Ultimate magazine theme for WordPress.

Criptovalute: Cosa sono e come funzionano. Guida completa e aggiornata

0

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

Le Criptovalute sono anche dette valute virtuali perchè non si possono tenere in mano, ma sono comunque mezzi di scambio come le valute tradizionali.

Poiché la maggior parte delle Criptovalute non sono regolate dai governi nazionali, sono considerate valute alternative al di fuori dei limiti della politica monetaria.

Ma ora vediamo di analizzare nel dettaglio cosa sono le Criptovalute, che caratteristiche hanno e perchè sono cosi importanti. Valuteremo anche i principali modi per investire in Criptovalute, come i Broker CFD, fra i quali eToro offre anche un sistema di investimento totalmente automatico.

Criptovalute: Cosa sono

Le criptovalute sono un mezzo di scambio basato su Internet che utilizza la crittografia per fare transazioni finanziarie. Le criptovalute sfruttano la tecnologia blockchain per ottenere decentralizzazione, trasparenza e immutabilità.

I protocolli crittografici utilizzati da queste valute digitali sono estremamente complessi, si basano su principi avanzati di ingegneria informatica e matematica che li rendono praticamente impossibili da infrangere.

Questi protocolli mascherano anche le identità degli utenti, rendendo difficile l’attribuzione di transazioni e flussi di fondi a specifici individui o società.

Controllo decentralizzato

Il valore e la quotazione delle criptovalute non dipende dalla politica monetaria di governi e banche centrali ma dall’utilizzo di chi le detiene.

Basandosi su un registro condiviso, questo non permette interferenze esterne e offre un’assoluta trasperenza.

Offerta finita

La maggior parte, ma non tutte, le criptovalute sono caratterizzate da un’offerta finita.

I loro codici sorgente contengono istruzioni che descrivono il numero preciso di unità che possono e potranno mai esistere.

L’offerta finita delle criptovalute le rende più simili all’oro e ad altri metalli preziosi, di cui esistono quantità finite, rispetto alle valute legali, di cui le banche centrali possono, in teoria, produrre forniture illimitate.

Scambio con valute Fiat

È importante sottolineare che le criptovalute possono essere scambiate con valute legali ( dette Fiat) in speciali mercati online, il che significa che ognuna ha un tasso di cambio variabile con le principali valute mondiali (come il dollaro USA, la sterlina, l’euro e lo yen).

Gli scambi di criptovaluta, detti exchange, non sono propriamente sicuri (ne parleremo più avanti), sono vulnerabili all’hacking e rappresentano la sede più comune per il furto di valuta digitale da parte di hacker e criminali informatici.

Criptovalute: Cenni storici

L’idea alla base delle criptovalute esisteva da molto prima della nascita dei Bitcoin. L’obiettivo di creare una valuta digitale sicura e a prova di manipolazione parte dai primi anni ’80.

Un esperto di crittografia, David Chaum, inventò un algoritmo che è divenuto la base delle transazioni sicure su internet.

Vivere di Bitcoin

Prima di Bitcoin

Alla fine degli anni ’80, Chaum ha fondato DigiCash, una società a scopo di lucro che produceva unità di valuta sulla base dell’algoritmo da lui stesso inventato.

A differenza di Bitcoin e della maggior parte delle moderne criptovalute, il controllo di DigiCash non era decentralizzato. La società di Chaum aveva il monopolio del controllo dell’offerta, simile al monopolio delle banche centrali sulle valute legali.

Dopo DigiCash, una manciata di imitatori come il WebMoney russo sono nate in altre parti del mondo ma nessuna ha preso veramente piede.

Dopo Bitcoin

Il Bitcoin è ampiamente considerato come la prima criptovaluta moderna: il primo mezzo di scambio usato pubblicamente che combina controllo decentralizzato, anonimato, conservazione su blockchain e scarsità integrata.

Satoshi Nakamoto, uno pseudonimo tuttora avvolto nel mistero, nel 2008 ha pubblicato un protocollo che spiegava le basi su cui si sarebbe sviluppato il Bitcoin.

All’inizio del 2009, Nakamoto ha rilasciato il Bitcoin al pubblico e un gruppo di sostenitori entusiasti ha iniziato a scambiare ed estrarre questa valuta digitale.

Dopo un anno questa criptovaluta ha iniziato ad espandersi e sono nati i primi altcoin (aternative al Bitcoin) come Litecoin. Con essi hanno iniziato a diffondersi anche i primi forum di criptovalute.

