Ultimate magazine theme for WordPress.

Onde di Elliott: indicatore per strategie vincenti nel trading

0

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

La teoria delle onde di Elliott, elaborata all’inizio del XX secolo, è tra le più interessanti mai formulate sui mercati e le rispettive leggi che li regolano.

In pratica, Elliot ha scoperto che i mercati non si muovono in maniera casuale, ma seguono determinati cicli che si ripetono.

I movimenti, divisi in fasi di cinque onde di tendenza e tre di consolidamento, risultano essere influenzati dai comportamenti umani.

La teoria è stata definita mediante regole precise e grafici, così da essere applicata da diversi investitori nel corso del tempo.

In effetti, il successo di tale teoria è stato segnato dalle molteplici applicazioni trovate in campo pratico, imponendosi come base fondamentale nel mondo degli investimenti.

Anche se tale teoria risulta complessa da comprendere e da applicare. Risulta realmente interessante per conoscere le relazioni che legano le dinamiche di mercato a quelle della psiche umana

Con questa guida, i novizi trader potranno apprendere le informazioni necessarie riguardo lo sviluppo e l’utilizzo di tale teoria, così da comprendere come utilizzarla a proprio favore. Inoltre, proponiamo una delle soluzioni d’investimento migliori per investire con le onde di Elliott: piattaforme di trading online CFD come quella di 24option (scoprila qui).

Onde di Elliott: ciclicità dei movimenti di mercato

Ralph Nelson Elliott ha il merito di aver formulato una delle teorie di mercato più affascinanti di sempre.

Dopo aver studiato, per lungo tempo, l’andamento dei mercati, si rese conto che esistono dei pattern delle oscillazioni dei prezzi che si ripetono e che, appunto, formano delle onde.

Si tratta di una teoria da poter applicare sia in fase rialzista che ribassista, risultando più che utile se si utilizzano piattaforme di trading online che consentono guadagni bilaterali!

Elliott non ha fatto altro che fornire una lettura dei mercati basata sulla psicologia degli investitori, i quali alternano fasi di ottimismo e pessimismo, stabilendo così la propria sfortuna o i propri insuccessi.

Riuscire a padroneggiare la Elliott wave, dunque, implica fornirsi di un supporto fondamentale per comprendere l’andamento dei trend sul mercato ed elaborare una più precisa analisi tecnica.

Onde di Elliott: caratteristiche fondamentali

Così come nella teoria di Dow, ispiratrice degli studi dello stesso Elliott, questa strategie distingue le oscillazioni dei prezzi in termini di onde.

Ogni onda è formata da 8 movimenti ed è caratterizzata da impulsi crescenti o decrescenti. Il tutto si sussegue, fin quando non subentrano altre tre onde che invertono la tendenza!

Quelle che si muovono in sintonia con il trend sono definite “impulse waves”, invece, quelle che vanno nella direzione opposta, sono definite “corrective waves”.

Le prime cinque onde rappresentano un’unica onda impulsiva e rispecchiano il ciclo continuo del mercato, poiché è possibile notare stessi schemi che si ripetono in diversi periodi, sia brevi che lunghi.

Dunque, queste si muovono secondo il trend primario e sono indicate con dei numeri. Le successive, indicate con delle lettere, seguono il movimento opposto.

Una volta che termina il movimento delle prime cinque e delle seguenti tre, il ciclo è completo.

Naturalmente, i due movimenti possono separarsi per poi formare un’onda ancora più ampia.

Principi fondamentali delle onde di Elliott

Alla base della propria teoria, Elliott pone tre fattori: pattern, ratio e time. Si tratta di aspetti fondamentali per comprendere i movimenti dei prezzi.

Il pattern si riferisce al grafico, o meglio, alla formazione delle onde. Invece, il ratio si rifà al rapporto, cioè alle relazioni tra i numeri: fondamentali per misurare le onde, riprendendo le teorie di Fibonacci.

Infine, il time fa riferimento al tempo preso in considerazione per un investimento. Queste onde si presentano sia in periodi lunghi che in periodi brevi. Naturalmente, ogni trader sceglie quale posizione mantenere in base ai propri obiettivi di guadagno.

Perché si utilizzano i numeri? Semplice!

La Elliott wave muove le proprie fondamenta partendo da una sequenza numerica elaborata da Fibonacci.

Analizzando le basi di questa teoria, bisogna subito chiarire che le onde di correzione appaiono più complesse da prevedere. Tuttavia, si distinguono perché sono sempre tre e mai cinque.

