Ultimate magazine theme for WordPress.

Market Mover: cosa sono e come sfruttarli per investire

0

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

Cos’è un market mover, come funziona, come usarlo per il trading? I market mover sono letteralmente quei fattori che fanno muovere il mercato e possono avere natura eterogenea.

Il mercato non è solo governato dalle arcinote regole di domanda ed offerta. Questo ha sicuramente una grande incidenza nel mercato ma pensare che sia tutto qui è assolutamente da ingenui.

Il mercato è infatti in larga parte “manipolato” e pensare di fare trading online senza conoscere ciò vuol dire fallire miseramente.

Conoscere i marker mover è di importanza capitale per non farsi schiacciare dal mercato e dalle sue leggi particolari. 

Senza i market mover sarebbe praticamente impossibile effettuare un’analisi fondamentale degna di questo nome quindi non essere coscienti dei movimenti in vista. Ma cos’è un’analisi fondamentale?

Prima di continuare ricordiamo che i market mover vengono studiati perché in grado di generare ottimi segnali di investimento. Se vuoi provare qualche buona strategia di mercato basata su market mover puoi provare l’offerta del broker ForexTB.

Per imparare a sfruttare i market mover è buona norma fare pratica e usare risorse didattiche proprio come il corso di trading gratuito di ForexTB, disponibile qui.

Analisi fondamentale e market mover

Il mondo del mercato si presta a due tipi di analisi: analisi fondamentale e analisi tecnica. Un bravo trader è capace di considerarle adeguatamente entrambe ma non mancano i partigiani dell’una o dell’altra.

L’analisi tecnica tiene in considerazione unicamente i fattori statistici o legati unicamente ai grafici. I trader che prediligono questo tipo di analisi non si curano di nient’altro che non sia presente sui grafici o che non emerga dai trend.

La loro convinzione è infatti che il mercato è mosso in maniera ampiamente calcolabile in maniera scientifica e non è troppo influenzato da fattori altri.

Viceversa l’analisi fondamentale prende esattamente in considerazione i fattori opposti: elezioni politiche, guerra in vista, crisi economiche o semplicemente annunci da parte di banche importanti o governi.

L’analisi fondamentale prende dunque in considerazione proprio ciò che definiamo market mover, possiamo dunque definirla come lo studio dei market mover.

Come compiere un’analisi fondamentale? Ovviamente si tratta di un tema ampissimo e difficile da affrontare brevemente.

Un primo passo importante però può essere quello di seguire i calendari economici, in cui sono appuntati tutti gli eventi degni di nota e che possono influenzare i mercati in un modo o nell’altro. 

Si potrà ivi trovare, per esempio, la pubblicazione dei dati del PIL tedesco, i quali non mancheranno di influenzare in un modo o nell’altro la situazione economica del paese e magari di molti altri dell’Eurozona.

I calendari economici sono generalmente zeppi di appuntamenti e sarebbe effettivamente prenderli tutti in considerazione con la dovuta attenzione. 

Tuttavia questo potrebbe non essere nemmeno necessario. Non tutti gli eventi sono per forza di cose market mover o comunque non per forza avranno dei risvolti su tutto il mercato.

Un trader specializzato nell’investimento in oro potrà benissimo sorvolare su la pubblicazione dei dati sul PIL della Polonia, che difficilmente cambieranno il prezzo di questo asset.

Dovranno tuttavia tener in considerazione le ultime dagli Stati Uniti, poiché come sappiamo il destino dell’oro è strettamente legato a quello del dollaro.

Leggi anche: Pivot Point.

Cosa sono i market mover

Come abbiamo detto i market mover sono tutti quei fattori che hanno forte incidenza sui mercati e che in un certo qual modo lo manipolano.

Non sempre questi fattori nascono genuinamente ma spesso sono decisi proprio con lo scopo di muovere il mercato verso una determinata direzione per poi specularci sopra.

