NAV : Cos’è e come si calcola il Net Asset Value di un fondo d’investimento

L’acronimo NAV (Net Asset Value) sta per valore patrimoniale netto e indica il valore di uno strumento finanziario, di solito un fondo d’investimento.

Il NAV rappresenta il prezzo per azione o per unità del fondo in un determinato momento nel tempo. La SEC (Securities and Exchange Commission) statunitense utilizza il NAV come indicatore del prezzo di negoziazione di un fondo.

Nel mondo finanziario è uno degli indicatori più immediati, che riescono a mostrare chiare opportunità di investimento all’interno dei fondi comuni, degli ETF o degli Indici di Borsa.

In questa guida vedremo:

  • Cos’è il NAV
  • Come si calcola
  • Come si utilizza per investire

Mostreremo anche i Broker più adatti ad investire in fondi, ETF e Indici di borsa, intermediari come eToro, indiscusso leader di mercato.

NAV: Tabella riepilogativa:

⚙️ Tipologia
Indicatore
📊 Asset finanziario
Fondi ed ETF
📋 Attendibilità
Elevata
💸 Su cosa si basa?
Sul netto fra attività e passività
🖥️ Piattaforme per investire
eToro / XTB / Capex

Cos’è il NAV?

Il NAV come abbiamo detto indica il netto di un fondo o di uno strumento finanziario, semplicemente sottraendo le passività alle attività.

A differenza di indicatori come il WACC o i ritracciamenti di Fibonacci, il calcolo del NAV è piuttosto semplice, a patto di avere a disposizione i dati economici in tempo reale del fondo che stiamo analizzando.

Teoricamente questo Valore Patrimoniale Netto lo possiamo calcolare per qualsiasi attività finanziaria, ma il suo focus è rappresentato dai Fondi , dagli ETF e dagli Indici di Borsa.

Se guardiamo un’attività commerciale la differenza fra attività e passività viene indicata come “patrimonio netto” ma la diffusione del NAV sui mercati finanziari deriva dalla sua relazione con il prezzo di mercato dello strumento finanziario analizzato.

Questa relazione dipende dal fatto che il NAV si ottiene moltiplicando il “patrimonio netto” per il numero di azioni o di quote del fondo o dell’ETF.

In parole povere il NAV è il valore per azione di un fondo.

In analisi fondamentale questo indicatore aiuta la comprensione del reale andamento di un fondo d’investimento.

Se confrontiamo il NAV con la capitalizzazione di mercato possiamo andare in cerca di azioni sottovalutate o sopravvalutate, il che aiuta un investitore nella scelta di un particolare strumento finanziario.

NAV: Come investire

Una volta presa dimestichezza con il NAV, questo indicatore ci può aiutare a scegliere il fondo con il potenziale più elevato o quello che sta crescendo meglio, supportato da una solida base finanziaria.

Proseguendo con la lettura della nostra guida capirete meglio come si calcola, non preoccupatevi.

Confrontando il NAV con il prezzo di mercato è possibile capire se un fondo o un ETF è un buon acquisto (in un determinato momento) o è sovra-prezzato.

A questo punto avrete necessità di un Broker online per investire sull’ETF o sull’Indice che state seguendo. Gli indici non possono essere negoziati direttamente, perciò vi proponiamo dei Broker CFD, così da poter puntare senza problemi, sia sugli ETF che sugli Indici di borsa.

Piattaforma: Metatrader 5
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec
  • Analisi di Mercato
  • Webinar Settimanali
  • Azioni Real Stock
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    68,79% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.
    Piattaforma: xStation
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Corso Trading Gratuito
  • Conto Remunerato
  • Oltre 1.500 Asset
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: Proprietaria
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Conto Remunerato
  • Azioni Frazionate
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Il 51% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.

    Fra questi ne abbiamo selezionati 3 che per qualità e sicurezza sono le migliori scelte sul mercato:

    eToro

    eToro è uno dei Broker online più popolari al mondo, con oltre 20 milioni di utenti registrati e un livello di qualità dei servizi offerti davvero elevato.

    Questo Broker permette di negoziare CFD di Indici ed ETF (oltre che altri strumenti finanziari) e di puntare sia al rialzo che al ribasso, seguendo ogni movimento di mercato.

    Una volta calcolato il NAV valuterete se il fondo che state seguendo è sottovalutato o meno e agirete di conseguenza.

    Se preferite farvi supportare nel trading ed operare sfruttando l’esperienza di trader più capaci, il Copy Trading di eToro è la soluzione giusta.

    Questo sistema vi permette di scegliere i vostri trader preferiti e con un click, ricopiare tutte le loro operazioni a mercato, replicando anche i loro rendimenti (in base a quanto avrete investito).

