunità di investimento per le azioni legate al petrolio?

Lo scopriremo leggendo questa guida che parte con la scelta dei Broker di Borsa più adatti a negoziare questi titoli in borsa, fra gli intermediari eToro, si fa notare anche per il suo sistema di Trading automatico.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: obrinvest
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    75,80% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capital
    Deposito Minimo: 20€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma Metatrader MT4
  • Decine di criptovalute
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Comprare azioni petrolifere conviene?

    Ci sono una serie di ragioni per cui un investitore potrebbe non voler acquistare azioni petrolifere oggi, ma ci sono anche delle ragioni per acquistarle vero?

    Ad esempio, i prezzi del petrolio e del gas naturale sono bassi a causa di uno squilibrio tra domanda e offerta. Queste sono materie prime, quindi la situazione non è in realtà una stranezza.

    Nel tempo, i prezzi bassi di solito spingono i giocatori più deboli fuori dal mercato dell’energia e portano i giocatori più forti a ritirarsi dall’offerta. Ciò dovrebbe, alla fine, uniformare l’offerta e la domanda.

    azioni petrolifere

    La questione energetica è notevole, con gli investitori che spingono fortemente i grandi operatori finanziari a cedere le scorte energetiche. Va bene, ma la verità più ampia è che petrolio e gas naturale sono parti vitali del quadro energetico globale e rimarranno tali per gli anni a venire.

    Alla fine questi carburanti saranno sostituiti, ma tutto ciò richiederà tempo. Il petrolio e le compagnie che lo producono non andranno via presto.

    Come comprare azioni petrolio

    Le grandi compagnie petrolifere ci possono sembrare inarrivabili e le loro azioni difficili da acquistare ma non è del tutto vero.

    Si può investire in azioni del petrolio anche da casa con un PC e una connessione internet, basta utilizzare i CFD.

    Questi contratti per differenza (i CFD) sono dei derivati che copiano il prezzo delle azioni e permettono di investire (al rialzo o al ribasso) senza pagare commissioni di trading.

    Si tratta di investimenti sicuri e regolamentati al pari di ETF, Bond, Obbigazioni, ecc. Ma vediamo pregi e difetti di questi strumenti:

    • Sono negoziabili direttamente online in totale sicurezza e permettono l’utilizzo della leva finanziaria, un moltiplicatore che permette ad esempio di negoziare per 3.000 euro avendone solo 100 sul conto.
    • Si può investire sia al rialzo che al ribasso e guadagnare (se la previsione è corretta) in ogni scenario di mercato. Non si pagano commissioni e il deposito minimo va dai 100 ai 250 euro.

    Ma c’è anche un difetto: non si partecipa ai dividendi azionari visto che non si entra realmente in possesso delle azioni, ma si specula solo sulle variazioni di prezzo.

    Per negoziare i CFD bisogna affidarsi a dei Broker autorizzati e regolamentati come eToro, OBRinvest e Trade.com che descriviamo meglio nei paragrafi seguenti.

    eToro

    eToro è un Broker sicuro e affidabile, il più diffuso al mondo e permette di negoziare sia Azioni che Materie prime, Indici, Criptovalute, ecc.

    La piattaforma di trading è molto intuitiva e offre tutti gli strumenti e gli indicatori indispensabili agli investitori più esigenti.

    La sicurezza di questo intermediario è garantita dall’autorizzazione CONSOB e da altre licenze operative internazionali.

    Questo Broker è diventato così popolare soprattutto a causa di uno strumento di Trading automatico denominato Copy Trading, che permette di copiare l’operatività dei migliori trader al mondo (fra gli investitori eToro) in maniera totalmente automatica e gratuita.

    Il Copy Trading funziona in questo modo:

    • Ci si registra su eToro.
    • Nella sezione Persone si scelgono i trader da copiare, in base alle loro performance.
    • Con un click il Copy Trading ricopierà le operazioni dei trader scelti, sul vostro conto.
    • A quel punto otterrete gli stessi rendimenti di questi esperti di trading (in proporzione a quanto investito su di loro), senza fare nulla.

    Per scoprire quanto guadagnano i trader che potresti copiare clicca qui

    Sia il Copy Trading che il trading “manuale” si possono testare anche su conto Demo gratuito, con denaro virtuale, senza correre rischi.

    Clicca qui per iscriverti gratis su eToro

    Per maggiori dettagli puoi leggere la nostra recensione completa su eToro.

    OBRinvest

    OBRinvest è un broker adatto ad acquistare qualsiasi titolo azionario con i CFD ed è considerato molto affidabile.