Come funzionano le criptovalute

I codici e la tecnologia che sta dietro le valute digitali è piuttosto complessa ma cercheremo di spiegarla in modo chiaro, per delineare come funzionano le Criptovalute e cosa le rende così speciali.

Blockchain

La blockchain di una criptovaluta è il libro mastro che registra e memorizza tutte le transazioni effettuate, convalidando la proprietà di tutte le singole valute in un dato momento.

Questo registro contiene l’intera cronologia delle transazioni di una criptovaluta fino ad oggi.

Copie identiche della blockchain sono archiviate in ogni nodo della rete di computer che fa funzionare le criptovalute. Questa rete è gestita dai minatori, che registrano e autenticano continuamente le transazioni .

La blockchain impedisce la “doppia spesa” o la manipolazione del codice.

Tecnicamente una transazione di criptovalute avviene solo quando viene “registrata” nella blockchain. Solitamente ci vuole qualche minuto, non è una transazione istantanea e una volta finalizzata, di solito è irreversibile.

A differenza dei tradizionali processori di pagamento, come PayPal e carte di credito, la maggior parte delle criptovalute non ha funzioni di rimborso o riaddebito integrate, sebbene alcune nuove criptovalute abbiano funzionalità di rimborso rudimentali.

Tipologie di Blockchain

Esistono tre tipi principali di blockchain:

  • Blockchain pubbliche come Bitcoin ed Ethereum, che sono pubbliche e accessibili a chiunque.
  • Blockchain private come Hyperledger e R3 Corda, che sono disponibili solo ai partecipanti alla rete.
  • Blockchain ibride come Dragonchain, che offre i vantaggi della tecnologia privata, con la sicurezza e la trasparenza del sistema pubblico.

Chiavi private e chiavi pubbliche

Gli utenti che sono in possesso di criptovalute hanno una chiave privata, una sorta di password per essere autenticati.

Queste chiavi private vengono utilizzate per effettuare le transazioni. Senza questa chiave è impossibile riappropriarsi delle proprie monete, scambiarle o spenderle.

Le chiavi private sono dei codici alfanumerici molto complessi , impossibili da hackerare, ma hanno lo svantaggio che se vengono perse, si perdono anche le criptovalute corrispondenti.

Oltre alle chiavi private esistono le chiavi pubbliche, ovvero gli indirizzi del proprio portafoglio di criptovalute (che vedremo nel prossimo paragrafo).

Le chiavi pubbliche sono visibili a tutti, sono l’equivalente del vostro IBAN e serve per farvi mandare le monete digitali.

Portafogli

Le criptovalute vengono solitamente conservate in portafogli virtuali che detengono le chiavi private.

Questi portafogli non sono sicuri al 100%, se vengono tenuti sul web, rischiano di subire attacchi informatici quindi fate attenzione.

Per ridurre questo rischio esistono dei portafogli “offline” che vengono conservati su dispositivi di archiviazione scollegati dalla rete, e spesso hanno dei backup di sicurezza. Il backup non duplica le criptovalute ma è solo una copia dei codici che certificano la proprietà delle stesse.

Minatori

Il termine minatore deriva dal processo che svolgono queste persone o queste aziende: Estraggono criptovalute mentre convalidano le transazioni.

Il processo di mining ha bisogno di un’enorme potenza di calcolo e consuma molta energia elettrica.

I minatori creano periodicamente nuove copie della blockchain aggiungendo le ultime transazioni , questa aggiunta si chiama blocco.

Quando convalida una transazione, un minatore viene “premiato” con una piccola percentuale del valore transato. Le commissioni che vengono pagate ai minatori possono variare e solitamente una commissione più alta equivale ad una transazione più rapida.

Criptovalute: Lista delle principali

Ecco un elenco delle principali criptovalute, fra le più capitalizzate e scambiate sui mercati.

