Trading intraday: cos’è? Strategie e tecniche di trading giornaliero

Trading intraday: che cos’è?

Fare trading online significa comprare e vendere titoli sul mercato per approfittare dell’oscillazione del prezzo. Se gli acquisti e le vendite si fanno in giornata, si parla di trading intraday.

Grazie ad una maggiore accessibilità ai mercati, e alle informazioni ad essi collegati, il numero di investitori è in costante crescita. Esistono approcci differenti al trading che consentono di trarre vantaggio dai titoli migliori in base alla metodologia che più si ritiene adatta.

Questa guida si propone di spiegare, nel dettaglio, cosa significa fare trading intraday analizzando:

  • da dove iniziare
  • quali rischi e vantaggi comporta
  • quali piattaforme utilizzare per applicarlo al meglio

Oltre ad analizzare questa operatività dal punto di vista teorico, infatti, ti proporremo le migliori soluzioni per ottenere concreti benefici da posizioni short e/o long: le piattaforme di trading CFD. 

Qual è la migliore e più consigliata? Sicuramente quella di XTB per i principianti è eccellente (costo zero e corso di trading gratis).

Un altro servizio veramente prezioso in ottica intraday, però, è rappresentato dai Segnali di Trading di Capex, perfetti per conoscere sempre, in tempo reale, i momenti migliori per entrare a mercato (o uscirne) anche se non hai la possibilità di monitorare in prima persona i grafici di prezzo.

Clicca qui per iniziare a fare trading intraday su Capex

Trading intraday – riepilogo:

❓ Cos’è:Apertura/chiusura posizioni entro le 24 ore
👥 Chi può farlo:Tutti
🏆 Migliori strategie:Scalping, Breakout, Pullback
📍 Dove farlo:Migliori piattaforme di trading
💶 Capitale per iniziare:50 €

Trading intraday significato

Il trading intraday riguarda l’acquisto e la vendita di beni durante una sola giornata.

Naturalmente, queste posizioni brevi possono essere aperte e chiuse su qualsiasi mercato.

Come spiega qualunque corso forex, di solito il mercato valutario è quello più liquido e con maggiori volumi di scambio al mondo e quindi è anche quello più adatto a questa strategia d’investimento. Effettivamente molti principianti iniziano proprio a investire nel forex e solo dopo passano ad altri mercati.

Mediante il day trading, gli investitori sfruttano a proprio vantaggio i movimenti dei prezzi giornalieri, chiudendo la propria posizione prima della chiusura dei mercati stessi.

Optando per titoli ampiamente liquidi, come le coppie di valute o gli indici di Borsa, è possibile ottenere risultati da sessioni infragiornaliere.

Come si può ben capire, approcciarsi al mercato con obiettivi sul brevissimo termine è un’operazione adatta a trader dinamici, poiché non priva di difficoltà!

Trading intraday: da dove iniziare

Come per ogni stile di trading, anche per quello intraday si consiglia di iniziare selezionando il mercato di riferimento su cui operare.

In questo caso, sarebbe più opportuno optare per mercati liquidi e volatili, cioè quelli che durante il giorno constano di vari cambiamenti di valore e sono altrettanto scambiati.

Bisogna conoscere le dinamiche di prezzo e gli eventuali fattori che potrebbero influire sulla quotazione dei beni.

Per tale ragione, potrebbe risultare importante per i meno esperti operare su un unico mercato, poiché sarebbe troppo complicato studiare le reazioni di ognuno.

Infatti, quando si opera su beni quotati presso le Borse principali, è molto importante tenere conto di fattori macro e microeconomici: hanno forti ripercussioni sulle valute, sugli indici e i beni quotati in generale.

Tutto ciò significa che è necessario fissare un rischio potenziale che si è disposti a correre.

Sappiamo che nessun investimento è sicuro al 100%, ma è possibile arginare il rischio mediante determinate strategie! In pratica, è importante definire un trading system con alcuni semplici elementi.

Ad esempio, si può utilizzare lo stop loss, strumento finalizzato a salvaguardare il proprio capitale, nel caso in cui il mercato remasse nella direzione opposta alle previsioni di Borsa elaborate!

Dunque, sebbene la tecnica di trading intraday richieda impegno e attenzione, con gli strumenti giusti è possibile riuscire a districarsi bene tra gli insidiosi cambiamenti di mercato.

Day trading: utilizzare la leva finanziaria

Un altro strumento di cui potersi servire durante le posizioni short che si occupano durante la giornata è la leva finanziaria.

Si tratta di una strategia che consente di aumentare la propria esposizione su un mercato, nel momento in cui s’investe una somma esigua.

Utilizzando una piattaforma di trading CFD, il broker verserà una parte del capitale da muovere per tale operazione.

