Psicologia trading online: Da dove nasce il successo

Perché è così importante la psicologia nel trading online? Molti principianti pensano che per ottenere il massimo con il trading debbano sforzarsi per imparare tecniche e strategie complesse e non si rendono conto che ci sono altri fattori che fanno la differenza. 

La psicologia del trader può determinare la differenza tra vincere e perdere soldi. Probabilmente solo la scelta della piattaforma di trading ha un impatto maggiore sul risultato finale.

Per capire meglio, iniziamo subito con un esempio concreto: oggi con la piattaforma eToro è possibile copiare quello che fanno altri trader della piattaforma.

In pratica, si ottengono da subito i loro stessi risultati e si può addirittura imparare a fare trading osservando in diretta quello che fanno. Basta cliccare qui e iscriversi e tecnicamente si possono ottenere da subito gli stessi risultati di un professionista.

Insomma, imparare strategie e tecniche non serve più di tanto in questo caso (si copiano i migliori) ma la mentalità deve essere quella giusta. 

In questa guida spieghiamo nel dettaglio quali sono gli elementi fondamentali di una psicologia vincente. Prima ancora di capire la Borsa, bisogna capire se stessi…

Capire il trading: pensare in grande

Il problema più grande di molti trader principianti è quello che non riescono a pensare in grande. Eppure è questo il punto chiave di ogni carriera di successo (e non solo nel trading online).

La storia del grande Warren Buffett dovrebbe insegnarci molto: è partito con un capitale di pochi dollari e senza nessun tipo di conoscenza specifica ed è riuscito a diventare uno dei 3 uomini più ricchi del mondo.

E questo tenuto conto che ha donato letteralmente decine di miliardi di dollari alle cause benefiche che gli stanno a cuore, altrimenti sarebbe probabilmente l’uomo più ricco del mondo.

Pensare in grande è fondamentale, per due motivi. Per prima cosa, perché solo i grandi sogni ci possono spingere ad agire concretamente, ad impegnarci duramente (quando serve) e a crederci fino in fondo, anche quando sembra che le cose vadano male.

L’altro motivo è più prosaico, ma non meno importante: non sempre nella vita si raggiungono gli obiettivi, anche se ci si mette impegno e buona volontà.

Ebbene, se puntavo a ottenere poco e raggiungo solo la metà del mio obiettivo, ho fallito completamente. Se invece puntavo a ottenere molto e raggiungo la metà del mio obiettivo ho comunque ottenuto abbastanza.

Insomma, non è detto che riuscirai a diventare ricco come Warren Buffett, ma se ci credi fino in fondo e ti impegni probabilmente riuscirai a vivere di trading e a realizzare parecchi dei tuoi sogni.

Rimuovere le convinzioni limitanti

Il grande Henry Ford diceva: Sia che tu sia convinto di potercela fare, sia che tu sia convinto del contrario, hai ragione. In effetti, Ford era convinto di poter avere successo costruendo e vendendo automobili e partendo veramente da zero riuscì a costruire un impero che esiste e prospera ancora oggi.

Ebbene, molti trader sono convinti di non potercela fare e quindi non ce la fanno. Il loro problema è costituito dalle convinzioni limitanti.

Il trading online è difficile

Ad esempio, pensano che il mondo del trading online sia estremamente complicato e quindi nemmeno ci provano a impegnarsi. Invece, come abbiamo già visto, è addirittura possibile copiare altri trader della piattaforma grazie a eToro.

E poi chi vuole imparare ha a disposizione corsi gratuiti eccezionali, come quello di XTB. E’ un corso gratuito al 100%, facile da studiare anche per i principianti perché non usa un linguaggio tecnico e soprattutto è completamente orientato alla pratica, quindi non fa perdere tempo con la teoria ma spiega esattamente come ottenere benefici con il trading online.

Concetti nuovi spiegati in maniera semplice: con questo corso potrai imparare in poco tempo a elaborare la tua strategia di trading, basandoti sulle tue (nuove) competenze in analisi tecnica e capire come leggere un grafico di trading.

Puoi scaricare il corso di XTB cliccando qui.