    Ecco alcuni esempi di trader che potreste copiare:

    trader etoro

    I rendimenti passati non garantiscono risultati futuri

    Clicca qui e scegli quali trader copiare

    Se preferite fare pratica senza correre rischi, investendo con denaro virtuale, il conto Demo eToro vi permette di farlo in totale sicurezza e senza che dobbiate fare alcun deposito:

    Prova gratis il conto Demo eToro cliccando qui

    XTB

    XTB è un Broker che si è imposto su tutto il territorio europeo, grazie ad un’azienda quotata alla borsa di Varsavia e ad una particolare attenzione per le licenze e i regolamenti.

    Infatti questo intermediario ha ottenuto una regolare licenza CySEC, che rappresenta una vera certificazione in fatto di sicurezza e affidabilità degli intermediari finanziari.

    La piattaforma xStation 5 di XTB vi mette a disposizione i CFD dei principali indici di borsa e degli ETF più quotati, così potrete scegliere quello più promettente in base alla differenza fra NAV e prezzo di mercato.

    Se ancora non vi sentite pronti ad investire e volete migliorare la vostra formazione, il Corso di Trading realizzato da questo Broker vi aiuterà a comprendere le basi dell’analisi tecnica e gli elementi fondamentali per investire in maniera efficace.

    Il corso è un ebook gratuito, realizzato con cura e ricco di dettagli. Lo potete scaricare anche se non siete clienti del Broker, basta usare questo link:

    Clicca qui e scarica gratis il Corso di Trading

    Prima di usare i vostri soldi, mettete in pratica ciò che avete appreso al corso, sul conto Demo XTB, perfetto per fare pratica senza correre alcun rischio, provatelo subito:

    Prova gratis il conto Demo XTB cliccando qui

    Capex

    Capex è un Broker con regolare licenza CONSOB, che ha saputo conquistare un’ampia fetta di pubblico sia in Italia che nel resto d’Europa.

    Uno dei servizi di maggiore successo proposti da questo Broker è l’accesso gratuito alla Trading Central, la quale offre dei Segnali di Trading anch’essi gratuiti. Sono indicazioni precise ed efficaci, che supportano i trader nelle operazioni a mercato.

    Inoltre, Capex offre numerosi servizi di previsione sul mercati finanziari basati su TipRanks, un servizio che di solito ha un costo elevato ma che con Capex è completamente gratuito (basta iscrizione).

    Capex offre migliaia di CFD sempre molto aggiornati, che permettono di negoziare azioni, materie prime, forex, criptovalute , ETF e indici di borsa , senza pagare commissioni di trading.

    Il Broker propone due piattaforme di trading , la MetaTrader 5 e la Web Trader, fra le quali potrete scegliere la più adatta al vostro stile di trading, dopo che avrete appreso come sfruttare il NAV.

    Se volete approfondire l’analisi fondamentale e l’analisi tecnica, questo Broker vi mette a disposizione una vera e propria scuola di trading: La Trading Academy, un concentrato di corsi, video, webinar, pdf, ecc. tutti incentrati sul trading online.

    Con il link qui sotto potete accedere gratis alla Trading Academy di Capex:

    Accedi gratis alla Trading Academy cliccando qui

    NAV formula

    La formula per calcolare il NAV ovvero il Valore Patrimoniale Netto di un Fondo è semplice:

    NAV = (Attività – Passività) / Numero totale di azioni in circolazione

    Ovviamente i principali Broker vi forniranno direttamente il NAV di un ETF, senza che lo dobbiate calcolare autonomamente.

    NAV calcolo

    Vediamo comunque di capire come si calcola il NAV con un esempio, supponendo di avere tutti i dati che ci servono:

    • Il Fondo “X” ha $ 100 milioni di investimenti totali in diversi titoli, calcolato in base ai prezzi di chiusura di fine giornata, per ogni singolo asset.
    • Ha anche $ 7 milioni in contanti, oltre a $ 4 milioni di crediti totali.
    • Il reddito maturato per la giornata è di $ 75.000.
    • Il Fondo “X” ha anche $ 13 milioni di passività a breve termine e $ 2 milioni di passività a lungo termine.
    • Le spese maturate per la giornata sono di $ 10.000.
    • Il fondo ha 5 milioni di azioni in circolazione.

    Utilizzando la formula che abbiamo appena visto, il NAV si calcola così:

    NAV = [($ 100.000.000 + $ 7.000.000 + $ 4.000.000 + $ 75.000) – ($ 13.000.000 + $ 2.000.000 + $ 10.000)] / 5.000.000 = ($ 111.075.000 – $ 15.010.000) / 5.000 $ = $ 19,21 per azione.

    NAV fondi comuni

    I fondi comuni raccolgono denaro da numerosi investitori e lo utilizzano per investire in azioni e altri titoli finanziari che rappresentano il “portafoglio” del fondo d’investimento.

