Ultimate magazine theme for WordPress.

Trading system: cos’è e come funziona. Qual è il migliore?

0

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

In questa guida spieghiamo nel dettaglio cos’è un trading system e come funziona. Seguire un trading system è fondamentale per chi vuole evitare errori di trading e, in effetti, non è nemmeno difficile come qualcuno pensa.

In questo articolo faremo anche chiarezza tra i concetti di trading system e trading automatico: spesso vengono confusi ma effettivamente questi termini non sono sinonimi.

Presenteremo anche in modo approfondito la piattaforma eToro che consente di investire in modo completamente automatico. Come? Copiando, grazie ad un software brevettato, le operazioni dei migliori investitori del mondo. Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

Trading system cos’è

Che cos’è un trading system? Possiamo definirlo come un sistema di regole per prendere decisioni di trading corrette. In pratica, il trading system dice al trader quello che deve fare quando si verificano determinate condizioni.

Ovviamente se il trading system è implementato con un robot (ad esempio programma MQL per piattaforma Metatrader) allora sarà anche un sistema di trading automatico. Se invece il trader eseguirà le operazioni direttamente, seguendo le regole del trading system, non possiamo parlare di trading automatico.

Esistono ovviamente delle forme di trading automatico estremamente più efficienti, ad esempio copiare automaticamente su eToro i migliori trader del mondo.

Quali sono gli elementi principali di un trading system? Se ci riferiamo al caso dei trader retail (trader che operano con piccoli capitali direttamente da casa) i due elementi principali sono:

  1. Stop Loss
  2. Take Profit
  3. Money management

Stop Loss

Lo stop loss è un’indicazione precisa per chiudere un’operazione quando si raggiunge un determinato livello di perdite. Grazie agli stop loss è effettivamente possibile controllare in modo matematico le perdite di trading.

Tutte le migliori piattaforme di trading online consentono di impostare gli stop loss in modo semplice ed efficace. Se l’operazione raggiunge la perdita massima viene chiusa automaticamente.

In linea teorica, lo stop loss potrebbe essere eseguito anche a mano, con la chiusura dell’operazione. Attenzione però: solo i broker market maker garantiscono il fatto che gli stop loss vengano eseguiti sempre e al momento giusto.

La ragione per cui un trading system dovrebbe sempre considerare gli stop loss è ovvia: consentono di bloccare le perdite e preservare il capitale anche nel caso in cui si verifichi la peggiore delle situazioni possibili.

Purtroppo i trader principianti spesso ignorano completamente questa opportunità: ecco perché consigliamo sempre di studiare questo corso di trading (clicca qui per iscrizione gratuita) prima di cominciare a operare.

Take Profit

Un take profit è l’indicazione alla piattaforma di trading di chiudere un’operazione che ha raggiunto un livello di profitto massimo.

Qual è il vantaggio di una simile decisione? C’è un proverbio che dice “chi vuol troppo nulla stringe”. Questo proverbio vale anche nel trading online: per fare un esempio, se un titolo è già salito molto conviene incassare i profitti e non rischiare che il suo prezzo crolli.

Tra l’altro, molto probabilmente scatteranno i take profit anche degli altri trader e l’eccesso di vendite potrebbe far scendere il prezzo.

Money management

Inseriamo il money management nella terza posizione del nostro elenco ma è così importante che potrebbe meritarsi proprio la prima posizione.

Il concetto di Money Management è semplice: in italiano lo possiamo tradurre con gestione del denaro. Si tratta di un approccio strategico che consente di limitare ulteriormente il rischio di trading. Vediamo come.

Il trading comporta sempre dei rischi. Questi rischi possono essere limitati a piacere con gli stop loss ma non possono essere cancellati completamente. Ecco perché conviene suddividere il capitale a disposizione in piccole quote e quindi utilizzare queste quote su ogni operazione.

Ai principianti, ad esempio, si suggerisce di utilizzare massimo il 5% dell’intero capitale su un’operazione, anche se questa sembra assolutamente sicura.