Esistono varie tipologie di market mover che essenzialmente vengono divise tre categorie:

  • Indicatori economici: questi sono rappresentati per esempio dai dati e indicatori statistici che riguardano l’andamento dei vari settori dell’economia di un paese: Prodotto interno lordo, mercato del lavoro, settore immobiliare etc…
  • Indicatori finanziari: l’attività delle banche centrali, l’andamento dei tassi di interesse, l’inflazione etc…
  • Fattori politici: crisi politiche, elezioni o comunque qualsiasi evento politico che rompa la routine può influire o determinare l’andamento dei mercati. Ad esempio le Elezioni Presidenziali negli Stati Uniti sono sempre un market mover molto impattante.

Solo alcuni di questi sono prevedibili, come per esempio le trimestrali di un’azienda o le pubblicazioni di dati sul PIL di un paese.

Molto spesso market mover molto importanti sono praticamente imprevedibili, a meno che non siate tra le persone più importanti del mondo (e non un semplice trader che gioca in Borsa da casa)

Si tratta di eventi come l’apertura di un’inchiesta su un’azienda, le guerre o lo scoppio di una crisi, fattori dunque solo in minima a parte prevedibili e sicuramente non presenti sui calendari economici.

Utilizzare poi queste informazioni per sviluppare una strategia d’investimento vera e propria non è certo semplicissimo.

In primis perché l’analisi fondamentale, a differenza dell’analisi tecnica, non si fonda su principi “scientifici” e il tutto va considerato molto liberamente, il che può essere un problema.

In secondo luogo non è tanto la negatività o la positività di una notizia a sortire un certo tipo di effetti, quanto queste in relazione alle aspettative createsi nell’ambiente.

Ora che sappiamo cosa sono i market mover possiamo procedere e iniziare ad investire. Ma come?

Approfondimento: Trading Online Opinioni.

Market mover e broker di trading online

Sono ormai anni che l’attività di trading si è aperta anche all’uomo comune grazie ad una serie di piattaforme che fungono da tramite tra l’utente e i mercati, permettendo praticamente a chiunque di cimentarsi in questa attività.

Nonostante sia oggi fruibile a chiunque, non è qualcosa da affrontare a cuor leggere o senza un’adeguata preparazione. 

Prima di tutto va detto che alla base di tutto deve esserci uno studio corposo e continuativo; senza fondamenta solide sarà impossibile edificare la vostra carriera da trader.

Come potreste investire con coscienza se, per esempio, foste completamente all’oscuro dei market mover e senza che sappiate compiere un’analisi fondamentale? 

Chiaramente non sarebbe possibile e diventereste semplicemente i cari vecchi polli da spennare.

In secondo luogo non è per niente di poco la situazione ruotante la scelta del broker da utilizzare.

Queste piattaforme non sono certamente tutte uguali, e nemmeno sono tanto rare le truffe, ovvero piattaforme che sembrerebbero in tutto e per tutto broker come gli altri ma che in realtà nascondono delle truffe telematiche.

Per fortuna scoprire queste truffe non è poi così difficile. In supporto del consumatore ci sono infatti varie autorità di vigilanza che si occupano proprio di regolamentare tutto il settore. 

Per ciò che concerne il territorio europeo e italiano, le autorità di vigilanza più importanti sono:

  • ESMA: Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati;
  • CONSOB: Commissione nazionale per le società e la Borsa;
  • CySEC: Cyprus Securities and Exchange Commission;
  • FCA: Financial Services Authority.

Basterà quindi controllare se un broker presenta o meno una di queste licenze per sapere se ci si può fidare o meno.

Per ciò che riguarda i broker certificati, questi non di certo tutti uguali. La scelta dell’utente dovrà ricadere su quelli che più si confanno alla propria indole e alle proprie esigenze.

