Ultimate magazine theme for WordPress.

Swing trading: caratteristiche, funzionamento e opinioni

Una guida sullo swing trading, a beneficio di tutti!

0

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

Se sei alla ricerca di una modalità di investimento adatta anche a un principiante, probabilmente lo swing trading potrebbe essere un buon approdo.

Trattandosi infatti di una forma di trading un po’ più “lenta” rispetto alle altre, ma con un grande potenziale di profitto, si tratta di una delle strategie preferite dai neofiti. Soprattutto se, inoltre, si considera che è molto più facile iniziare con lo swing trading che con altre forme di trading.

Ma cos’è esattamente lo swing trading?

In questo approfondimento cercheremo di capire:

  • che cos’è lo swing trading;
  • come lo puoi fare con una delle migliori piattaforme di trading al mondo, come quella di eToro (sito ufficiale);
  • perché invece di fare swing trading potresti fare del copytrading con eToro.

Sei pronto? Ritagliati qualche minuto di attenzione e prosegui oltre!

Cos’è lo swing trading

Lo swing trading è una forma di trading per la quale il trader è invitato a mantenere le proprie posizioni per un periodo di tempo da un giorno a qualche settimana. I trader che fanno swing trading spesso basano le loro operazioni sull’analisi tecnica, al fine di formare la propria strategia di trading e, in particolar modo, cercare di prevedere quando entrare e uscire dal mercato.

Come già anticipato, sebbene lo swing trading non sia la forma di trading più avanzata, è anche vero che presuppone alcune conoscenze che chi parte da zero potrebbe avere qualche difficoltà a metabolizzare in breve tempo.

Ad ogni modo, nessun timore! Tratteremo in questo focus degli strumenti di cui hai bisogno, del motivo per cui questa strategia è così importante, di come costruire una strategia, così di quali sono gli aspetti più pratici dello swing trading.

Leggi anche: Pivot Point.

swing trading

Quanti soldi servono per fare swing trading

Cominciamo subito con il rispondere a una domanda molto frequente: quanto capitale ti serve per fare trading?

Generalmente, lo swing trading richiede molto meno capitale rispetto ad altre forme di trading: è perfetto per chi vuole fare trading online con piccole somme. A volte si può iniziare con poche centinaia di euro. Tuttavia, l’importo di cui avrai bisogno dipende da un paio di fattori:

  • il prezzo del titolo che desideri acquistare;
  • le eventuali commissioni e spese da sostenere.

Prima di tutto, devi infatti capire che le commissioni e le spese che potresti sostenere potrebbero rapidamente intaccare il tuo profitto. Insomma, se la tua strategia ha un profitto medio di circa 1 euro per azione, e paghi una commissione di 0,5 euro per azione, non ti rimarrà molto in tasca!

Per tua fortuna, mantenere i costi più bassi possibile non è difficile. Basta infatti cercare di utilizzare i servizi di broker, come eToro, che offrono trading senza alcuna commissione.

Leggi anche: Trading online, guida per iniziare partendo da zero

Swing Trading di CFD o di azioni?

Come forse ti sei reso conto leggendo gli approfondimenti che abbiamo dedicato a questo tema, i broker di CFD sono sempre più presenti sul web, e non solamente grazie alle campagne pubblicitarie. Sono infatti le migliori opportunità per poter fare trading sui mercati finanziari, senza commissioni e senza spese!

Naturalmente, val sempre la pena rammentare che quando si fa trading di CFD con un broker, non si sta mai comprando e vendendo il sottostante. Bensì, si sta stringendo un contratto direttamente con il broker. Ma cosa significa questo per la tua strategia di swing trading?

È abbastanza semplice: trattandosi di un contratto non standardizzato, come ad esempio i contratti futures, ne deriva che è il broker di CFD a stabilire le condizioni del contratto. In altre parole, si è in balia delle condizioni imposte dal broker di CFD.

In secondo luogo, devi anche tenere conto che sebbene sia vero che i broker non addebitano alcuna spesa per il tuo trade, questo non significa che non siano remunerati per i servizi che ti propongono!

Di fatti, invece di farti pagare una commissione su ogni operazione, i broker applicano uno spread. Ovvero, devi vendere il tuo contratto un po’ al di sotto del prezzo di mercato, così come comprarlo un po’ al di sopra del prezzo di mercato. La differenza tra il prezzo di domanda e quello di offerta – lo spread – va direttamente in tasca al broker di CFD.

Questo naturalmente, non significa che il trading con i broker CFD non sia conveniente (anzi, è il contrario!). Significa tuttavia che dovresti fare attenzione a selezionare il miglior operatore, evitando di incappare in qualche broker poco serio e professionale.

