Ultimate magazine theme for WordPress.

FTSE MIB: investire nella borsa di Milano? Ora si può fare

0

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

L’indice azionario FTSE MIB, acronimo di Financial Times Stock Exchange Milano Indice di Borsa, risulta il più rilevante quotato presso la Borsa italiana. Comprende le 40 società italiane, anche se non hanno sede in Italia, ad elevata capitalizzazione.

L’FTS MIB si fa rappresentante della situazione generale dell’economia italiana, quindi sta alla Borsa di Milano come il CAC40 sta a quella di Parigi!

Tra le società più importanti appare il club sportivo della Juventus, Poste Italiane, Ferragamo, Unicredit e Telecom Italia. Ciò dimostra che si tratta di un paniere di titoli occupanti i principali settori del mercato.

Revisionando l’index italiano, durante l’anno corrente, la società con il valore maggiore risulta Enel: capitalizzazione pari a 67,8 miliardi di euro!

Si tratta di società distinte da una stazza e stabilità da non sottovalutare, poiché hanno un peso non solo per l’economia italiana, ma anche per quella mondiale.

Per tale motivo, probabilmente la Borsa italiana è tra quelle più sottovalutate nonostante le enormi potenzialità di guadagno che la caratterizzano!

Infatti, nonostante la situazione difficile del nostro Paese, l’Italia propone ancora una panoramica economica ricca di possibilità.

L’FTSE MIB risulta un indice dalla forte liquidità e apprezzato da investitori di tutto il mondo, soprattutto per gli elevati rendimenti registrati da determinati marchi.

Oltre a presentare le caratteristiche principali di questo index italiano, in questa guida è possibile trovare il percorso d’investimento più adatto ad ottenere ricavi concreti: usufruire di apposite piattaforme CFD di trading online, un esempio? La piattaforma GRATIS di 24option.

Storia dell’indice italiano

Nasce il 31 dicembre 1992 col nome di COMIT 30, partendo da un valore di soli 100 punti. Due anni dopo, l’indice viene rinominato Mib30, giungendo ad un valore di 10.000 punti.

Solo nel 2009, dopo la fusione di Borsa italiana con quella londinese (LSE) assume l’attuale nome di FTSE MIB.

Le uniche società presenti sin dagli inizi dell’indice sono i due istituti Generali e Mediobanca.

Fu nel 2000 che l’index raggiunse il suo massimo storico: 51.273 punti. Si tratta di dati abbastanza rilevanti per comprendere l’evoluzione economica vissuta dal nostro Paese. Ad esempio, ci si può soffermare sul ridimensionamento subito dagli istituti bancari che non costituiscono più, a causa della crisi, il settore più remunerativo tra quelli presenti nel FTS MIB.

Analizzando il decennio vissuto da questo indice, la seduta migliore risale al 3 ottobre del 2008, quando registrò una performance pari all’11,49%.

Naturalmente, come avviene per tutti gli indici di Borsa, anche questo è sottoposto a revisioni annuali, così da comprendere quali società non sono dotate dei requisiti adatti per farne ancora parte.

Le multinazionali più recenti che formano l’index italiano sono Nexi, Hera, Amplifon e Juventus (2018). Si tratta di titoli che hanno una propria rilevanza e che, naturalmente, hanno ripercussioni positive sull’intero andamento dell’indice.

FTSE: investire con CFD

Quando si decide d’investire su un Indice di Borsa, si opta per una vasta gamma di società che lo comprendono. In termini semplici, ciò si traduce in una diversificazione dei propri investimenti con una conseguente riduzione del rischio.

Anche se qualche società dovesse andar male, non influirebbe negativamente sull’intero Index. Inoltre, puntare su un indice di Borsa richiede uno studio minore rispetto a quando bisogna applicarsi per seguire l’andamento di una singola società.

Ci sono, però, modalità d’investimento che agevolano notevolmente il compito ai trader, soprattutto per quelli che non s’intendono ancora bene del settore finanziario. Si tratta delle innovative piattaforme di trading online CFD.

Queste permettono di intervenire su molti altri indici come:

I CFD (Contracts For Difference) sono degli strumenti finanziari derivati che consentono di scambiare la differenza di valore di un titolo o sottostante, valutata tra il momento di apertura e quello di chiusura di una posizione.

Ciò permette agli utenti, grazie all’intermediazione del broker, di ottenere benefici anche se il mercato ribassa! Si parla di una doppia possibilità di guadagno che, ad esempio, non è sfruttabile se ci si affida ai tradizionali metodi d’investimento come i conti bancari.

Le operazioni con CFD constano di ulteriori vantaggi: maggiore esposizione sui mercati, sfruttare la leva finanziaria e commissioni totalmente gratuite.