Di broker affidabili e validi ce ne sono davvero in grande quantità, ma alcuni che spiccano sicuramente in quanto da anni offrono un servizio di qualità assoluta. Tra questi i più interessanti del momento sono essenzialmente 3: eToro, IQ Option e Trade.com.

eToro

Questo broker (visita il sito ufficiale qui), nato nel 2013 grazie all’attività dei fratelli Assia, già proprietari dell’omonima azienda finanziaria, è senza dubbio una degli assoluti leader del settore.

Le ragioni che hanno fatto di eToro una dei broker più apprezzati ed utilizzati dalla comunity sono molte.

Uno dei motivi fondamentali è l’offerta proposta da eToro. La piattaforma infatti presenta delle feature molto originali ed interessanti che permettono anche ai novizi di iniziare senza grossi impedimenti l’attività di trading.

Parliamo per esempio del Copy Trading, funzionalità che permette di copiare letteralmente ogni investimento fatto da trader più esperti.

Ciò è fondamentale per entrambi: il novizio potrà subito iniziare a lanciarsi nel mercato anche senza sapere tutti i segreti della finanza, e produrre così da subito profitto in attesa di formarsi come si deve.

Il trader esperto beneficerà di questa feature poiché più utenti utilizzano su di lui il Copy trading, più guadagnerà.

Visita il sito ufficiale di eToro per scoprire tutto sul Copy Trading: clicca qui.

Tutto questo è reso possibile dall’area Social di eToro, un vero e proprio social network presente nella piattaforma che, oltre a permettere il Copy Trading, consentirà di tenersi in stretto contatto tra investitori, cosicché risulterà agevole scambiarsi dritte e strategie di investimento.

Tuttavia l’offerta di eToro non finisce qui.

Assoluta peculiarità di questo broker è la possibilità di acquistare criptovalute senza passare attraverso gli strumenti finanziari, come i famosi CFD, con i quali è invece obbligatorio operare.

Questa è una caratteristica assolutamente da non sottovalutare, che sicuramente farà gola a trader di un certo calibro.

Per ciò che concerne il deposito minimo, siamo fondamentalmente nella media. Questo si attesta a 250 euro, tutto sommato una somma ragionevole per iniziare ad investire senza dover sborsare da subito grandi somme di denaro.

Prova ad investire con il Copy Trading su eToro e apri un conto reale con un deposito minimo di appena 200€

Trade.com

Vediamo adesso un broker abbastanza diverso dal precedente ma non per questo inferiore: Trade.com.

Questo broker si sta imponendo sul mercato grazie ad una caratteristica fondamentale che spesso viene sottovalutata dai trader alle prime armi ma che forse è la più importante per chi vuole iniziare a fare Trader.

Stiamo parlando della formazione, senza la quale fare trading online può diventare solo una spiacevole passatempo per buttare soldi. 

Trade.com questo lo ha capito, perciò offre gratuitamente un pacchetto formativo di qualità assoluta, mettendo così in condizione ogni suo utente di operare in maniera più coscienziosa possibile.

Il pacchetto formativo targato Trade.com consta di 15 video-tutorial con i quali scoprire molti dei segreti sottostanti al mondo degli investimenti e del mercato.

Ottieni ora i 15 video tutorial di Trade.com, clicca qui.

Abbiamo già sottolineato l’importanza di una buona formazione prima di iniziare ad investire. Marker mover, analisi fondamentali o tecniche, leggere un grafico o conoscere gli algoritmi che si presentano in un trend è assolutamente necessario per investire con coscienza.

Il trading online non è certo un hobby da affrontare senza impegno per ammazzare il tempo. Qui si tratta di soldi e non credo che nessuno possa ritenerla una cosa da prendere sotto gamba.

Il trading online non è uno scherzo, non è semplice ma nemmeno poi così inaccessibile. Tutto sta nel concedergli il giusto tempo e tanta pazienza. Se si opera bene e con dedizione i risultati arriveranno, in caso contrario starete solamente bruciando soldi e, peggio ancora, tempo.