Il vantaggio di basare l’operatività su un money management rigoroso è evidente: anche se si commettono errori, l’impatto sul capitale complessivo è pressoché nullo (o comunque molto limitato).

Gli altri elementi di un trading system

Fino a questo momento abbiamo considerato gli elementi davvero fondamentali di ogni trading system. Ovviamente il sistema di regole può essere arricchito, ad esempio prendendo in considerazione i principali indicatori di trading.

In questo caso, ad esempio, ci saranno delle regole che indicheranno cosa fare, quando e in quali quantità in base al comportamento di determinati indicatori.

Non c’è limite alla complessità di un trading system ma, almeno all’inizio, è possibile ottenere ottimi risultati anche senza complicarsi troppo la vita.

Il (vero) vantaggio del trading system

Molti trader principianti pensano vagamente che usare un trading system possa garantire profitti molto elevati grazie a qualche vantaggio miracoloso. La realtà non è questa: non c’è nessun miracolo nel trading system.

Il vero vantaggio di un trading system è la possibilità di controllare in modo più sicuro le emozioni.

Quando si fa trading online si ha paura di perdere denaro (il rischio c’è) e si vuole guadagnare sempre di più avidità.

Seguire queste emozioni potrebbe comportare dei rischi più elevati ed in questo un trading system può aiutare molto.

Facciamo un esempio concreto, il rispetto del money management. Se il nostro trading system prevede che possiamo investire solo il 5% su una singola operazione, le perdite in caso in cui le cose andassero male sarebbero molto limitate (anche perché bisogna comunque applicare uno stop loss).

Se invece non si segue la regola, potrebbero succedere situazioni spiacevoli. Ad esempio, un trader principiante potrebbe decidere di investire il 100% del suo capitale su una singola operazione perché pensa che sai sicura.

Il problema è che nel trading niente è sicuro al 100%: il principiante dell’esempio potrebbe subire delle perdite pesanti se, ad esempio, c’è un evento inaspettato che cambia di colpo l’andamento dei mercati.

Chi segue in modo meccanico il trading system evita questi errori e, quindi, le dolorose conseguenze.

Trading system e trading automatico

E’ evidente che un trading system può essere eseguito in modo automatico, garantendo così la possibilità di evitare completamente questo tipo di errori di tipo emozionale.

Il trading automatico è però qualcosa di più grande. Consideriamo, per fare un esempio, il miglior sistema di trading automatico, uno di quelli che funziona meglio: eToro.

eToro è una piattaforma di trading online che consente di copiare, in modo completamente automatico, quello che fanno i migliori trader del mondo.

Molti trader principianti usano eToro proprio per questo motivo: devono solo selezionare i migliori trader da copiare, quelli che hanno ottenuto i migliori risultati in passato (minimo rischio e massimo profitto).

Possono farlo facilmente grazie ad un motore di ricerca interno. Una volta selezionati i trader da copiare, sarà il software che si occuperà di replicare automaticamente e in tempo reale tutte le operazioni fatte da questi grandi trader esperti.

Detto per inciso, osservare in diretta quello che fanno i migliori trader del mondo è anche un metodo eccellente per imparare davvero il trading online.

Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

Creare il tuo trading system in 10 step

La maggior parte dei nuovi trader inizia ad imparare le strategie di trading degli altri trader. Molti hanno iniziato la propria carriera di trading in questo modo. Molti trader si chiedono come possono iniziare con una propria strategia di trading?

  • La buona notizia: Creare la tua prima strategia di trading è facile.
  • La cattiva notizia: Creare una strategia di trading redditizia è difficile.

Inizia con le giuste aspettative. Creare una strategia di trading è facile. Impara alcuni strumenti e indicatori di trading e sarai pronto a farlo. Tuttavia, non è realistico pensare che la tua prima strategia di trading possa renderti ricco.

Gli altri trader possono condividere i loro strumenti e i loro approcci. Ma nessun trader può o potrà garantire i profitti. Ogni trader è diverso. Quindi, puoi solo beneficiare nel creare il tuo approccio personale agli investimenti finanziari.