Dunque, esistono diverse variante delle onde di correzione di Elliott: gli zig-zag, i flats e i triangoli.

Cosa indicano le onde di Elliott

È possibile fornire una breve descrizione riguardo i movimenti, le onde precise e cosa indicano in un grafico.

  • Wave 1: il mercato si muove verso l’alto. Gli investitori dimostrano interesse verso un titolo che, naturalmente, cresce;
  • Wave 2: gli investitori definiscono le proprie posizioni, dopo aver ottenuto un primo profitto. Il cross ribassa ma non raggiunge i livelli precedenti minimi prima di essere acquistato di nuovo;
  • Wave 3: di solito è l’onda più forte e lunga. Indica la gente che compra in gran quantità, superando i livelli raggiunti dalla prima.
  • Wave 4: rappresenta il secondo movimento correttivo del ciclo. Il titolo continua a seguire una linea positiva, soprattutto grazie alla presenza di nuovi investitori che approfittano del ribasso per introdursi nel mercato;
  • Wave 5: il titolo vive un sovrapprezzo, così le posizioni long vengono chiuse. A questo punto, molti traders iniziano ad aprire short position.

A seguire, si presentano le onde A, B e C che “correggono” le prime cinque, andando contro tendenza.

Regole di base

Per seguire l’evoluzione di un’onda durante la fase d’impulso, bisogna rifarsi a determinate regole.

Ad esempio, la seconda onda non può scendere al di sotto della prima. Cioè, il ribasso dei prezzi non può andare oltre il minimo stabilito dal primo punto.

In più, la terza onda non può essere la più piccola.

L’onda 4 non può essere inferiore alla terza. Nel caso in cui questo avvenisse, la terza viene sostouita da un in intero ciclo 1-5 (per estensione.)

Invece, per ciò che implica le onde di correzione (A,B e C) non è possibile determinare norme specifiche.

Calcolare le onde di Elliott

Per calcolare correttamente le onde di Elliott bisogna considerare gli indicatori di Fibonacci e la base teorica che li caratterizza.

Nonostante si tratti di un’operazione piuttosto complessa, è possibile fornire delle regole generali:

  • Onda 1: trattandosi di un nuovo ciclo non è calcolabile;
  • Onda 2: il valore minimo è compreso tra il 38,2% e il 61,8%;
  • Onda 3: target minimo che si ottiene moltiplicando la lunghezza della prima onda per 1,618 ed addizionarla al valore totale (bottom) della seconda linea;
  • Onda 4: di solito copre valori che vanno dal 26,3% al 38,2%. Raramente ha raggiunto il 50% della lunghezza della linea tre;
  • Onda 5: segna la fine del movimento principale del movimento. Può misurare come onda 1 oppure si può moltiplicare l’ampiezza di onda 1 e si somma al risultato massimo o minimo della stessa, così da ottenere il target massimo del titolo.

Pattern a zig-zag

Le corrective waves costituiscono la parte più complessa di questa teoria, ma saperle riconoscerle potrebbe essere determinante per un investimento riuscito.

Le onde a zig-zag sono tre e seguono lo schema: A;B;C.

Le onde A e C seguono una direzione opposta al trend, mentre la B è una loro correzione.

Ognuna di questa può essere composta da onde minore, seguendo a loro volta la struttura basilare 5-3-5.

Si parla di zig-zag perché non sono altro che movimenti correttivi rapidi ed impulsivi.

Le piattaforme di trading online, di solito, presentano un indicatore a zig-zag, utile per comprendere la variazione dei prezzi sul mercato.

In poche parole, nonostante calcolare le onde di Elliott non sia un’operazione semplice, determinati broker propongono questi indicatori per agevolare il compito dei trader, indirizzandoli verso una corretta analisi di mercato, sia sul breve che sul lungo termine.

Ciò significa che non è necessario saper calcolare autonomamente le onde di Elliott, ma è sufficiente una corretta lettura dei grafici proposti.

Si consiglia ugualmente di studiare le caratteristiche principali che reggono tale teoria, così da riuscire ad applicarla in maniera vincente ai propri investimenti.

Le leggi che regolano i mercati sono difficili da comprendere, soprattutto se si è alle prime armi. Ma strumenti come questi, risultano ottimi per prevedere l’andamento del mercato e assumere la posizione giusta.

Applicare la teoria di Elliott

Dopo una panoramica generale su questa teoria che lega i mercati alla psicologia degli investitori è naturale domandarsi quale sia una buona soluzione per utilizzarla.