Si comprende quindi perché un broker che si occupa gratuitamente della formazione dei propri utenti riscuota un successo del genere e perché si configuri come uno dei broker più apprezzati e di qualità presenti sul mercato.

Apprendi i segreti del trading online con la formazione di Trade.com e apri un conto sulla piattaforma

IQ Option

Il terzo broker (Iq Option, sito ufficiale qui) differisce ancora da entrambi, andandosi a concentrare su un altro aspetto fondamentale dell’attività di trading.

Risulta abbastanza chiaro a chiunque come un buon broker deve assolutamente offrire una varietà importante di asset su cui investire. La differenziazione degli investimenti è uno dei trucchi più conosciuti dagli investitori per minimizzare le perdite.

Infatti non è mai una buona mossa investire su vari titoli appartenenti allo stesso settore. Se il settore subisce un trend negativo, tutti gli asset che ne sono contenuti in esso subiranno delle perdite e con essi l’investitore.

Investire su titoli differenti tra di loro ha proprio lo scopo di non rimanere vittima del crollo di un settore, avendo anche altre frecce nella propria faretra.

Il roster presentato da IQ Option è praticamente illimitato.

Scopri l'offerta di Iq Option qui, apri un conto gratis.

Oltre gli asset tradizionali e più conosciuti, come cryptovalute, materie prime, titoli azionari o mercato forex, sono presenti anche asset più peculiari, come ad esempio alcune società calcistiche.

Ciò è molto interessante per un motivo molto semplice. Per ciò che riguarda i market mover di una società calcistica è molto facile reperire notizie e capirne le conseguenze. 

Per esempio, chiunque può capire come l’acquisto da parte della Juventus di Cristiano Ronaldo rappresenti un market mover molto positivo, che infatti non mancò di incidere sulle quotazioni della società torinese in borsa.

Altro punto di forza del broker è il deposito minimo assolutamente fuori mercato. Si tratta infatti di appena 10 euro, che daranno la possibilità a qualsiasi utente di cimentarsi nel trading online senza il rischio di perdere ingenti somme di denaro (per evitarle leggi la guida allo Stop Loss).

Prova ad investire piccole somme con IQ Option e apri un conto reale con appena 10€

Market mover fondamentali per il trading

Possiamo concludere quindi il nostro discorso circa i market mover ritornando a sottolinearne la capitale importanza che ricoprono per ogni investitore che si rispetti.

Tenere presenti questi fattori vi permetterà di comprendere meglio i futuri movimenti del mercato, intercettarli e trarne profitto.

Munirsi di un calendario economico vi consentirà di tener presenti i principali market mover, ma sarà bene non dimenticare che molti altri si presenteranno in maniera imprevedibile. 

Un buon investitore non si informa solo di finanza ma allarga il suo sguardo rispetto a tutto ciò che succede nel mondo, ben consapevole che ogni fattore politico può essere determinante per il mercato e, per riflesso, per la sua vita. E comunque valuta con attenzione questi fattori, senza farsi prendere dal panic selling.

Ovviamente, ci sono anche trader che preferiscono usare il trading algoritmico o altre forme di trading automatico (come copiare i migliori su eToro). In questo caso i market maker non sono così importanti ma è comunque consigliabile studiare a fondo i fondamenti del trading online per migliorare i risultati che si possono ottenere.

Cos’è un Market Mover?

Trattasi di un evento in grado di influenzare l’andamento di un Asset finanziario.

Quali sono le tipologie di Market Mover?

Principalmente esistono i market mover politivci e quelli economici, entrambi in gradi di influenzare di molto i mercati.

Quale analisi studia l’andamento dei market mover?

L’analisi fondamentale è quella che si occupa, tra le altre cose, di identificare e riconoscere i market mover.

Come prevedere i market mover?

Attraverso il calendario economico, messo a disposizione gratuita da tutti i migliori Broker.

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.