L’approccio migliore e più sostenibile è quello di sviluppare la tua strategia di trading, magari prendendo spunto da qualcun altro, ma è proprio necessario che ci siano i tuoi elementi personali.

Segui questi 10 passi per formare la tua prima strategia di trading:

1 – FORMA LA TUA IDEOLOGIA DI MERCATO

Prima di lanciarti nella creazione della tua strategia di trading, dwvi sviluppare un’idea di come funziona il mercato. La cosa più importante è rispondere a questa domanda.

Perché pensi di poter fare soldi con i mercati?

Formare la propria ideologia di mercato è possibile leggendo molto. Leggi sia sull’analisi tecnica che quella fondamentale. Evita di nutrire pensieri del tipo “voglio diventare ricco subito”. Pensa alle leggi della domanda e dell’offerta.

Dubita delle teorie che sostengono che le persone e i mercati siano perfettamente razionali. La tua ideologia definirà ogni passo che segue. Dagli l’attenzione che merita. In ogni caso, ti esortiamo a seguire un principio nella tua prima strategia di trading: mantienila il più semplice possibile.

Meglio non essere sopraffatti da una strategia complessa fin dall’inizio. Inoltre, una strategia di trading con più parti in movimento è più difficile da gestire e migliorare.

2 – SCEGLI UN MERCATO PER LA STRATEGIA DI TRADING

Forex? Azioni? Opzioni? Futures?

Se scegli di fare trading sul forex, devi capire cosa stai comprando e vendendo. Assicurati di conoscere i diversi broker forex a menadito. Devi conoscere come viene calcolato il margine.

Oppure, se scegli di negoziare azioni, dovete sapere cosa significa “azione”. Devi conoscere la differenza tra un’azione blue-chip e una penny stock.

Il punto è che c’è molto da imparare su ogni mercato. Ma non si può iniziare ad imparare in modo approfondito fino a quando non si sceglie il proprio mercato di trading.

Anche se è consigliato il trading dei futures per i trader intraday, la scelta è tua. L’unica regola è che devi capire il mercato dove scegli di negoziare.

3 – SCEGLIERE UN TIME FRAME PER IL TRADING
Prima di aver acquisito un’esperienza nel trading, è difficile decidere un time frame ideale. Fin quando non avrai scelto il tuo time frame non saprai se sei più adatto a fare scalping veloce o swing trading giornaliero.

Perché dovresti fare trading con il time frame di 5 minuti o con i grafici giornalieri? Questa è una domanda che necessita risposta. Dopodiché, puoi iniziare a considerare le tue circostanze. Se hai tempo di analizzare il mercato per periodi prolungati, prova il trading intraday.

Quando fai trading con time frame veloci, ottieni un feedback veloce per accorciare il tuo tempo di apprendimento. Anche se si finisce a negoziare con time frame più lunghi, ciò che si impara dall’azione sui prezzi intraday sarà comunque utile.

Naturalmente, se non sei in grado di analizzare il mercato per periodi prolungati, inizia con i grafici da 4H. Con uno sforzo sostenuto, potrai imparare abbastanza per decidere se lo swing trading fa per te.

4 – SCEGLIERE UNO STRUMENTO PER DETERMINARE LA TENDENZA

Non si fa trading quando si vede una tendenza finire. Si fa trading quando il mercato è in crescita, e si utilizza una trend line per avviare la negoziazione.

Non si fa trading quando si vede una fase laterale di mercato. Si fa trading quando si giudica che il mercato sta andando in tendenza e allora si potranno cercare i giusti segnali di entrata.

Decidi uno strumento che ti aiuti a giudicare il contesto del mercato. È possibile scegliere strumenti che aiutino a comprendere l’azione del prezzo come i pivot point e linee di tendenza. È inoltre possibile utilizzare indicatori tecnici come le medie mobili e il MACD. Molto semplici da usare.

5 – DEFINISCI IL TUO TRIGGER D’INGRESSO

Anche con il giusto contesto di mercato, è necessario un trigger di ingresso oggettivo. Ti aiuterà ad entrare nel mercato senza esitazioni. Per trigger si intende segnale di entrata a mercato.