  • Bitcoin (BTC) è la moneta di riferimento dell’intera industria della criptovaluta, viene utilizzato come mezzo di pagamento globale ed è leader incontrastato del mercato con oltre 200.000 transazioni giornaliere.
  • Ethereum (ETH) permette non solo di convalidare le transazioni sulla blockchain ma anche gli smart contracts, ed è questo che l’ha resa così popolare fra gli investitori che possono investire anche in Ethereum Classic , un hard fork dell’ETH.
  • Ripple (XRP) ha una criptovaluta nativa detta XRP, ma si tratta di una rete di elaborazione più complessa. XRP, la valuta, non serve come mezzo per archiviare e scambiare valore, ma piuttosto come token per proteggere la rete e farla funzionare.
  • Litecoin (LTC) è stata una delle prime criptovalute dopo Bitcoin. Più veloce, con una maggiore quantità di token e un nuovo algoritmo di mining, Litecoin è stata una vera innovazione.
  • Bitcoin Cash (BCH) è una delle prime derivazioni di Bitcoin, nata per accelerare i processi di scambio e di verifica delle transazioni su blockchain.
  • Bitcoin SV (BSV), con “SV” che sta per “Satoshi Vision”, è una derivazione di Bitcoin Cash che si avvicina maggiormente al Bitcoin originale mantenendo le qualità di Bitcoin Cash.

Proseguiamo con le criptovalute secondarie:

Criptovalute emergenti

Le criptovalute in circolazione sono migliaia e nascono spesso criptovalute con ideee innovative ma non tutte riescono a diffondersi. Fra le criptovalute emergenti più popolari è doveroso citare:

  • NEO nasce come piattaforma per applicazioni decentralizzate basata su blockchain. Punta all’utilizzo degli smart contract sulla scia di Ethereum.
  • Tron è un progetto che va al di là della criptovaluta, proponendo un sistema per distribuire contenuti per l’intrattenimento.
  • Monero è la criptovaluta più attenta all’anonimato, con un nuovo algoritmo è in grado di nascondere la traccia dell’utente sulla blockchain.
  • Cardano  è una piattaforma nata per gestire smart contracts in modo rapido e sicuro, una naturale evoluzione di Ethereum.
  • Tezos sta iniziando a emergere per la sua codifica e la sicurezza del protocollo interno.
  • EOS è progettato sviluppando ethereum, quindi offre una piattaforma per costruire applicazioni decentralizzate.

investire in criptovalute

Come investire in Criptovalute

Le criptovalute non nascono come investimento ma come monete di scambio o per realizzare o finanziare progetti.

Col tempo però, a causa di numerosi fattori, sono diventate principalmente degli investimenti finanziari a tutti gli effetti.

Tutto parte da Bitcoin che ha due difetti inconciliabili con l’utilizzo come moneta per fare acquisti:

  • Le transazioni non sono immediate, possono durare diversi minuti nei quali il denaro è in una sorta di “limbo digitale” e questa lentezza non può competere con le attuali transazioni con carta di credito o portafogli elettronici che sono praticamente istantanee.
  • Il valore di Bitcoin oscilla in continuazione e la sua elevata volatilità si presta poco all’attribuzione di un prezzo a un prodotto o a un servizio.

Si può investire in Criptovalute principalmente in due modi: Con gli Exchange e con i Broker CFD, vediamo le caratteristiche di entrambi i sistemi.

Exchange di Criptovalute

Gli Exchange sono dei siti che permettono di comprare criptovalute e di scambiarle fra loro in base alla quotazione di mercato.

Questi siti web non sono dei mercati regolamentati, quindi presentano dei rischi, infatti uno dei più famosi exchange del mondo, l’ormai defunto Mt. Gox ha provocato la perdita di centinaia di migliaia di Bitcoin appartenenti a fiduciosi investitori, quando è “collassato”.

Gli exchange permettono anche le conversioni di valute Fiat (Euro, Dollaro, ecc.) in criptovalute e per questo possono (in teoria) essere utilizzati per investire.

Per queste transazioni gli Exchange trattengono una commissione e ciò li rende molto costosi, specialmente se si fanno numerose transazioni.

Exchange: Vantaggi e svantaggi

Vantaggi:

  • Permettono di detenere “fisicamente” le criptovalute che si acquistano.
  • Contribuiscono allo scambio e alle fluttuazioni di prezzo delle criptovalute.

Svantaggi:

  • Le transazioni non sono immediate, bisogna attendere la conferma della blockchain.
  • Fanno pagare delle commissioni per ogni operazione.
  • Non sono regolamentati, non posseggono licenze come operatori finanziari.
  • Non sono coperti da garanzie o tutele per gli investitori.
  • Si guadagna solo se le criptovalute aumentano di valore.

Broker CFD per investire in Criptovalute

Iniziamo col dire che i CFD (contratti per differenza) sono dei contratti derivati che vengono negoziati con lo stesso prezzo del titolo a cui si riferiscono.

