Ultimate magazine theme for WordPress.

Comprare Ripple, perché e come lo puoi fare!

Tutte le opportunità per poter acquistare il token XRP

0

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

Se stai leggendo questo approfondimento è perché probabilmente hai sentito parlare di criptovalute e, più specificamente, di una delle principali criptovalute, chiamata Ripple (XRP).

A proposito: la maggior parte delle persone la conosce come Ripple, ma Ripple è, in realtà, il nome della società che ha creato XRP, e che usa questa criptovaluta (XRP) per i propri pagamenti internazionali.

Un altro concetto che probabilmente ti ha portato a questo articolo è il trading, che si tratti di azioni, valute estere o altro ancora.

Ebbene, in questo approfondimento cercheremo di unire entrambe le cose, concentrandoci principalmente sul trading di criptovalute e, in questo caso, di XRP.

Vedremo dunque come iniziare a fare trading di XRP e come poter cercare il profitto su Ripple attraverso l’uso dei principali exchange e, soprattutto, con l’utilizzo dei più noti broker online, come eToro (sito ufficiale), Investous (sito ufficiale) e IQ Option (sito ufficiale).

Vedremo poi quali sono le differenze tra le due modalità di trading di Ripple, e perché riteniamo che sia sicuramente più conveniente procedere con il trading XRP con i broker CFD, piuttosto che acquistare direttamente Ripple.

Dunque, ritagliati qualche minuto di tempo e inizia la lettura con noi!

Cos’è XRP / Ripple

XRP è una valuta digitale creata da una società chiamata Ripple, e predisposta per le transazioni quotidiane che sono ampiamente utilizzate da individui, istituzioni e banche.

I continui e vari sviluppi su Ripple l’hanno resa una scelta di primo riferimento non solo per le transazioni quotidiane ma anche un’opportunità di investimento per il futuro più prossimo, alla pari di Bitcoin e Ethereum, rispettivamente prima e seconda criptovaluta per capitalizzazione (Ripple, se te lo stai chiedendo, è la terza).

Insomma, che si tratti di inviare qualche XRP a qualcuno dall’altra parte del mondo, di scambiarlo, o di acquistarlo da tenere come investimento, qui troverai tutte le informazioni utili su come acquistare i token XRP in pochi semplici passi mediante gli exchange o, se preferisci, utilizzare XRP come sottostante dei tuoi investimenti speculativi mediante i più noti broker CFD come eToro, Investous e IQ Option.

comprare ripple

Come comprare Ripple con gli exchange: una procedura lenta e costosa

Iniziamo l’ipotesi di voler ottenere un po’ di XRP con un exchange.

Ebbene, considerato che sono davvero pochi gli operatori che ti permettono di acquistare Ripple direttamente, sarà probabilmente necessario avere lo stesso valore di Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), o qualsiasi altra criptovaluta che possa essere efficacemente scambiata con XRP.

Ma andiamo con ordine, e cerchiamo di comprendere perché sempre meno persone preferiscono comprare Ripple con gli exchange, preferendo invece il trading con i broker CFD.

Per poter comprare Ripple con gli exchange devi infatti attraversare tre percorsi ad ostacoli.

La registrazione

La selezione di un exchange per l’acquisto delle tue prime criptovalute può essere un processo scoraggiante e travolgente. Dopo tutto, ci sono oltre 200 piattaforme di criptovaluta nel mercato odierno, con un volume di scambi di 24 ore per miliardi di controvalore in euro. Quindi, come fare per poter trovare la migliore scelta?

Generalmente, per poter individuare il giusto operatore si considerareno alcuni elementi di valutazione come:

  • la posizione geografica e i relativi vincoli;
  • le commissioni di transazione;
  • la sicurezza, l’anonimato e l’assistenza clienti;
  • la facilità d’uso e l’interfaccia utente;
  • il volume e la liquidità dello scambio.

Si noti che la lista di cui sopra non copre tutti gli attributi necessari da considerare nella scelta di un exchange, ma è comunque una buona base solida per iniziare.

Probabilmente, a margine di questa analisi, riuscirai ad avere tra le mani una manciata di exchange come Binance, Coinbase, Changelly, Kraken, Bitfinex o Bittrex.

In realtà, non cambia tantissimo. Il tuo primo passo dovrà infatti essere quello di registrarti sull’exchange, creando un account sulla piattaforma di scambio.
Per fare questo, dovrai andare sito ufficiale dell’exchange e cliccate sul link di registrazione, compilando i campi che ti vengono proposti. Segui le istruzioni fino a quando il tuo account non sarà registrato e poi verifica il tuo account.

In tal senso, non ci sono grandi differenze per quanto attiene i broker CFD, ovvero quegli operatori che ti permetteranno non di comprare direttamente Ripple, ma di aprire posizioni derivate a valere sulla criptovaluta.

Naturalmente, la principale caratteristica è che scegliendo un broker come eToro o Investous, avrai sempre la garanzia che si tratta di società regolamentate e affidabili: un buon primo passo per un trading più sereno!