    Per andare incontro alle esigenze degli investitori mette a disposizione due piattaforme di trading:

    • La piattaforma web, semplice e accessibile, è apprezzata per la facilità di utilizzo e per l’accesso da qualunque browser web, senza scaricare niente.
    • La famosa Metatrader 4, la piattaforma di investimento più usata nel trading online, molto tecnica e ricca di indicatori e strumenti personalizzabili.

    Clicca qui per iscriverti gratis su OBRinvest

    OBRinvest pone molta attenzione alla formazione dei trader e per questa ragione offre gratuitamente a tutti un corso di trading in formato ebook, che permette di imparare le basi del’analisi tecnica.

    Clicca qui e scarica gratis il corso di trading

    Uno step successivo è quello fornito, sempre in modo gratuito, dai Segnali di trading offerti da OBRinvest ai suoi utenti attivi. Si tratta di indicazioni operative molto affidabili, elaborati dalla Trading Central, che vengono inviati ai trader in modo automatico.

    Per ricevere gratis i Segnali di Trading di OBRinvest, clicca qui.

    Leggi la nostra recensione su OBRinvest per maggiori informazioni.

    Trade.com

    Questo Broker è autorizzato dalla CONSOB che vigila sugli operatori di borsa in Italia, ma ha anche ottenuto la licenza FCA per il Regno Unito, un’autorizzazione che non tutti gli intermediari riescono a farsi rilasciare.

    Le licenze sono alla base della sicurezza e solo i Broker autorizzati dovrebbero essere presi in considerazione per fare trading.

    La piattaforma di Trade.com è accessibile da qualsiasi browser e per gli amanti dello smartphone è disponibile anche un’App per Android e iOS.

    Trade.com pemette di negoziare su numerosi asset quali Indici, Materie prime, Criptovalute, e ovviamente i principali titoli azionari.

    Per testare la piattaforma, Trade.com offre a tutti un conto Demo totalmente gratuito.

    Clicca qui per iscriverti gratis su Trade.com

    Comprare azioni petrolio conviene?

    Il mercato petrolifero è andato completamente in disordine dopo la decisione della Russia e dell’OPEC di avviare una guerra dei prezzi. Il calo del prezzo del petrolio visto dopo l’annuncio dell’OPEC che avrebbe volutamente ridotto i prezzi è stato a dir poco brutale.

    L’obiettivo finale di questa guerra, tuttavia, è quello di limitare il boom degli scisti statunitensi, non di abbassare permanentemente i prezzi del petrolio.

    Resta da vedere se lo sforzo avrà successo o meno, ma è probabile che il dramma a breve termine per gli investitori sia molto reale. E questa potrebbe essere un’opportunità per gli speculatori di fare affari incredibili, se puntano sulle società costruite per sopravvivere in un mercato altamente ciclico come quello del petrolio.

    L’industria petrolifera e del gas è composta da società coinvolte nell’esplorazione, estrazione, raffinazione e trasporto di prodotti petroliferi e del gas. L’industria comprende anche aziende che forniscono servizi di perforazione e manutenzione.

    In questo momento molte aziende petrolifere sono in crisi, quindi bisogna fare attenzione nella scelta delle azioni legate al petrolio, alcune potrebbero non sopravvivere e gli indicatori di trading possono fornire un aiuto concreto nella valutazione di questi titoli.

    Oltre alle azioni ci sono anche altre possibilità d’investimento nel settore petrolifero come gli ETF sul petrolio.

    Migliori azioni petrolio: quali scegliere?

    La nostra top 10 comprende società petrolifere da USA, Italia e non solo: scopriamola.

    SocietàDove è quotataTickerRating
    ExxonMobilNew YorkXOM⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
    ChevronNew YorkCVX⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
    AramcoRiyad2222⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
    EniMilanoENI⭐️⭐️⭐️⭐️
    Enterprise ProductNew YorkEPD⭐️⭐️⭐️⭐️
    RepsolMadridREP⭐️⭐️⭐️⭐️
    Royal Dutch ShellAmsterdamRDSA⭐️⭐️⭐️⭐️
    British PetroleumLondraBP⭐️⭐️⭐️⭐️
    NovatekMoscaNOVKY⭐️⭐️⭐️
    GazpromMoscaGAZ⭐️⭐️⭐️

    La pandemia di COVID-19, insieme all’Arabia Saudita e alla guerra della Russia per il dominio della quota di mercato globale, ha messo in ginocchio gran parte dell’industria petrolifera.