Ogni piattaforma, per evitare di incappare in truffe, deve rispettare leggi imposte da enti dal calibro internazionale come la CONSOB o la CySEC, così da tutelare gli interessi dei trader online e rendere il tutto più sicuro.

Naturalmente, bisogna considerare anche la possibilità di rischio: nessun investimento è sicuro al 100%, ma è possibile arginarlo mediante gli strumenti giusti.

Proponiamo tre delle piattaforme più efficienti ed utili per trarre ricavi concreti dall’investimento sull’index italiano FTSE! Sono ottime anche per fare trading intraday.

eToro: il primo network di trading

Broker di fama internazionale, è apprezzato soprattutto per il carattere rivoluzionario che ha ribaltato le maniere tradizionali di fare trading online!

Propone una piattaforma chiara e amichevole, così da poter essere utilizzata anche dai meno esperti. In realtà, eToro è consigliato per le due funzioni più innovative, e al contempo pratiche, che ha introdotto: Social e Copy Trading.

Bisogna specificare che è una piattaforma sicura ed affidabile, come dimostrato dalle regolamentazioni da parte di appositi enti.

In questo caso, il trading diventa social: è possibile utilizzare la piattaforma per interagire con gli altri utenti e scambiarsi consigli ed opinioni di mercato! In più, i novizi trader possono iniziare copiando le operazioni effettuate da trader personalmente selezionati!

S’impone come uno strumento dal duplice vantaggio: è possibile guadagnare sin da subito e imparare osservando i migliori!

Ogni investitore è dotato di uno storico che mostra i propri rendimenti, così da permettere agli utenti di selezionare quelli più adatti ai propri obiettivi.

Il Copy Trading non è una soluzione per guadagnare senza sforzi, ma è un modo per cimentarsi con consapevolezza nel mondo dei mercati finanziari.

Apri un conto gratuito con eToro e usufruisci di tutti i vantaggi!

24 Option: un supporto per i meno esperti

Piattaforma consigliata sia dai trader già affermati che da quelli meno esperti, è contraddistinta per l’estrema facilità con la quale si utilizza

24 Option è un broker che ha conquistato il podio tra i migliori per il supporto didattico che fornisce, in maniera totalmente gratuita, ai propri utenti. Naturalmente, anche in questo caso, si tratta di una piattaforma dotata delle certificazioni necessarie che tutelano i trader e il capitale da loro investito.

Per quanto riguarda il materiale didattico offerto, questo risulta tra i migliori attualmente disponibili online: offre una panoramica sulle nozioni di base fino a giungere a concetti più complessi sul trading.

È ampiamente apprezzato per la praticità delle informazioni espresse, così da formare gli utenti ed indirizzarli verso il raggiungimento dei propri obiettivi di guadagno.

Inoltre, 24 Option permette di mettere in pratica la teoria studiata mediante un conto demo. Consiste in una simulazione di trading con cui testare l’efficienza delle strategie elaborate utilizzando del denaro virtuale, così da tenersi lontani da ogni rischio!

I vantaggi di 24 Option non sono ancora terminati: è possibile ottenere segnali di trading gratuiti. In termini semplici, sono indicazioni elaborate da un team di esperti che si sono rivelate più che valide per la formulazione di una corretta previsione di mercato!

Coloro che, nonostante le indicazioni, hanno difficoltà nell’utilizzare la piattaforma possono affidarsi al servizio clienti: attivo h24 tutti i giorni. Così, anche da questo punto di vista, il broker fornisce uno supporto impeccabile!

Apri un conto demo ed inizia a far pratica con 24 Option!

Su 24option sono disponibili molti altri indici oltre al NASDAQ tutti molto proficui per operazioni di mercato (per esempio è presente l’AEX, l’IBEX, lo SMI, l’Hang Seng)

Trade.com: broker dinamico ed innovativo

Impostosi tra i broker migliori, anche Trade.com offre una miriade di vantaggi grazie ad una piattaforma adatta sia ai più esperti che ai meno intenditori del settore.

Durante l’anno corrente ha rinnovato il proprio sito web, rendendolo ulteriormente più pratico e semplice da utilizzare.

Il broker di Trade.com propone, agli utenti meno esperti, dei materiali didattici utili per acquisire le conoscenze necessarie. Si tratta di video lezioni che s’impongono come strumenti formativi perfetti per iniziare a districarsi tra le complesse dinamiche del mondo delle finanze.

Trade.com è una piattaforma multi-asset: ne sono presenti più di 2100, inclusi gli indici, le materie prime, le obbligazioni e le promettenti criptovalute.

Offre la possibilità di iniziare con un conto demo e consta di un servizio clienti raggiungibile tramite e-mail,chat o per via telefonica. Non solo è gratuito, ma copre ben 30 paesi in tutto il mondo!