Oltre a questa guida al trading, chi si iscrive gratuitamente a XTB ha la possibilità di farsi seguire al telefono da un vero esperto di trading che lo aiuta veramente passo a passo. E può anche utilizzare un conto demo gratuito illimitato per fare prove senza rischi.

Puoi iscriverti gratis su XTB cliccando qui.

Insomma, anche se il trading online non è un gioco, non è nemmeno difficile come molti principianti pensano perché oggi ci sono strumenti per imparare e per far bene da subito.

Per fare trading ci vogliono grandi capitali

Se la convinzione che il trading sia difficile è sbagliata questa è veramente assurda. Alcuni trader principianti vorrebbero fare trading ma aspettano perché pensano di non avere soldi a sufficienza.

Oppure cominciano ma si rassegnano da subito a non ottenere grandi risultati perché hanno a disposizione solo piccole somme.

E’ un errore di mentalità clamoroso: in effetti, oggi come oggi ci sono piattaforme di trading che consentono di cominciare con un capitale minimo e per farlo crescere basta sfruttare la “magia” dell’interesse composto.

La tabella qui sotto riporta, tra le altre cose, il deposito minimo richiesto da ognuna delle migliori piattaforme di trading:

Piattaforma: Metatrader 5
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec
  • Analisi di Mercato
  • Webinar Settimanali
  • Azioni Real Stock
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    68,79% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.
    Piattaforma: xStation
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Corso Trading Gratuito
  • Conto Remunerato
  • Oltre 1.500 Asset
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: Proprietaria
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Conto Remunerato
  • Azioni Frazionate
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Il 51% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.

    Come si vede possono bastare addirittura 10 euro per cominciare! Le altre richiedono tra i 100 e i 250 euro, altro che grandi capitali…

    Il trading online è rischioso

    Non c’è dubbio sul fatto che ci siano dei rischi da affrontare quando si fa trading online. Ma ci sono principianti che si fanno letteralmente paralizzare dalla paura. Possiamo distinguere i rischi di trading in due categorie: quelli che si possono eliminare e quelli che si possono controllare.

    Tra i rischi che si possono eliminare possiamo inserire quello di subire truffe. Come si fa ad evitare le truffe? Semplicemente operando solo con piattaforme autorizzate e regolamentate (come quelle che consigliamo nel nostro elenco di sopra).

    I rischi che non si possono controllare sono quelli legati ai mercati finanziari. Come si riducono questi rischi? Le migliori piattaforme di trading mettono a disposizione potenti strumenti per il controllo del rischio come ad esempio gli stop loss. Uno stop loss specifica qual è la perdita massima che un trader è disposto a subire sulla singola operazione di trading.

    Il Mindset dinamico

    Uno dei punti fondamentali per avere successo con il trading online è avere un mindset dinamico. Che cosa significa in concreto? E come si differenzia da un mindset statico?

    Chi ha un mindset dinamico sa bene di non essere perfetto (dopo tutto chi lo è) ma sa anche che i risultati si possono raggiungere con impegno e duro lavoro (in effetti il lavoro alle volte può essere solo intelligente, non duro).

    Chi ha invece un mindset statico pensa che i risultati si raggiungono solo e soltanto in base al talento o alla fortuna. Questo tipo di persone possono anche avere dei grandi risultati, ma solo se sono dei geni.

    Chi opera con un mindset dinamico dà a se stesso la possibilità di migliorare sempre, imparando ed accumulando esperienza.

    La differenza tra mindset statico e dinamico si vede anche nel momento del fallimento: chi ha un mindset statico vede ogni piccola perdita come un fallimento e pensa subito di essere un perdente, di non essere tagliato per il trading online.

    Chi ha un mindset dinamico, invece, cerca di imparare anche nel momento del fallimento e si rimbocca le maniche per fare sempre meglio.

    La psicologia del trading online vincente si basa proprio su un mindset dinamico. E chi non dispone di questo tipo di mindset? Nessun problema: cambiare è molto più semplice di quello che si pensa.

    Soldi facili? No grazie

    Quando si analizza la psicologia del trading online di coloro che perdono soldi, si scopre spesso che pensavano che il trading online fosse una specie di gioco in grado di generare soldi facili.