    Abbiamo già visto alcune aziende fallire e altri fallimenti sono in arrivo mentre lo squilibrio tra domanda e offerta peggiora di continuo. Ciò rende gran parte delle azioni petrolifere un campo minato per gli investitori.

    Ma anche all’interno di questo campo minato vi sono delle società ben capitalizzate e diversificate che hanno sia l’organizzazione sia la forza patrimoniale per affrontare e superare questa crisi, vediamone alcune.

    ExxonMobil

    Exxon Mobil è una delle maggiori società energetiche integrate esistenti. Sta usando i bassi prezzi del petrolio per investire a buon mercato nella nuova produzione, dove prevede di spendere fino a $ 35 miliardi all’anno fino al 2025.

    Una grossa fetta di questi $ 35 miliardi l’anno è stato destinato agli investimenti petroliferi statunitensi nella terraferma. Il management stima che questo investimento possa ottenere un rendimento del 10% con petrolio a partire da $ 35 al barile.

    Per queste ragioni gli analisti ritengono le azioni ExxonMobil un buon titolo sul quale puntare.

    Guarda la quotazione ExxonMobil in tempo reale cliccando qui

    Chevron

    La chiave da ricordare qui è che né la Russia né l’OPEC vogliono davvero che il petrolio costi $ 30. Preferirebbero prezzi molto più alti.

    Quello che stanno cercando di fare è uccidere i giocatori più deboli nel settore petrolifero statunitense e Chevron non è fra questi.

    Anche questa azienda sta investendo pesantemente nello spazio energetico degli Stati Uniti, come Exxon, e crede di poter fare soldi lì anche con i bassi prezzi del petrolio

    I suoi piani prevedono investimenti di capitale per circa 20 miliardi di dollari l’anno a breve termine e le azioni Chevron dovrebbero giovarne.

    Guarda la quotazione Chevron in tempo reale cliccando qui

    Aramco

    comprare azioni aramco

    Aramco è una delle maggiori compagnie petrolifere al mondo, posseduta quasi al 100% dal governo saudita ovviamente non può fallire, perchè dovrebbe fallire l’intera Arabia Saudita ed è poco plausibile.

    Il titolo Aramco è quotato alla borsa saudita di Tadawul e le regole saudite rendono difficile per gli investitori stranieri acquistare quote di queste azioni in borsa.

    Ma per fortuna con i CFD è possibile investire anche su questo titolo molto facilmente e gli analisti sono concordi sul fatto che a lungo termine si tratti di un buon investimento.

    Guarda la quotazione Aramco in tempo reale cliccando qui

    Eni

    Comprare azioni Eni

    Eni SpA sembra convincente al momento. Dati i solidi fondamentali dell’azienda e le stime positive, sembra che questo sia il momento giusto per aggiungere il titolo Eni al portafoglio.

    Si tratta di uno dei principali operatori energetici integrati del mondo. Il guppo si occupa di sfruttamento, produzione di petrolio e di gas naturale.

    Eni trasporta e immagazzina idrocarburi oltre a occuparsi della raffinazione degli stessi e della distribuzione dei prodotti finali in oltre 70 nazioni.

    Attualmente gli analisti ritengono il titolo un buon acquisto visti i prezzi vicini ai minimi storici.

    Guarda la quotazione Eni in tempo reale cliccando qui

    Enterprise Products

    Enterprise Products Partners è una società di medie dimensioni, molto diversa dai colossi di cui abbiamo parlato finora.

    Con un portafoglio di risorse infrastrutturali vitali che sarebbe difficile, se non impossibile, replicare, Enterprise si è ritagliata uno spazio non indifferente fra le aziende petrolifere in forte espansione.

    Il problema più grande per Enterprise è probabilmente la domanda. Non essendo un colosso come Exxon o Chevron non può sopportare ancora a lungo un calo della domanda e dunque è un investimento a breve termine da rivalutare man mano che i prezzi del petrolio risalgono.

    Guarda la quotazione Enterprise Product in tempo reale cliccando qui

    Repsol

    Repsol è una compagnia petrolifera tra le più note al mondo. Con sede a Madrid, ha trascorso un 2020 piuttosto impegnativo a causa della crisi da coronavirus.

    La inseriamo nella nostra top 10 proprio perché il calo di prezzo l’ha resa estremamente appetibile, in attesa di una sua risalita che dovrebbe coincidere con la ripresa dell’economia mondiale (che potrebbe ripartire già nei prossimi mesi).

    Se ci orientiamo al medio-lungo termine, Repsol potrebbe diventare una delle sorprese del biennio 2021/2022.

