Supporti e Resistenze: cosa sono e come usarli al meglio

Erano gli inizi del 1900 quando Charles Dow pose le basi di quella che oggi conosciamo come analisi tecnica, elaborando una sua teoria. Da quella originaria teoria si è diffuso l’utilizzo degli indicatori tecnici, compresi quelli di cui parliamo oggi: supporti e resistenze.

Dow il primo a dire che tutte le informazioni rilevanti sul titolo in esame vengono poi espresse nell’andamento del prezzo e ci ha insegnato che “la storia si ripete”.

Ciò significa che è possibile prevedere l’andamento delle quotazioni di un titolo studiando il suo passato e rivelandone gli aspetti ciclici.

In questa guida andiamo a scoprire supporti e resistenze, analizzando:

  • cosa sono e quanto sono affidabili
  • come utilizzarli al meglio
  • quali sono le migliori piattaforme per sfruttarli

Prima di cominciare ti segnaliamo che, se non hai ancora dimestichezza con supporti e resistenze, con eToro hai l’opportunità di copiare, in modo completamente gratuito, quello che fanno i migliori professionisti del trading online.

Come? Grazie al Copy Trading, software innovativo che consente di individuare i migliori trader del mondo (massimo guadagno, minimo rischio) e copiarli automaticamente.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capital
    Deposito Minimo: 20€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma Metatrader MT4
  • Decine di criptovalute
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Supporti e Resistenze: cosa sono?

    Chiunque abbia letto un libro di trading sa perfettamente di cosa stiamo parlando. Supporti e resistenze sono tra i principali indicatori di analisi grafica, ovvero una branca fondamentale dell’analisi tecnica.

    L’analisi grafica consiste nella ricerca di particolari forme, chiamate dagli esperti strutture grafiche. Parliamo di quelle configurazioni e figure che se lette in maniera corretta aiutano a prevedere l’andamento dei prezzi.

    • Si definisce Supporto: un certo livello di prezzo o quota di mercato dove avviene un arresto dell’andamento dei prezzi al ribasso.
    • Si definisce Resistenza: un certo livello di prezzo o quota di mercato dove avviene si blocca l’andamento del prezzo al rialzo.

    supporti e resistenze di mercato

    Alla base della formazione di un supporto o di una resistenza il fattore più influente è la concentrazione di acquisti o vendite intorno a una determinata area di prezzo.

    Quando si forma una linea di supporto significa che la concentrazione di acquisti è riuscita a bloccare una ulteriore discesa dei prezzi. In altre parole, ogni qual volta il prezzo si avvicina al supporto i compratori acquisiscono maggiore forza sul mercato, impedendo al prezzo di scendere al di sotto di una determinata quota.

    Quando si forma una resistenza, invece, è la concentrazione delle vendita a impedire che il prezzo cresca ulteriormente. In questo caso quando il prezzo si avvicina alla Resistenza i venditori partecipano in gran numero al mercato, facendo sì che i trend rialzisti si arrestino.

    Supporti e Resistenze: sono affidabili?

    Il discorso sull’affidabilità dei segnali provenienti da indicatori grafici e tecnici è sempre il più delicato. I segnali sono la merce preferita dagli investitori, perché è in base ad essi che vengono definite le strategie di trading.

    Fino a che punto sono affidabili supporti e resistenze? Come ogni altro indicatore c’è da dire che la risposta è “dipende”. La loro affidabilità dipende da quanto sono riusciti a contrastare gli “attacchi” subiti in passato.

    Per dirla in modo semplice, ogni qual volta che un livello di supporto o resistenza viene testato dal prezzo senza che si verifichi una sua rottura, quel determinato livello di prezzo si rafforza e diventa più difficile da superare e quindi più affidabile per gli investitori.

    La rottura di un supporto o resistenza (chiamata in gergo tecnico “breakout“) è quel fenomeno che determina il superamento del livello di prezzo precedente in modo definitivo. Questo è un importantissimo segnale di trading rialzista o ribassista a seconda dei casi.

    La penetrazione o rottura di un livello di supporto o resistenza può avere molte cause:

    • Forti eventi positivi: nel caso di titoli aziendali, ma anche su mercati generici, quando si verifica un evento molto positivo può verificarsi una rottura di Resistenza. Le notizie positive possono finalmente spingere il prezzo verso l’alto perché gli acquirenti si gettano in massa nel mercato e la forte domanda sul titolo tende a far rialzare i prezzi.
    • Forti eventi negativi: allo stesso modo quando su un titolo o altro mercato si abbattono eventi e notizie negative ben presto il mercato reagirà con vendite in massa e questo porta alla rottura del supporto che in precedenza teneva a galla il prezzo.
    • Emotività del mercato: non sempre è la legge della domanda e dell’offerta a scatenare i mercati in un senso o nell’altro. A volte basta il fattore emotivo per determinare la formazione di un supporto o resistenza, ma anche la loro rottura. Un classico esempio di quanto conti l’emotività del mercato sono le cifre tonde, come ad esempio la quota 100 o 1000 o 10000 di un prezzo.
    • Semplici previsioni: altre volte bastano anche semplici previsioni sull’andamento dei prezzi negli ultimi tempi a determinare la rottura di un supporto o resistenza.

    supporti e resistenze

    Come individuare Supporti e Resistenze

    Abbiamo accennato al fatto che Supporti e Resistenze sono indicatori “grafici”, questo significa che ogni analista può tracciarli da solo direttamente sul grafico di prezzo dell’asset preso in esame.