    Ora è vero che il trading non è affatto difficile come qualcun altro pensa, ma è altrettanto vero che non si tratta di soldi facili. La promessa dei soldi facili è tipica dei truffatori, ad esempio di quelli che offrono un sistema per guadagnare con Amazon con un piccolo investimento (una delle truffe più diffuse di internet).

    C’è da dire che, purtroppo, anche piattaforme apparentemente legali come Robinhood hanno fatto passare in qualche modo che il messaggio che il trading online sia una specie di scommessa che genera facilmente risultati. Non è così.

    Per avere successo con il trading ci vuole impegno e bisogna dedicare del tempo.

    eToro

    Qualcuno potrebbe dire: e eToro? Con eToro è possibile copiare i migliori trader quindi potrebbe sembrare un’operazione che non richiede nessun tipo di impegno.

    Ma non è affatto così. Anche con eToro ci vuole tempo e impegno per selezionare in modo accurato i trader che vale la pena copiare e bisogna seguire anche un minimo di strategia.

    Ad esempio: non basta copiare solo il miglior trader, bisogna diversificare per minimizzare i rischi. E bisogna anche diversificare i mercati preferiti da questi trader e la loro propensione al rischio: ci sono professionisti che preferiscono rischiare poco, facendo moltissime operazioni con piccoli risultati, e altri che invece preferiscono prendersi più rischi e fare poche operazioni con risultati elevati.

    Non basta nemmeno fare la scelta giusta e aspettare di incassare i risultati: bisogna monitorare giorno dopo giorno i risultati ottenuti dai trader copiati per fare gli opportuni aggiornamenti.

    Insomma, non è complicato (sarebbe esagerato definirlo duro lavoro) ma ci vuole impegno.

    Puoi iscriverti su eToro cliccando qui.

    Psicologia del trading online: il controllo delle emozioni

    Una parte consistente della psicologia del trading online è il controllo delle emozioni. Per inciso, osserviamo che il controllo delle emozioni è così importante che uno dei vantaggi del trading algoritmico (ad esempio mediante script MQL) sta proprio nel fatto che gli algoritmi non provano emozioni.

    Per ribadire l’importanza del controllo delle emozioni, ricordiamo che alle volte i trader commettono in massa gravi errori spinti dalla paura, ad esempio, e questi errori possono essere evidenziati con tecniche di Volume Profile

    Quali sono queste emozioni che albergano dentro ogni trader e che rischiano di condizionare le sue operazioni di trading?

    EmozioneCome si controlla
    😖 PauraAffidati agli stop loss
    🤑 AviditàSegui il tuo piano di trading originario
    😭 RimpiantoImpara la disciplina e il giudizio
    🙏 SperanzaApprendi un metodo sistematico

    Paura

    Il peggior nemico di ogni trader è la paura. Effettivamente, molti aspiranti trader nemmeno iniziano per la folle paura di perdere soldi.

    Si tratta di un’emozione profondamente irrazionale, anche perché le migliori piattaforme di trading richiedono capitali davvero molto piccoli (250 euro sono sempre più che sufficienti).

    La paura, comunque, deve essere sempre dominata e può persino dare un contributo positivo (se dominata): ad esempio, se spinge a impostare sempre gli stop loss su ogni operazione (pratica consigliata) o aiuta ad evitare operazioni sconsiderate.

    Ricorda: dominare le emozioni è molto più importante che conoscere strategie e indicatori. Puoi ottenere risultati anche se non conosci i Pivot Point o  l’ADX ma sicuramente non ottieni se non sai tenere a freno le tue emozioni.

    La base della psicologia del trading online è dominare la paura, sempre. Purtroppo non sempre è facile e ci sono momenti in cui grandi masse di investitori si fanno prendere dal panico: è il famoso panic selling. Solo i robot di trading automatico non hanno emozioni…

    Avidità

    Chi fa trading online, di solito, vuole ottenere soldi, quindi è spinto almeno in parte dall’avidità.

    Non possiamo giudicare l’avidità un sentimento negativo ma dobbiamo vigilare sempre perché non ci prenda la mano e ci faccia entrare in operazioni sbagliate.

    Controllare l’avidità potrebbe essere complesso, nel momento in cui subentrano fattori emozionali che ci impediscono di analizzare la situazione in maniera lucida (d’altronde, chi vorrebbe chiudere una posizione in attivo quando vede che il trend non si è ancora esaurito?).