Sia il modello a barra che quello a candela sono grafici che possono generare trigger utili. Se preferisci gli indicatori, anche gli oscillatori come l’RSI e lo stocastico sono buone opzioni.

6 – PIANIFICARE L’USCITA

Bisogna pianificare come uscire dal mercato quando le cose vanno male. Il mercato può andare contro di te, causandoti perdite che vanno oltre la tua immaginazione. Avere una stop-loss è fondamentale.

Imparate a impostare uno stop-loss qui.

Devi anche pianificare come uscire quando le cose vanno per il verso giusto. Il mercato non andrà a tuo favore per sempre. Quindi, devi sapere quando prendere i profitti.

7 – DEFINISCI IL TUO RISCHIO

Una volta risolte le regole di entrata e di uscita, si può lavorare per limitare i rischi.

Il modo principale per farlo è il dimensionamento della posizione. Per una data impostazione di trading, la dimensione della tua posizione determina la quantità di denaro che stai mettendo sulla linea di rischio

Raddoppia la dimensione della posizione e raddoppierai il rischio. Osserva attentamente la dimensione della posizione per evitare di esporti più del dovuto.

8 – SCRIVI LE TUE REGOLE DI TRADING

In questa fase, la tua strategia di trading è semplice. Potresti essere in grado di memorizzare le regole di trading. Tuttavia, devi comunque scrivere le regole di negoziazione da qualche parte.

Avere un piano di trading scritto è un metodo solido per garantire disciplina e coerenza.

Esso fornisce anche una registrazione della tua strategia di trading. Lo troverai utile quando cercherai di perfezionarlo.

9 – VERIFICA LA TUA STRATEGIA DI TRADING

Con le tue regole scritte, puoi ora eseguire il backtesting della strategia.

Se hai una strategia di trading discrezionale, il backtesting può essere un processo difficile. È necessario riprodurre l’azione del prezzo di mercato e registrare manualmente le tue operazioni.

Se hai una strategia di trading meccanica e un background di codifica, puoi accelerare questa fase. Tuttavia, guardare le compravendite una per una è un ottimo modo per sviluppare il tuo istinto di mercato. In questo modo puoi anche pensare a come migliorare la strategia di trading.

10 – PIANIFICARE COME MIGLIORARE LA STRATEGIA DI TRADING

La tua prima strategia di trading non sarà redditizia. Ma va bene così. La strategia di trading è un oggetto vivente. Non è statica.

Con la tua crescente esperienza e conoscenza, la strategia migliorerà. Ma non lasciamo questo al caso. Pianifica come otterrete un feedback e migliorerai.

Testa in anticipo il trading system. Pianifica di prendere buoni appunti sulle tue osservazioni sul mercato. Registra le compravendite e mantieni le immagini dei grafici in buon ordine. Evita drastici cambiamenti alla strategia di trading.

Per questo ultimo passo (che potrebbe richiedere un’eternità), ricorda che l’obiettivo è quello di raggiungere un’aspettativa positiva ad ogni operazione. Non profitti positivi per ogni operazione.

Lascia che le statistiche lavorino per te. Non forzare la tua volontà sul mercato.

Conclusioni

Usare un trading system è un modo intelligente per non farsi influenzare dalle emozioni quando si fa trading online, evitando quindi di commettere dolorosi errori.

Chi è agli inizi, ha la possibilità di fare trading automatico. In questo caso, segnaliamo che una delle migliori piattaforme è eToro che consente di copiare automaticamente quello che fanno i migliori trader del mondo.

Cos’è un Trading System?

Si tratta di una metodologia ben definita per implementare una strategia di Trading.

Come implementare un Trading System?

Studiando il mercato dove si andrà ad operare e facendo pratica su conto Demo.

Esistono Trading System vincenti?

Si, tuttavia occorre sempre monitorare ed implementare i dati ed i parametri. Strategie vincenti sempre e comunque non esistono.

Come iniziare a testare il proprio Trading System?

Partendo da un conto Demo ed operando con denaro virtuale per fare tutti i test del caso.

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.