I Broker CFD sono degli intermediari che offrono questi contratti e permettono di acquistarli (puntando al rialzo) e venderli (puntando al ribasso) , senza commissioni.

Quindi i Broker CFD permettono di investire in Criptovalute come in qualsiasi altro titolo o asset, in modo semplice ed economico.

Broker CFD: Vantaggi e Svantaggi

Vantaggi:

  • Sono degli intermediari regolamentati, in possesso di licenza operativa, rlasciata in Italia dalla CONSOB.
  • Permettono di effettuare transazioni immediate.
  • Non si rischia alcun furto perchè non si devono detenere “fisicamente” le criptovalute.
  • Non si pagano commissioni per le transazioni eseguite.
  • Offrono una garanzia a tutela dei depositi effettuati.
  • Sì può guadagnare anche se i prezzi calano, basta puntare al ribasso.

Svantaggi:

  • Non si entra in possesso realmente delle criptovalute, si specula solo sulle oscillazioni di prezzo.

Criptovalute: I migliori Broker CFD

Abbiamo selezionato i migliori Broker CFD per investire in Criptovalute, che sono in possesso di queste caratteristiche fondamentali:

  • Licenza CONSOB, CySEC o equivalenti.
  • Offono la possibilità di investire sia al rialzo che al ribasso.
  • Non fanno pagare commissioni sulle transazioni effettuate.

eToro

eToro è un intermediario molto popolare, il Broker CFD più diffuso e utilizzato al mondo.

La licenza CONSOB certifica la sicurezza di questo Broker e la sua piattaforma permette di negoziare facilmente le principali criptovalute.

Qui sotto vediamo lo screenshot del CFD Bitcoin nella piattaforma di trading eToro:

Quotazioni Criptovalute etoro

  • Per investire in Bitcoin basta cliccare sul pulsante “Investi”, decidere quanto puntare nell’operazione e se acquistare o vendere la criptovaluta.

Ma eToro offre molto di più. Permette di negoziare in modo totalmente automatico grazie al Copy Trading.

Questa funzionalità permette di copiare le operazioni dei trader più bravi al mondo (su eToro) in maniera gratuita. Ecco come funziona:

  • Ci si registra su eToro con il link alla fine della recensione.
  • Nella sezione Persone si scelgono i trader da copiare, in base ai loro rendimenti, filtrando (se volete) quelli che investono in criptovalute.
  • Con un click il Copy Trading ricopierà le operazioni dei trader scelti, sul vostro conto.
  • Così otterrete gli stessi rendimenti di questi esperti di trading (in proporzione all’investimento), senza fare nulla.

Clicca qui e scegli quali trader copiare

Sia il Copy Trading che il “trading manuale” si possono testare anche su conto Demo gratuito, senza correre rischi, con denaro virtuale.

Clicca qui per iscriverti gratis

Per approfondire leggi la nostra recensione completa su eToro.

ForexTB

ForexTB è un Broker che sta rapidamente conquistando molti utenti, soprattutto per merito dei servizi gratuiti che mette a disposizione degli investitori.

Regolamentato in Europa dalla CySEC, ForexTB offre due piattaforme di trading che premettono di investire in criptovalute e molti altri asset:

  • La Metatrader 4, il software di trading più usato al mondo, è molto tecnico e ricco di strumenti e indicatori personalizzabili
  • La piattaforma Web, molto semplice e utilizzabile da qualsiasi browser e dispositivo senza scaricare alcun software

Quotazioni Criptovalute forextb

  • Ecco uno screenshot con il CFD Bitcoin su ForexTB: Per investire basta cliccare “Vendi” o “Acquista” e inserire l’importo dell’operazione.

I servizi gratuiti che hanno reso così famoso ForexTB sono:

Leggi la nostra recensione su ForexTB per maggiori informazioni.

Trade.com

Trade.com è un Broker molto attento alla formazione dei suoi utenti, perchè se sono competenti è più probabile che ottengano maggiori profitti.

Questo Broker è autorizzato dalla CONSOB ad operare in Italia e qui sotto si può vedere la chiarezza della sua piattaforma di trading con il CFD Bitcoin:

Quotazioni Criptovalute trade-com

  • Per investire è sufficiente cliccare “sell” per vendere e “buy” per acquistare e inserire l’importo dell’investimento.

La formazione proposta da Trade.com inizia con un corso di trading in formato ebook, un pdf che spiega l’analisi tecnica e il trading in modo chiaro e senza troppi tecnicismi.