Il nostro consiglio, al fine di evitare ogni malinteso, è sempre quello di usare eToro come broker di riferimento: si tratta di un operatore gratuito, regolamentato e con le migliori condizioni economiche, che potrai peraltro sperimentare aprendo un conto demo.

Leggi anche: Previsioni Borsa, come si fa a prevedere la Borsa

I vantaggi dello swing trading

Prima di entrare ancora più nel dettaglio nella nostra guida passo dopo passo sullo swing trading, vogliamo condividere con te e con tutti gli altri nostsri lettori quelli che riteniamo essere i maggiori vantaggi dello swing trading.

Vediamoli brevemente, punto per punto:

  • puoi fare trading per hobby o nel tempo libero. Lo swing trading è un’ottima forma di trading per i principianti e per chi ha poco tempo a disposizione. Dal momento che la maggior parte delle strategie di swing trading prevedono il mantenimento delle posizioni per qualche giorno, non dovrai certamente rimanere incollato allo schermo tutto il giorno! Inoltre, puoi pur sempre impostare stop loss e take profit (opzione super consigliata!) per poter automatizzare le uscite dalla posizione;
  • è possibile ottenere rendimenti consistenti: generalmente, più a lungo si tiene in portafoglio un asset, più spazio si dà affinché si sviluppi nella tua direzione. Si tratta di una caratteristica molto importante, che riduce il rischio del day trading e apre le porte a interessanti redditività;
  • è meno stressante: il fatto che si possa fare swing trading con un approccio non di brevissimo termine, generalmente elimina tutto lo stress tipico del trading ultra speculativo del day trading. Considerato poi che lo stress ha un impatto negativo sul tuo trading e ti rende più incline a commettere errori, dovresti trarne importanti benefici;
  • non hai bisogno di molti soldi: chiunque abbia poche centinaia di euro può iniziare a fare swing trading. È infatti sufficiente un computer e alcuni strumenti gratuiti offerti dai broker per cercare il successo sui mercati finanziari!

swing trading

Gli svantaggi di Swing Trading

E per quanto concerne i punti negativi? Come ogni strategia di trading, naturalmente lo swing trading ha anche alcuni svantaggi ma, a nostro avviso, si tratta di cose di poco conto rispetto ai benefici.

Vediamoli brevemente:

  • potrebbe essere difficile da capire all’inizio: anche se lo swing trading è la forma di trading migliore e più facile da imparare per i principianti, ci sono diverse cose che dovresti capire;
  • potresti perdere i tuoi soldi: come per tutti i tipi di trading, potresti sempre incorrere in perdite sostanziali con lo swing trading. Naturalmente, molto dipende dalla solidità della tua strategia;
  • non puoi diversificare molto frequentemente: lo swing trading è una forma di trading con la quale è difficile ottenere un’ampia diversificazione.

Ora che ne sappiamo un po’ di più, cerchiamo di comprendere di cosa avresti bisogno per fare swing trading e come iniziare!

Leggi anche: Orari del Forex, quali sono e quando conviene fare trading

Come fare swing trading

Naturalmente, la prima cosa che devi fare se vuoi iniziare a fare swing trading è scegliere una piattaforma che ti servirà per monitorare il mercato e eseguire le tue operazioni.

Ci sono molte alternative gratuite sul mercato che ti permetteranno di visualizzare i grafici e inviare ordini. Come già dovresti aver intuito nelle righe precedenti, il nostro suggerimento è quello di fare swing trader con eToro, sicuramente il più efficace dei broker CFD attualmente a disposizione sul mercato.

Il secondo step che devi fare dopo aver aperto un conto sul broker, è quello di creare una strategia di trading.

Insomma, una volta che la tua piattaforma di swing trading è pronta e funzionante, e la stai magari testando con un conto demo, non dovresti certo iniziare subito a fare trading. Hai di fatti bisogno di una strategia di swing trading testata su dati storici per assicurarti che funzioni o, almeno, che sia testata sul mercato, nel presente, mediante un account dimostrativo.

Ora, per creare una strategia, dovrai necessariamente passare attraverso diverse fasi:

  • scegliere il mercato finanziario nel quale vuoi applicare la tua strategia,
  • formulare un’idea di trading,
  • effettuare del backtesting e allenarti un po’ con un conto demo;
  • rivedere la tua strategia prima di applicarla sul mercato finanziario con capitale reale.

Leggi anche: Capire la Borsa.

Consigli per fare swing trading

Prima di lasciarti con un piccolo spunto per poter diversificare ulteriormente la tua strategia, vogliamo fornirti qualche consigli per poter migliorare le tue opportunità di ottenere successo con lo swing trading.