    Per utilizzare supporti e resistenze in maniera efficace non c’è bisogno di fare calcoli matematici complessi. Non bisogna avere particolari conoscenze riguardanti i mercati o l’analisi tecnica, basta tracciare le linee sui livelli di massimo e minimo del mercato nella maniera corretta.

    Le linee possono essere tracciate orizzontalmente (e in questo caso si parla di supporto o resistenza statica), ma anche in senso obliquo (e qui si parla di supporti e resistenze dinamiche).

    Nel primo caso il livello di prezzo è un punto preciso e costante nel tempo, invece nel secondo caso si può parlare di trend line ovvero linee di tendenza. Esse cambiano con il passare del tempo.

    tracciare-una-trend-line-di-resisitenza

    Come calcolare Supporti e Resistenze

    Come si può individuare la formazione di supporti statici o di resistenze statiche?

    • Supporto statico: quando il prezzo rimbalza due o più volte sul medesimo minimo del mercato.
    • Resistenza statica: quando il prezzo rimbalza due o più volte dalla stessa area di mercato, assimilabile all’ultimo massimo del mercato.

    Il momento decisivo e più importate da osservare in fase di trading è quello di breakout. Quando le rotture si verificano causano un fenomeno molto particolare: supporti e resistenze si cambiano di ruolo. Quindi:

    • se il prezzo supera un livello di resistenza questo diventa automaticamente un supporto.
    • se il prezzo supera un livello di supporto questo diventa automaticamente una resistenza.

    Quando le rotture possono essere considerate affidabili?

    Un breakout è da considerarsi tale solo se, dopo che è avvenuto, il prezzo continua con decisione la sua corsa verso l’alto o verso il basso. Se il mercato continua a indugiare nei pressi del vecchio livello di supporto o resistenza significa che si potrebbe essere davanti a un falso segnale.

    supporti e resistenze cambio ruolo

    Come si può notare dall’immagine soprastante i punti 1 e 2 rappresentano la formazione di una resistenza, ma quando alla fine si verifica il breakout rappresentato dal superamento della linea tratteggiata da parte della linea che rappresenta il prezzo, la stessa linea tratteggiata viene ad assumere il ruolo di supporto per il nuovo andamento di mercato.

    Come ovvio, non in tutti i casi il prezzo testerà il nuovo livello di supporto più volte. Se la nuova tendenza rialzista che ha portato al breakout è forte abbastanza il prezzo potrebbe spingersi anche molto in alto prima che arrivino le prime serie correzioni sul nuovo andamento.

    Tuttavia, spesso accade che il mercato continui a ritenere importante il precedente livello di supporto o resistenza ed è quindi possibile che si verifichi un pullback. Venditori e compratori tendono a piazzare ordini di vendita e di acquisto in corrispondenza di importanti livelli tecnici e per questo la loro validità viene spesso riconfermata.

    Fare trading con Supporti e Resistenze

    Quando si presentano segnali operativi grazie ai breakout è necessario farsi trovare pronti e aprire posizioni al momento giusto.

    Quando ti trovi a fare analisi su un certo livello di prezzo del mercato e individui un supporto o una resistenza molto ben saldi, allora puoi pensare di trarre profitto da questa situazione in due modi principali:

    1. Aspettando il breakout dei prezzi e la nascita di una nuova tendenza
    2. Aspettando il rimbalzo del prezzo e quindi facendo trading sul pullback

    Tuttavia, bisogna ricordare che fino a quando il prezzo di un titolo rimane compreso tra i livelli di supporto e resistenza il trend in corso è destinato a continuare. Come abbiamo accennato, la rottura di un supporto o resistenza non sempre genera un nuovo trend.

    Per i traders meno esperti è sconsigliato operare nelle aree di supporto o resistenza perché qui la volatilità dei titoli e valute può schizzare alle stelle. Così anche i movimenti di mercato possono farsi imprevedibili e di difficile lettura.

    La regola per qualsiasi investitore è quella di non piazzare mai ordini in diretta corrispondenza di un livello di supporto o resistenza. Sempre meglio aspettare che il prezzo si discosti un po’ dall’area a rischio prima di pensare di piazzare il proprio eseguito sul mercato.

    Ricorda sempre: l’affidabilità dello strumento è direttamente proporzionale all’abilità nel tracciare sul grafico le linee. Se l’indicatore è stato tracciato bene allora è possibile considerare la resistenza agli attacchi del prezzo come un buon fattore di affidabilità dei segnali generati.