Inizia anche tu a sfruttare tutte le risorse offerte da Trade.com!

FTSE: come vengono selezionate le società?

Come ogni indice, anche quello più rilevante del nostro Paese implica dei criteri da soddisfare per le società che lo compongono, così da non comprometterne l’andamento in Borsa.

Prima di tutto, possono farne parte tutte le azioni negoziate sui mercati di Borsa italiana MTA e MIV.

Per far parte del FTSE, le società devono presentare:

  1. Importante capitalizzazione di mercato;
  2. Liquidità;
  3. Numero elevato di azioni in circolazione.

La revisione delle aziende quotate avviene trimestralmente a marzo, giugno e settembre. Anche se, in casi di fallimenti o sospensioni, ci saranno esclusioni straordinarie.

Conoscere gli elementi costituenti di un indice è essenziale per comprendere le eventuali possibilità di guadagno.

Nonostante siano presenti 40 società, esercitano il peso maggiore le 10 che possiedono 2/3 della capitalizzazione totale.

Un’ importante caratteristica che concerne più del 70% delle aziende quotate è il piano di sostenibilità ambientale. Si è intrapreso un cammino legato ad una maggiore consapevolezza dei problemi socio-ambientali, tradotta in impegni concreti per migliorare la situazione.

Ciò, non solo ha provocato un avanzamento di queste aziende, ma anche reso l’Italia un Paese interessante per investitori esteri.

FTSE MIB: previsioni

Prima di puntare il tutto per tutto su un determinato titolo, è bene considerare la situazione economica generale che lo caratterizza.

Infatti, è un grave errore pensare che gli indici di Borsa siano distanti dallo scenario economico nel quale vengono calati.

Nel caso dell’indice italiano, bisogna capire che ci sono fattori internazionali che ne influenzano l’andamento. Ad esempio, L’incertezza causata dalla Brexit pesa su tutta l’Europa, Borsa italiana compresa! In più, la situazione politica, il PIL e altri dati influiscono sulle quotazioni del FTSE MIB.

La ritrovata stabilità politica italiana, però, ha contribuito ad un riassestamento del quadro economico. Infatti, analizzando l’indice FTSE MIB si nota una fase rialzista tesa ad una certa stabilità. Stando ai commenti tecnici elaborati dagli analisti, il titolo potrebbe chiudere il mese di novembre 2019 con una quota in aumento pari al 24.054,2.

La nuova aria di positività che aleggia tra gli azionisti si traduce in un ritrovato appetito per il rischio!

Naturalmente, si tratta semplicemente di previsioni e nessun dato è certo. Ma, nonostante ciò, sembra esser del tutto terminata la fase di stagnazione economica che ha contraddistinto questi ultimi tempi!

L’index italiano è conveniente?

Si è ben consapevoli della scarsa fiducia riposta nelle risorse offerte dall’Italia. Anche se, optare per l’indice FTSE MIB significa poter sfruttare a proprio favore i rendimenti ottenuti dalle società più imponenti del mercato italiano.

Nonostante momenti altalenanti, l’FTSE potrebbe risultare un’ottima scelta d’investimento se si utilizzano le giuste strategie! S’impone come un titolo promettente poiché si prevede un allungamento della fase positiva del mercato italiano!

Le maggiori società quotate presso l’FTSE MIB constano di una rinnovata volontà di crescita con l’obiettivo di ottenere profitti elevati.

La composizione di questo index appare ampiamente variegata: punto di forza degli indici borsistici!

Considerando gli aspetti fondamentali dell’indice più importante della Borsa italiana, si comprende che le performances registrate durante il 2019 sono state più che buone!

L’indice in questione, infatti, è risultato tra i migliori d’Europa. Dunque, le prospettive per eventuali investimenti potrebbero essere favorevoli per coloro che decideranno di aver fiducia nel proprio Paese!

FTSE MIB: conclusioni

L’index italiano risulta far parte di un quadro economico che tende ad una stabilità. In termini pratici, potrebbe risultare un titolo remunerativo, contro ogni aspettativa!

Naturalmente, bisogna impegnarsi e studiare bene gli eventi che ne influenzano l’andamento, così da decidere se occupare posizioni a breve o a lungo termine.

Le piattaforme eToro, 24 Option e Trade.com hanno reso il mondo delle finanze più accessibile, sia in termini di esperienza che economici. Ciò significa che, anche coloro che non dispongono di conoscenze specifiche del settore e di cifre esorbitanti, possono iniziare a muovere i primi passi nel trading online.

In fin dei conti, con il supporto giusto ed una forte motivazione, investire in FTS MIB potrebbe essere fonte di importanti soddisfazioni!

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.