    La cosa giusta da fare, in questi casi, è quella di assumere un orientamento di lungo periodo. Non bisogna “pretendere troppo”, quanto piuttosto accontentarsi di avere già messo a segno una trade positiva. Nessuno garantisce che continuerà ad andare bene: lascia da parte i vari “E se…?” e attieniti alla tua strategia.

    Rimpianto

    Oltre all’avidità, ciò che spinge un trader a rimanere fermo su una posizione che andrebbe invece chiusa è il timore di perdere un buon affare e di pentirsene.

    Ciò solitamente avviene sulla base di errori commessi in passato, magari per inesperienza, ma il problema qui è quello di lasciarsi condizionare da un evento statisticamente raro. Se abbiamo elaborato un piano di trading, è importante seguirlo senza lasciarci guidare dall’adrenalina o dallo sconforto che proveremo man mano che i grafici di prezzo saliranno o scenderanno.

    Allo stesso modo il rimpianto può portarci a entrare tardivamente su una posizione che ha già esaurito la propria spinta propulsiva, facendoci saltare sul treno troppo tardi, quando l’inversione è già in vista.

    Per evitare che un rimpianto si trasformi in una spirale discendente, è fondamentale seguire la disciplina così come viene insegnata dai più grandi teorici del settore e riportata nei manuali di trading (come quello di XTB di cui parleremo tra poco).

    Speranza

    “Chi visse di speranza, morì disperato” dice un vecchio adagio. Nel trading la speranza è fondamentalmente inutile: certo, chiunque si affacci a questo mondo spera di avere successo, ma non è il destino a guidare la sua strada.

    Ancora una volta è fondamentale seguire scrupolosamente le regole fondamentali che disciplinano l’attività di trading, investendo tempo nella formazione e altrettanto nella pratica, così da sviluppare un metodo che possa diventare un giorno automatico.

    Solo in questo modo le nostre prospettive non saranno guidate dalla speranza ma dalla sistematica certezza di aver fatto ciò che dovevamo.

    Psicologia del Trading Online

    Libri di Psicologia del Trading Online

    Qual è il miglior libro di trading per imparare la psicologia vincente? Al primo posto di ogni classifica sui migliori libri di trading c’è sempre l’ebook di XTB che è gratuito, molto orientato alla pratica ed è molto completo: spiega nel dettaglio (ma con parole semplici) gli aspetti tecnici del trading ma anche quelli psicologici.

    Puoi scaricare gratis il libro di XTB cliccando qui.

    Un altro libro veramente fondamentale per chi vuole acquisire rapidamente un mindset per il successo (non solo nel trading) è Pensa e arricchisci te stesso, di Napoleon Hill. E’ un libro scritto molti decenni fa ma rimane ancora attualissimo (e si può trovare su Amazon per pochi euro).

    Conclusioni

    I trader principianti sono portati a pensare che il successo del trading dipenda soprattutto dall’uso di strategie complesse. Non è vero. Uno dei fattori più importanti è quello psicologico: la psicologia del trader può fare la differenza tra perdere e ottenere soldi.

    Forse solo la scelta di una piattaforma di trading ottimale è più importante dell’aspetto psicologico.

    In questa guida abbiamo analizzato nel dettaglio quali sono gli elementi fondamentali di una psicologia del trading online vincente.

    Perché è importante pensare in grande?

    Perché solo pensando in grande si possono raggiungere grandi risultati. Inoltre, anche se si raggiunge il risultato solo parzialmente, se l’obiettivo era sufficientemente grande il risultato sarà comunque soddisfacente.

    Chi sono i trader principianti che falliscono?

    Quelli che si fanno fermare dalle convinzioni limitanti. Non servono molti soldi per cominciare a fare trading e si può imparare facilmente.

    Quali sono i fattori più importanti nel trading online?

    Al primo posto, la scelta di una piattaforma di trading ottimale. Al secondo posto, una buona psicologia di trading.

    L’avidità è sbagliata?

    No, potrebbe essere una spinta a fare meglio ma va comunque dominata per evitare passi falsi.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]
    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.