    Se pensi di non avere ancora le competenze necessarie, hai due soluzioni semplici e gratuite:

    • studiare dal corso gratuito di ForexTB, disponibile per il download con una semplice registrazione, che ti spiegherà per filo e per segno come funzionano supporti e resistenze, come individuarli e come analizzarli per elaborare le tue strategie;
    • copiare dai professionisti su eToro, affidandoti alla loro esperienza grazie al Copy Trading, uno strumento che ti permette di osservare il loro modo di operare e, al tempo stesso, di ottenere i loro stessi profitti fin da subito.

    Supporti e Resistenze: segnali di trading

    Se vuoi investire con con questo strumento è molto importante imparare a valutare la forza dell’indicatore. Solo così puoi prendere decisioni valide e fare trading con consapevolezza. Ecco 3 fattori ai quali prestare particolare attenzione:

    • Volume di mercato: intorno a supporti e resistenze possono concentrarsi grandi volumi di mercato. Ciò significa che possono esserci molti investitori attivi in quel momento che aggiungono liquidità al mercato. Maggiori sono i volumi e maggiore è la probabilità che un supporto o resistenza si rompano.
    • Fattore tempo: anche il tempo è una variabile importante per valutare la forza di un supporto o resistenza. Tanto più tempo è passato da quando si è formato un certo livello di prezzo, tanto più esso sarà solido e affidabile. Allo stesso tempo più recente è un livello di supporto o resistenza, tanto meno esso dovrà essere considerato affidabile.
    • Distanza dal livello: inoltre, c’è un fenomeno di attrazione da considerare. Quando il prezzo non si è ancora molto distanziato da un supporto o resistenza, molti traders tendono a tornare sui loro passi cercando di riportare il prezzo ai suoi livelli precedenti. Maggiore è la distanza dalla quota di prezzo di supporto o resistenza, maggiore è la sua affidabilità.

    Per non perdere nemmeno uno di questi segnali, puoi iscriverti gratuitamente a ForexTB e approfittare dei suoi Segnali di Trading. In questo modo sarai sempre a conoscenza dei momenti migliori per entrare a mercato, con un servizio professionale che ti viene fornito senza alcun costo.

    Registrati gratuitamente su ForexTB e approfitta dei Segnali di Trading gratuiti

    Come guadagnare con Supporti e Resistenze

    Lo strumento più consigliato da usare per investire con supporti e resistenze sono i CFD, un potente strumento di investimento che mette in condizione il trader di speculare al massimo dai movimenti di prezzo che si verificano sui più svariati mercati finanziari.

    Con i CFD si possono sfruttare tutti i movimenti di mercato che si generano intorno ai livelli di supporto e resistenza.

    Ecco in 2 punti come prendere decisioni di mercato in con i CFD in base alle indicazioni che arrivano da supporti e resistenze:

    • Entrata a mercato Long: se vuoi comprare devi attendere il breakout di un livello di resistenza che si trasforma, quindi, in supporto. Il prezzo tenderà in seguito a salire e tu potrai guadagnare finché la nuova tendenza non perde la sua forza. Imposta quindi l’ordine pochi pips al di sopra del nuovo supporto, mentre lo stop loss andrà impostato qualche pip al si sotto del nuovo supporto.
    • Entrata a mercato short: allo stesso modo se il prezzo rompe un livello di supporto con decisione al ribasso  viene a formarsi una resistenza. Il prezzo a questo punto con ogni probabilità continuerà a scendere. Invia l’ordine di vendita qualche pip al di sotto della nuova resistenza ed imposta lo stop loss qualche pip al di sopra.

    La migliore piattaforma disponibile per il trading in CFD è senza dubbio eToro, che ti mette a disposizione anche un conto demo gratuito per testare tutti i suoi strumenti gratuitamente, senza vincoli e senza limiti.

    Conclusioni

    In questa guida abbiamo visto che Supporti e Resistenze hanno un grande potere e sono strumenti eccellenti per leggere le diverse situazioni di mercato.

    Inizia subito a fare pratica con questo indicatore e scopri come tracciare delle semplici linee su un grafico può cambiare le tue performance sui mercati finanziari.

    Approfitta dei conti demo gratuiti per accumulare esperienza, registrandoti su:

    Cosa indicano supporti e resistenze nel grafico?

    Questi valori indicano livello dove il prezzo tende a congestionare, determinando livelli di minimo (supporti) o di massimo (resistenze).

    Come individuare supporti e resistenze?

    Dalla semplice analisi grafica sarà possibile individuare questi livelli, osservando la chiusura delle candlestick. Se almeno 4 candele chiudono in un preciso punto, sarà possibile parlare di livello di supporto/resistenza.

    Come negoziare con i supporti e le resistenze?

    Molto semplice, si entra a mercato in caso di rottura di uno di questi livello, con lo Stop Loss poco sotto il support o la resistenza appena superata.

    Quale piattaforme è adatta per operare con supporti e resistenze?

    Sicuramente la Metatrader, anche per la sua facilità nel tracciare linee operative che diventeranno supporti o resistenze.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]
    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.