Bisogna chiarire che eventuali perdite o risultati si basano sull’intera cifra, dunque, la somma potrebbe apparire molto più alta rispetto al denaro effettivamente investito.

Nonostante sia uno strumento da utilizzare con la giusta esperienza, è utile per mantenere una maggiore liquidità, poiché si utilizza solo una minima parte del denaro di cui si dispone.

In poche parole, la leva amplifica sia i risultati che le perdite, ma nel mondo del trading, maggiore è il rischio, maggiori saranno i rendimenti!

Con un mix di strategie, cioè applicando la leva con conseguente stop loss, anche i novizi trader potranno beneficiare dell’andamento dei mercati in una sola giornata!

Trading intraday: quale piattaforma scegliere?

Un trading vincente implica la scelta di una buona piattaforma di trading. Non è raro sentir parlare di truffe, per cui è importante verificare che il broker operi in maniera legale!

Bisogna controllare che sia dotato delle certificazioni necessarie da parte di appositi enti dal calibro internazionale, il cui scopo principale è tutelare i traders.

Mediante piattaforme gratuite, prive di commissioni e semplici da utilizzare, si ha l’opportunità di ottimizzare i propri investimenti giornalieri e trarne i rendimenti desiderati.

Proponiamo alcuni dei broker migliori attualmente disponibili:

Piattaforma: Metatrader 5
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec
  • Analisi di Mercato
  • Webinar Settimanali
  • Azioni Real Stock
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    68,79% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.
    Piattaforma: xStation
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Corso Trading Gratuito
  • Conto Remunerato
  • Oltre 1.500 Asset
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: Proprietaria
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Conto Remunerato
  • Azioni Frazionate
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Il 51% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.

    eToro: social trading

    Broker dal calibro internazionale, offre una piattaforma multi-asset e adattabile a qualsiasi tipologia d’investitore.

    eToro deve il proprio successo all’introduzione di due importanti funzioni, tanto pratiche quanto efficienti: Social Trading e Copy Trading.

    In parole semplici, si è imposto come il primo network di trading online, mediante il quale gli utenti possono interagire tra loro.

    In più, si ha la possibilità di copiare le mosse effettuate da altri trader, personalmente selezionati in base ai rendimenti ottenuti!

    Ogni utente può selezionare gli investitori più adatti ai propri obiettivi e può applicare la strategia di diversificazione del portafoglio.

    Dunque, il Copy Trading consta di due vantaggi: si può ottenere un risultato sin da subito e si impara osservando i migliori all’opera!

    Apri un conto gratuito con eToro e sfrutta i vantaggi del trading intraday!

    XTB: un supporto per gli investimenti!

    Piattaforma apprezzata per l’estrema facilità d’uso, è scelta sia da trader esperti che dai meno intenditori del settore.

    Il broker fornisce diversi strumenti ai propri utenti, ma è apprezzato soprattutto per l’importante materiale didattico che offre gratuitamente.

    Si tratta di un corso contenente le informazioni principali sul trading online, così da formare investitori capaci di operare con consapevolezza.

    Per mettere in pratica la teoria acquisita, si può decidere di iniziare con un conto demo. Una simulazione di trading perfetta per testare l’efficacia delle strategie elaborate senza esporsi a rischi!

    Clicca qui per aprire un conto su XTB

    Trading intraday: strategie per i più esperti

    Dopo aver introdotto la leva finanziaria e lo stop loss, cioè gli strumenti basilari da dover utilizzare per fare un corretto trading intraday, menzioniamo qualche strategia importante per investire giornalmente. Si tratta di tecniche un po’ più complesse, ma con l’impegno giusto sarà possibile rigirare il tutto a proprio vantaggio!

    Scalping

    Prima di tutto, facciamo riferimento ad una delle tecniche più utilizzate per il trading intraday su Forex: lo scalping.

    In parole semplici, gli investitori decidono di aprire diverse posizioni (anche contemporaneamente) che chiudono appena si registra una discreta volatilità. In questo caso, i risultati sono legati alle singole operazioni.

    Lo scalping è contraddistinto da molte posizioni aperte per tempi brevissimi, persino un minuto, per ricavare piccoli risultati ogni volta. Si tratta di una tecnica che richiede la massima attenzione, poiché ci si basa solo sull’osservazione dei grafici e, avendo poco tempo a disposizione, bisogna elaborare brevi analisi.

    Breakout

    Un’altra tecnica perfettamente adattabile ad investitori che aprono solo posizioni short è il breakout.

    L’idea di questa strategie è subentrare nel mercato quando vive piccole fasi di rottura, cercando poi di scavalcare le linee di resistenza e di supporto che indicano un cambiamento del trend.