Scarica il corso gratuito cliccando qui

A seconda del livello di preparazione che posseggono, i trader, nell’area didattica messa a disposizione da Trade.com. possono ampliare le proprie nozioni e conoscenze con dei videocorsi e del materiale davvero prezioso, tutto gratuito.

Clicca qui per accedere gratuitamente all'area didattica

Questo Broker permette di aprire un conto reale con un deposito al di sotto della media, bastano solo 100 Euro per iniziare a fare trading!

Clicca qui per iscriverti gratis

Se vuoi saperne di più, puoi leggere la nostra recensione di Trade.com.

IQ Option

Iq Option mette a disposizione dei propri utenti una piattaforma molto moderna e rapida nell’esecuzione degli ordini.

Si tratta di un Broker CFD che opera sotto la sorveglianza della nostra CONSOB, e la sua affidabilità è garantita.

Quando si vuole iniziare a fare trading sulle criptovalute o su qualunque altro mercato, spesso si pensa sia necessario un capitale considerevole per iniziare: Con IQ Option non è così.

Il deposito minimo richiesto per aprire un conto rale con IQ Option è di soli 10 Euro.

Con questo Broker si può iniziare ad investire con una cifra davvero irrisoria e in ogni trade è possibile puntare i soldi di un caffè.

Naturalmente i soldi non vanno mai buttati, nanche se sono così pochi. Per fare investimenti redditizi bisogna conoscere come funzionano i mercati e per questa ragione IQ Option ha realizzato un’area formativa con centinaia di corsi gratuiti per apprendere le tecniche di trading più redditizie.

Anche se il deposito minimo è di soli 10 Euro, anche con questo Broker si può iniziare dal conto Demo gratuito, indispensabile per fare pratica con la piattaforma senza rischiare denaro.

Clicca qui per iscriverti gratis su IQ Option

Leggi la nostra recensione completa su IQ Option per maggiori dettagli.

Criptovalute: Valore attuale

Il valore attuale delle criptovalute varia continuamente, per questo motivo vi mostriamo le quotazioni in tempo reale delle principali criptovalute.

Quotazione Bitcoin in tempo reale

Quotazione Ethereum in tempo reale

Quotazione Ripple in tempo reale

Criptovalute: Previsioni

Il mercato delle criptovalute è molto “giovane” e dunque siamo agli albori di una nuova era, la diffusione di queste valute digitali è stata molto rapida e l’interesse degli investitori è notevole.

Non tutti gli analisti tradizionali credono nello sviluppo di questo nuovo asset di investimento ma c’era lo stesso scetticismo quando stava nascendo internet, quando sono nati i primi portafogli digitali come PayPal, e quando sono nate le carte di credito.

Le novità sono difficili da accettare ma le previsioni per le criptovalute sono certamente al rialzo. Questo non significa che tutte le criptovalute oggi presenti sui mercati cresceranno, ma alcune sicuramente aumenteranno la loro quotazione come ha fatto il Bitcoin pochi anni.

criptovalute

Conclusioni

Le criptovalute sono indipendenti dalla politica e dalle banche, sono praticamente anonime e molto volatili, quindi attirano investitori e speculatori.

Quello che non si può fare a meno di notare è che attualmente sono una forma di investimento alternativa e molto remunerativa, e ci sono elevate probabilità che tutto il settore delle criptovalute cresca in modo vertiginoso nel prossimo futuro.

Se volete investire in Criptovalute ma non avete esperienza di trading, iniziate con un conto Demo, senza versare denaro. Potrete simulare gli investimenti senza correre rischi, qui il denaro è virtuale. Ecco i link ufficiali per accedere gratis a questi conti Demo:

Cosa sono le Criptovalute?

Sono delle monete digitali decentralizzate che si basano su un registro pubblico per le transazioni.

Come funzionano le Criptovalute?

Le criptovalute si basano sulla crittografia, cioè su codici matematici molto complessi che ne decretano la sicurezza.

Come investire in Criptovalute?

Per investire in Criptovalute conviene utilizzare i Broker CFD che permettono di negoziare al rialzo o al ribasso le principali criptovalute, in totale sicurezza e senza pagare commissioni.

Qual è il miglior modo per guadagnare con le Criptovlaute?

Il trading automatico offerto da eToro permette di guadagnare con le criptovalute copiando cosa fanno i maggiori trader internazionali.

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.