Il primo spunto che vogliamo fornirti è quello di negoziare più azioni. Come per ogni tipo di investimento o di trading, è infatti bene diversificare il tuo portafoglio. Nel trading è insomma meglio ripartire i rischi su un maggior numero di attività, piuttosto che prendere solo poche posizioni.

Secondo la nostra esperienza, un portafoglio in cui si detengono solo 3-4 posizioni potrebbe diventare un po’ instabile. È meglio detenere invece 7 – 10 posizioni simultanee se si vogliono ottenere rendimenti più stabili nel tempo.

Naturalmente, non avrai sempre tutto il tuo capitale sul mercato. Al contrario, sperimenterai che ci saranno periodi in cui non avrai alcun tipo di utilità nell’entrare sul mercato. Si tratta di una situazione perfettamente normale, e non dovresti affrettarti nel prendere posizioni a causa di questo!

Il secondo suggerimento che vogliamo darti è quello di utilizzare sempre uno stop loss. È importante conoscere sempre il proprio rischio quando si entra in un’operazione. E, come tale, dovresti sempre usare uno stop loss per limitare le tue potenziali perdite in caso di andamento sfavorevole del mercato o altri eventi inaspettati.

Ma quanto dovrebbe essere ampio lo stop loss?

È difficile stabilire un numero o una distanza che valga per tutti, dato che ognuno ha una diversa tolleranza al rischio. Tuttavia, come regola generale, dovresti assicurarvi di non rischiare più di qualche punto percentuale del tuo capitale su ogni operazione.

Infine, ti consigliamo altresì di tenere un diario di swing trading, ovvero un registro delle tue attività e delle tue riflessioni per ogni posizione (perché sei entrato? Come hai fissato lo stop loss?). È un accorgimento fondamentale, in quanto è difficile avere un quadro generale quando si agisce a livello di singolo trade.

Documentando invece le tue compravendite potrai pur sempre tornare indietro nel tempo e scoprire su cosa dovresti lavorare meglio per portare il tuo trading a un livello successivo.

Leggi anche: Scalping

swing trading

Copy trading con eToro

Come abbiamo anticipato in apertura del nostro approfondimento, lo swing trading è una delle strategie di trading più semplici tra quelle che puoi adottare.

Tuttavia, come abbiamo altresì sottolineato in più occasioni negli scorsi paragrafi, il fatto che si tratti di una strategia “semplice” non significa che sia facilmente adottabile da tutti gli investitori!

Se invece vuoi fare trading partendo da zero e, magari, sfruttando le conoscenze altrui, la soluzione migliore è certamente quella di fare del copytrading. Sai già di cosa si tratta?

In termini molto sintetici, il copytrading è una particolare modalità di investimento grazie alla quale potrai copiare quello che fanno gli investitori più noti ed esperti. Il tutto, gratuitamente e con rischi che potrai facilmente controllare!

Se vuoi saperne di più, ti ricordiamo che eToro (sito ufficiale) è il leader globale nel copytrading. E che abbiamo parlato di eToro in questa nostra guida esclusiva (dacci uno sguardo!).

Swing trading

Conclusioni

Giungendo a margine di questo lungo focus, speriamo che i nostri spunti ti siano stati utili per poter migliorare la conoscenza con lo swing trading e, soprattutto, con un trading più consapevole sui mercati finanziari. Ricordati che puoi sempre fare esperimenti senza rischi grazie alla simulazione del trading online.

Naturalmente, ti invitiamo a condividere con noi le tue riflessioni su questo tema, e – se ritieni opportuno – fornire ai nostri lettori qualche consiglio per poter migliorare ulteriormente l’efficacia delle proprie strategie. C’è qualche suggerimento che vorresti diffondere per un migliore swing trading? Preferisci fare swing trading o ami speculare sul brevissimo termine? E, ancora, quale broker utilizzi per i tuoi investimenti online?

Non vediamo l’ora di leggere quel che ne pensi. E buon trading!

Cosa significa Swing Trading?

Vuol dire operare con posizione di Trading che durano da due giorni fino ad una settimana. in generale, il timing media va dai 2 ai 5 giorni.

Quanto capitale occorre per fare Swing Trading?

Scegliendo Piattaforme di CFD è sufficiente anche un deposito di €200 come nel caso di eToro.

Quali sono le alternative allo Swing Trading?

Le più utilizzate sono l’Intraday, con operazioni chiuse entro la giornata, e lo Scalping, dove si opera con trades di pochi minuti.

Qual’è la migliore Piattaforma per fare Swing Trading?

Sicuramente tutte le migliori Piattaforme di CFD permettono di investire al meglio con questa modalità.

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.