    Dunque, centrare un buon trend in fase di ripartenza potrà ripagare di tutti gli sforzi fatti!

    Utilizzando specifiche tecniche d’investimento è possibile approfittare della liquidità e della volatilità dei mercati quotidianamente!

    Inoltre, molti investitori scelgono di restare costantemente aggiornati su news di mercato, cioè fattori micro e macroeconomici che hanno una forte influenza sulle valute, o altri beni quotati sul mercato. Ciò permette di delineare i punti di forza o eventuali crolli dei titoli. È una buona tattica, ma richiede costante dedizione e anche un po’ di intuizione!

    Pullback

    In gergo tecnico, si parla di pullback quando il prezzo subisce una correzione non appena superato un forte trend (indifferentemente se rialzista o ribassista).

    Chi si aspetta un pullback sa che dovrà investire in direzione contraria a quella del trend dominante appena passato. Le condizioni favorevoli sono caratterizzate da una bassa volatilità e permettono di ottenere risultati interessanti anche in brevissimo tempo.

    Gli indicatori di riferimento, in questo caso, sono le Onde di Elliott e la Media Mobile Esponenziale dei Volumi. Questi due strumenti di analisi permettono di calcolare il range entro il quale il pullback si verificherà con un buon grado di affidabilità.

    Una volta definito questo range, potrai investire al momento più conveniente settando gli alert dei segnali di trading ai valori individuati.

    Volume Profile

    Nel contesto del trading intraday, il Volume Profile emerge come uno strumento di analisi di risonanza. Questa metodologia fornisce una visione profonda delle dinamiche di mercato all’interno di un determinato periodo di tempo, rivelando non solo i livelli di prezzo chiave ma anche le zone di interesse in base al volume di trading associato a ciascun livello.

    Mentre i trader intraday si impegnano in rapidi movimenti di acquisto e vendita, l’analisi del volume attraverso il Volume Profile può rivelare i punti in cui il mercato ha raggiunto un’alta liquidità e dove, quindi, le opportunità di trading potrebbero essere più favorevoli.

    Questo strumento può confermare o smentire i segnali di ingresso e di uscita, migliorando la precisione delle decisioni intraday.

    La combinazione dell’analisi del prezzo con il Volume Profile offre una prospettiva più completa, aiutando i trader a comprendere meglio la partecipazione dei grandi attori di mercato e a prendere decisioni informate durante le fasi frenetiche del trading intraday.

    Trading intraday: indicatori

    Chi opera con il trading intraday fa un uso circoscritto ed efficace di alcuni indicatori di trading, cercando di agire in maniera rapida e tempestiva per approfittare delle piccole variazioni di prezzo.

    Alcuni degli indicatori più utilizzati sono:

    • media mobile – rappresenta una linea formata dal prezzo medio su intervalli di tempo specifici. Viene calcolata secondo alcuni dati che il trader inserisce negli strumenti di analisi, visualizzandola direttamente sul grafico di prezzo attraverso una funzione. Serve a individuare il trend in atto e analizzare la sua dinamica;
    • bande di Bollinger – rappresentano un canale di volatilità, ampiamente utilizzato soprattutto dai Forex trader ma non solo. Se un prezzo supera di un certo valore la media mobile, secondo quanto teorizzato da Bollinger è probabile che si tratti dell’inizio di un nuovo trend. Il grafico è caratterizzato da una conformazione tipica “a onde”;
    • oscillatore stocastico – viene definito indicatore di momentum (cioè della velocità delle variazioni di prezzo), perché serve a mettere a confronto il prezzo di chiusura di un titolo con il range dei suoi prezzi all’interno di un timeframe specifico. I suoi valori si pongono entro una scala che va da 0 a 100. Utilizzandolo è possibile capire quando il nostro asset entra in una zona di ipervenduto (valore tra 0-20, segnale di inversione rialzista) o di ipercomprato (valore tra 80-100, segnale di inversione ribassista).

    Tutti questi indicatori possono essere integrati nell’operatività intraday utilizzando gli strumenti presenti sulle piattaforme che abbiamo analizzato.

    Leggi anche : CCI

    Trading intraday: vantaggi e svantaggi

    Analizzare oggettivamente i rischi e le componenti positive del trading intraday può risultare abbastanza complesso, poiché in realtà dipende dai trader, le loro abilità e i gli obiettivi posti.

    In linea generale, però, ci sono alcuni vantaggi e svantaggi più che evidenti.

    Ad esempio, risulta chiaro che aprire posizioni short è un’attività che comporta stress piscologico, poiché c’è bisogno di elaborare strategie in tempi rapidissimi.