    A seconda dell’obiettivo del fondo, questi titoli possono essere rappresentativi di un determinato settore o di un’area geografica specifica.

    Gli investitori, in base al capitale investito nel fondo, ricevono un corrispondente numero di azioni, che possono essere vendute in qualsiasi momento.

    Ovviamente il fondo deve essere già stato lanciato per poter vendere le relative azioni, perché altrimenti sarebbe difficile quotare il prezzo corretto.

    La determinazione del prezzo al momento del lancio viene fatta tramite il NAV, che al momento del lancio equivale al prezzo di mercato.

    I fondi comuni (a parte gli ETF) non hanno una quotazione in tempo reale ma solo a fine giornata, in base alla metodologia di calcolo che abbiamo visto nell’esempio.

    A fine giornata si prendono in esame le attività e le passività e si fanno i calcoli necessari a determinare il prezzo di mercato.

    Sono calcoli complessi, perché un fondo ha molti dati da analizzare, per questo consigliamo di affidarsi a degli esperti per il calcolo del NAV, oppure ai Broker che forniscono direttamente il suo valore aggiornato.

    NAV ETF

    Gli ETF invece, sono quotati in borsa e negoziabili come un titolo azionario. Spesso replicano l’andamento di un Indice di borsa per offrire la possibilità di speculare su questi indicatori azionari.

    Le azioni che li compongono vengono scambiate a un valore di mercato che può essere di pochi dollari/centesimi sopra (negoziazione a premio) o sotto (negoziazione a sconto) rispetto al NAV effettivo.

    Queste piccole variazioni consentono di speculare e di valutare se l’ETF è sottovalutato o sopravvalutato, decidendo come sfruttare la situazione.

    Anche gli ETF calcolano il loro NAV giornalmente alla chiusura del mercato ai fini della rendicontazione, ma essendo quotati in tempo reale, il NAV viene calcolato praticamente ogni minuto, in questo caso parliamo di NAV infragiornaliero.

    Differenza tra NAV è prezzo di mercato

    Gli indicatori di trading devono essere studiati a fondo per essere sfruttati in maniera efficace. Per il NAV è la stessa cosa, altrimenti si rischia di confonderlo con il prezzo di mercato.

    Iniziamo col dire che il valore di un fondo comune si misura con il NAV (Valore Patrimoniale Netto). Il valore di un titolo azionario invece è espressione della sua quotazione sui mercati.

    Gli ETF, vista la loro particolare natura, possono essere valutati in entrambi i modi.

    Ma è più importante il prezzo di mercato o il NAV?

    Visto che il prezzo di mercato è espressione della legge della domanda e dell’offerta, mentre il NAV dipende dai fondamentali, il primo spesso anticipa il secondo e delinea l’interesse degli investitori.

    Ma questo significa che lo spread fra NAV e prezzo di mercato è indicativo del sentiment di mercato e va analizzato con molta attenzione.

    • In linea di principio, se il prezzo di mercato risulta superiore al NAV, si dice che l’Etf è quotato a premio, il che è positivo per i venditori e negativo per gli acquirenti.
    • Al contrario, si parla di Etf a sconto, quando il prezzo è inferiore al NAV e in questo caso sono favoriti i compratori.

    Naturalmente questo è solo uno degli indicatori che bisogna prendere in esame per valutare se un ETF è realmente sopravvalutato o sottovalutato, ipercomprato o ipervenduto. In analisi tecnica possono essere utili indicatori come il MACD o l’Oscillatore stocastico, per fare queste valutazioni.

    NAV

    Conclusioni

    Il NAV come abbiamo detto è il valore patrimoniale netto di un fondo e si calcola sottraendo le passività alle attività.

    Questo indicatore viene comunemente usato come valore per azione di un ETF, un Indice o un fondo comune.

    Nei fondi comuni non quotati in borsa, il NAV si calcola ogni fine giornata, mentre negli ETF viene calcolato in tempo reale, insieme al prezzo di mercato.

    I migliori Broker CFD permettono di negoziare ETF e Indici di borsa sulle loro piattaforme di trading. Qui sotto troverete i link per accedere gratis ai conti Demo di questi intermediari finanziari, così potrete fare pratica col NAV senza correre alcun rischio:

    FAQ

    Cos’è il NAV?

    Il Net Asset Value è il Valore Patrimoniale Netto di un fondo d’investimento.

    Come si calcola il NAV?

    In NAV è uguale alle attività meno le passività , fratto il numero di azioni in circolazione.

    A cosa serve il NAV?

    A capire se un fondo o un ETF è sopravvalutato o sottovalutato.

    Come investire in base al NAV?

    Si può speculare in base alla differenza fra NAV e prezzo di mercato, sfruttando i Broker come eToro.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]
    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.