Si consiglia di utilizzare degli strumenti tanto pratici quanto innovativi: piattaforme di trading CFD.

Nel caso di uno strumento come le Onde di Elliott, queste non fanno altro che ottimizzare le informazioni riguardanti i mercati mediante un supporto completo come i Contratti per Differenza.

Di seguito, proponiamo tre dei migliori broker coi quali poter sfruttare i continui e ciclici movimenti di mercato.

eToro: Social e Copy Trading

Broker dal carattere rivoluzionario, è perfetto per iniziare a districarsi tra le complesse dinamiche delle leggi dei mercati finanziari. Con una piattaforma semplice da utilizzare, eToro si rivela alla portata di tutti.

Difatti, per permettere anche ai meno esperti del settore di cimentarsi negli investimenti online, ha introdotto due funzioni essenziali di supporto: Social Trading e Copy Trading.

eToro s’impone come il primo network di trading mediante il quale gli utenti possono interagire tra loro. In più, offre l’opportunità di copiare le operazioni effettuate da trader personalmente selezionati.

Prova eToro e verifica l’efficienza della Elliott wave mediante un conto demo e gratuito!

24 Option: alla portata di tutti!

Piattaforma contraddistinta da un’estrema facilità d’uso, è ampiamente apprezzata per i molteplici strumenti che offre ai propri utenti.

Infatti, non si possono non menzionare i segnali di trading gratuiti offerti da questo broker.

24 Option si è affermato a livello mondiale per l’importante e pratico materiale didattico che offre ai propri utenti. Si tratta di un e-book (scaricabile gratis qui) contenente le nozioni di base sul trading, fino a giungere a quelle più complesse, così da formare utenti capaci di districarsi autonomamente complicato mondo delle finanze.

S’impongono come dei supporti alternativi all’analisi tecnica, poiché si tratta di previsioni e valutazioni sul possibile andamento di un titolo, da utilizzare controllando gli appositi grafici.

Ritenuti più che validi dalla community, segnali del genere permettono di elaborare, in maniera autonoma, l’analisi tecnica dei titoli ritenuti più promettenti!

Iscriviti gratis a 24 Option e ottieni risultati investendo con le Onde di Elliott!

Trade.com: supporto didattico

Trade.com appare una delle piattaforme più complete attualmente disponibili. Consente di accedere ai mercati e agli asset più appetibili attraverso piattaforme differenti, così da agevolare i meno esperti e supportare, invece, trader già affermati!

Per coloro che non dispongono ancora delle conoscenze giuste, questo broker offre materiali didattici più che utili! Si tratta di video-lezioni contenenti le nozioni principali per muovere i primi passi nel trading online.

Prova Trade.com, iscriviti gratis qui per ricevere il supporto necessario per investire con la vincente Elliott wave!

Limiti della teoria

Nonostante la teoria elaborata da Elliott sia una delle più interessanti mai elaborate, nonché la più popolare, consta di alcuni limiti.

Prima di tutto, alcune critiche riguardano l’imprecisione e la vaghezza di queste onde. In realtà, il problema principale riguarda la diffusione di nuove tecnologie, che hanno influenzato in maniera evidente i comportamenti umani.

Tutto ciò, ovviamente, si riflette sui mercati: le operazioni sono spesso affidate ad algoritmi e bot automatici.

La teoria, basata sui comportamenti umani, conseguentemente perde un po’ della propria efficacia.

In conclusione

Adottare le onde di Elliott come strumento per investire online è una scelta che consta di numerosi vantaggi.

Di base si tratta di una strategia trend-following, cioè a favore dei titoli. In più, una volta compreso il funzionamento delle onde, è più semplice anticipare l’andamento del mercato, capendo quali sono i momenti in cui uscire e quali quelli più favorevoli per rientrarvi.

Naturalmente, bisogna saper riconoscere queste onde e riuscire ad utilizzarle a proprio vantaggio.

La teoria delle onde elaborata da Elliott non fa altro che dimostrare la natura frattale dei mercati, caratterizzati da cicli e ricicli. Conoscere questa teoria non implica doverla applicare per forza.

Con le piattaforme giuste, infatti, il compito risulta semplificato. Inoltre, si hanno a disposizione ulteriori strumenti di supporto per formulare una corretta previsione di mercato (aiutandosi anche con il calendario economico).

Infine, piattaforme come 24 Option risultano una soluzione ideale per addentrarsi nel mondo dei mercati finanziari e approfittare di una delle migliori strategie, seppur complessa, per trarre vantaggi reali dal trading online.

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.