    Però, con il trading intraday è possibile sfruttare anche le minime variazioni di prezzo: possibilità non offerta da investimenti a lungo termine, in cui si considerano solo i grandi movimenti di valore dei beni selezionati!

    Grazie al trading con CFD, è possibile minimizzare i rischi puntando a risultati bilaterali: formulando una corretta analisi fondamentale o tecnica di mercato, è possibile registrare successi anche se il mercato ribassa! Anzi, nei giorni di panic selling chi ci sa fare può ottenere risultati colossali.

    Il day trading è tanto rischioso quanto profittevole! Ciò significa che è necessario servirsi di tutti gli strumenti necessari e mantenere la calma se si vogliono raggiungere risultati concreti.

    In effetti, nessun investimento è mai esente da rischi: selezionar il trend giusto, ponderare bene prima di effettuare un’operazione e chiudere la posizione nel momento giusto è fondamentale per day trader di successo!

    Dunque, assumere posizioni long è più profittevole che operare giornalmente? La risposta corretta non esiste: nel trading online c’è bisogno di studiare e riuscire a comprendere la situazione attuale di mercato. Ciò consente di sfruttare, a proprio favore, le condizioni dei titoli su cui si punta.

    Naturalmente, il divario principale che differenzia il day trading dal trading multiday è uno solo: il primo espone a maggiori rischi rispetto al secondo.

    Leggi anche: Robinhood Opinioni

    Quanto denaro investire?

    Il day trading, di norma, richiede sia una buona preparazione di base che delle condizioni favorevoli di mercato, così da approfittare di tendenze positive sul breve termine.

    Ma qual è il capitale da muovere per realizzare un buon lavoro?

    Di solito, per ottenere rendimenti cospicui bisogna disporre di un’altrettanta cifra elevata.

    Mediante le migliori piattaforme di trading CFD, le condizioni da soddisfare per investire online non sono più quelle che rendono tale attività esclusiva di un’élite ristretta di imprenditori.

    Ad ogni modo, per coloro che partono con cifre basse utilizzando una piattaforma come eToro, possono aprire un conto con soli 200 euro.

    In questo caso, è consigliabile concentrarsi su pochi trend per iniziare, così da minimizzare il rischio!

    In sintesi, ognuno è libero di scegliere la somma da investire, ma è fondamentale non lanciarsi su un unico titolo senza averlo studiato approfonditamente. Ciò significa che saper gestire il proprio denaro è il primo passo per un trading intraday remunerativo e soddisfacente!

    Calcolando i rischi potenziali, applicando lo stop loss e la leva finanziaria, è possibile non commettere errori ed ovviare alle eventuali problematiche legate alla poca esperienza.

    Trading intraday

    Opinioni Finali

    Decidere di investire giornalmente, aprendo delle posizioni short può essere fonte di soddisfazioni, ma risulta anche essere una scelta adatta a trader dinamici e che non cedono allo stress.

    Bisogna ricordarsi di non andare oltre il 10% delle proprie perdite e non trattare per più di qualche ora al giorno, così da non ritrovarsi in situazioni spiacevoli.

    Mediante un ben delineato piano di trading e un capitale adatto ai propri obiettivi, ognuno può sentirsi libero di iniziare a tradare sfruttando la volatilità e la liquidità giornaliera dei mercati.

    Naturalmente, c’è bisogno di focalizzarsi sui propri scopi considerando sempre eventuali perdite, così da ponderare bene prima di effettuare operazioni rischiose.

    Coloro che non sono ancora pronti per investire sui mercati reali, possono approfittare del conto demo, gratuito ed illimitato, offerto da XTB: l’ideale per testare le proprie abilità da day trader!

    Piattaforma: Proprietaria
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Conto Remunerato
  • Azioni Frazionate
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Il 51% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.
    Piattaforma: xStation
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Corso Trading Gratuito
  • Conto Remunerato
  • Oltre 1.500 Asset
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: Metatrader 5
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Analisi di Mercato
  • Webinar Settimanali
  • Azioni Real Stock
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    68,79% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.

    Domande Frequenti

    Cosa significa Trading Intraday?

    Indica una metodologia operativa che prevede l’apertura e la conseguente chiusura delle operazioni nell’arco di una giornata.

    Quali vantaggi del fare Trading Intraday?

    Su tutti il risparmio delle commissioni di rollover applicate da tutti i Broker quando una posizione passa da una giornata all’altra, dopo la mezzanotte.

    Perché il trading Intraday è così diffuso?

    permette di operare in modo rapido, con poco capitale e permette di staccare la spina a livello mentale al termine della giornata di lavoro.

    Quali Piattaforme sono indicate per il Trading Intraday?

    Sono numerosi i Broker che permettono questo stile operativo al meglio, eToro su tutti.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]
    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.