    Royal Dutch Shell

    Quando si parla di azioni petrolifere, non si può non nominare Royal Dutch Shell.

    A livello europeo siamo nel campo dei colossi del settore, dal momento che la compagnia è considerata una delle 4 più importanti del Vecchio Continente.

    La sua sede è nei Paesi Bassi, ad Amsterdam, e le sue attività coinvolgono anche il settore chimico oltre a quello energetico. Royal Dutch Shell ha condiviso una sorte simile a molti altri attori dell’industria petrolifera, perdendo in poco tempo il 50% della propria quotazione azionaria con i primi lockdown del 2020.

    Allo stesso modo, però, oggi il titolo è in forte ripresa e il trend in corso potrebbe rappresentare l’inizio di un’interessante bull run.

    British Petroleum

    Rimaniamo in Europa per parlare di British Petroleum, gruppo petrolifero londinese considerato tra i più importanti al mondo.

    Non è solo questo però il motivo per cui BP è presente nella nostra classifica: conoscendo la solidità del gruppo, infatti, riteniamo che il suo titolo sia uno di quelli con i maggiori margini di crescita.

    Il livello attuale, infatti, è ben al di sotto il reale valore di mercato. Anche qui, la crisi innescata dal coronavirus ha lasciato strascichi importanti ma la situazione è destinata a cambiare già da qui a un anno.

    Novatek

    Un altro paese tra i più importanti produttori petroliferi è la Russia. Novatek è la principale compagnia del gas che opera sul territorio ma il suo nome è ben noto anche nel mondo del petrolio.

    L’investimento su questo titolo è consigliato a chi cerca delle azioni stabili, con volatilità estremamente ridotta, magari con un orientamento al lungo termine per compensare investimenti più rischiosi.

    Il settore del petrolio in Russia è nelle mani di pochi e ciò, per quanto eticamente abbia sollevato diverse discussioni, fornisce garanzie piuttosto specifiche per quanto riguarda l’andamento dei titoli.

    Gazprom

    Concludiamo la nostra classifica rimanendo in territorio russo.

    Roman Abramovich è un nome noto anche agli appassionati di sport ma la sua fortuna deriva da Gazprom, una delle maggiori compagnie petrolifere ed energetiche della Russia.

    A differenza di Novatek, qua siamo davanti ad azioni più volatili. Sui mercati il titolo Gazprom fa faville, incontrando sempre il favore degli investitori.

    L’attività del gruppo è favorita non solo da un territorio decisamente ricco dal punto di vista di petrolio, gas naturale e altre risorse, ma anche dal ruolo di Abramovich stesso, che opera in posizione di oligarchia.

    Azioni Petrolio

    Conclusioni

    L’acquisto di azioni legate al petrolio e al gas naturale potrebbe non essere adatto a tutti.

    Detto questo, la nebbia della guerra dei prezzi tra Russia e OPEC sta facendo sì che anche le azioni delle grandi aziende siano incredibilmente economiche. Exxon, Chevron ed Enterprise sono ben gestite ma anche Eni e Aramco hanno dei fondamentali solidi.

    Sono sopravvissute in periodi in cui i prezzi del petrolio erano ai minimi e dunque hanno altissime probabilità di superare anche questo periodo difficile e prosperare di nuovo quando i prezzi del petrolio saliranno.

    Oltre ai titoli sui quali puntare, questa guida cerca di indirizzare anche la scelta dei Broker da utilizzare nel trading online, soprattutto per farvi evitare i numerosi broker offshore, senza alcuna licenza, che rendono gli investimenti oltremodo pericolosi.

    I trading online è di per sè rischioso, non è necessario aggiungere anche intermediari truffaldini all’equazione. Scegliete solo Broker sicuri come quelli proposti in questo articolo e preferibilmente testateli prima in Demo.

    Comprare azioni petrolifere conviene?

    Comprare azioni petrolifere conviene solo se si scelgono le aziende giuste, i prezzi bassi non significano sempre un potenziale profitto.

    Come comprare azioni legate al petrolio?

    I Broker CFD sono gli intermediari ideali per negoziare titoli legati al petrolio senza pagare commissioni.

    Che Broker scegliere per investire in azioni petrolifere?

    eToro è il Broker più adatto per investire in azioni petrolifere e uno dei pochi ad offrire un sistema di Trading automatico davvero efficiente.

    E’ un buon momento per comprare azioni petrolifere?

    Gli attuali prezzi del petrolio rendono questo un ottimo momento per investire in azioni petrolifere.

     
    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]
    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.