La scelta di un portafoglio

Dopo aver scelto il tuo exchange, ad esempio Binance, avrai bisogno di creare un wallet di criptovalute su cui conservare e controllare i tuoi fondi. Considerato che in questo focus ci stiamo concentrando su XRP, ne deriva che avrai bisogno di creare un portafoglio XRP.

In primo luogo, rammenta che un wallet criptato è un luogo dove si memorizzano le chiavi private che rappresentano le tue monete, ed è l’equivalente di conservare il denaro in un conto bancario.

Ci sono diversi tipi di portafogli di criptovaluta che forniscono altrettanti modi per memorizzare e accedere alle tue valute digitali. I portafogli possono infatti essere suddivisi in tre categorie: a) wallet software, b) wallet hardware e c) wallet esterni.

La scelta di una delle tre alternative di cui sopra dipenderà da vari fattori, come ad esempio l’ammontare della criptovaluta che intendi acquistare o la frequenza delle transazioni.

La buona notizia è che… usando i broker CFD come eToro (qui il sito ufficiale) non avrai nemmeno bisogno di effettuare questo passaggio!

Ti ricordiamo infatti che fare trading di XRP attraverso i CFD sta a significare che non entrerai in diretto possesso della criptovaluta. Dunque, non solo non dovrai affrontare i relativi costi del possesso della criptovaluta, ma non affronterai nemmeno i rischi determinati dal suo furto o smarrimento!

Un’altra buona ragione in più per provare un broker CFD piuttosto che optare per un exchange: qui puoi aprire un conto demo su eToro per poter verificare con calma di cosa si tratta.

comprare ripple

L’acquisto

Arriviamo quindi all’ultima fase, che è quella dell’acquisto di criptovalute. Anche in questo caso vedremo prima come puoi fare attraverso la più complessa e costosa procedura degli exchange, per poi valutare le migliori caratteristiche dei broker.
Ora, potresti avere o meno un po’ di esperienza nel trading sul mercato azionario o sul mercato Forex, ma sappi che il mercato criptovalutario è qualcosa di completamente diverso.

Generalmente, la maggior parte dei trader consiglia di studiare i grafici delle criptovalute e usare l’analisi tecnica, prima di iniziare a fare trading o investire su XRP.
In ogni caso, si consiglia anche di non dare per scontato che le tue abilità ottenute facendo trading su altri mercati siano sufficienti per poter fare del buon trading di criptovalute, e che le tue strategie di investimento funzioneranno allo stesso modo nel mercato criptovalutario, se magari hanno già funzionato sul Forex o sulle azioni.

Chiarito ciò, in primo luogo accedi all’exchange che hai selezionato, e nel quale hai già registrato un conto e finanziato, come in precedenza spiegato.

Quindi, immaginando che il tuo exchange supporti solo lo scambio Bitcoin / Ripple ne deriva che dovrai effettuare una prima operazione di conversione della valuta fiat in Bitcoin, con conseguenti commissioni da sostenere.

Quindi, dovrai effettuare il passaggio successivo, ovvero quello di conversione di Bitcoin con Ripple. E, anche per questa operazione, non potrai che sopportare il pagamento di altre commissioni.

Nel fare queste operazioni, fai anche attenzione a fissare gli opportuni limiti di prezzo! Contrariamente a quanto avviene con i broker CFD, dove l’effettuazione delle operazioni è immediata, con gli exchange l’operazione non è effettuata in tempo reale, ma dovrai attendere secondi o minuti preziosi, nei quali il prezzo della criptovaluta potrebbe cambiare anche radicalmente.

Dunque, stabilisci sempre dei limiti di prezzo per evitare di pagare un prezzo più alto rispetto a quello che avresti voluto pagare.

Ricorda anche di fare attenzione a indicare correttamente quanto XRP si desidera acquistare. Spesso infatti gli exchange ragionano solo ed esclusivamente in termini di “unità” di criptovaluta, e dovrai dunque indicare non l’importo in euro che desideri investire in Ripple, bensì il numero di XRP che vorresti acquistare.

Infine, conferma l’operazione e attendi l’esecuzione. Una volta effettuata, dovrai scegliere dove riporre i tuoi XRP. Potrai lasciarli (opzione sconsigliata) nella piattaforma dell’exchange, oppure potrai inviare i tuoi Ripple al tuo wallet preferito.

Insomma, come hai avuto modo di vedere nelle righe che precedono, fare trading di XRP con gli exchange non è certo una passeggiata.

È anche per questo motivo che ti consigliamo di utilizzare i broker CFD. Usando un broker come Investous (che trovi qui, sul sito ufficiale), potrai infatti:

  1. non pagare alcuna commissione per l’acquisto o la vendita di Ripple, perché l’unica remunerazione in capo al broker è costituita dallo spread;
  2. poter trarre profitto sia nelle ipotesi di mercato rialzista che di mercato ribassista, perché la sola cosa che rileva è che tu sia in grado di prevedere correttamente l’evoluzione del prezzo di BTC;
  3. usare la leva finanziaria per poter moltiplicare i profitti potenziali che potrai ottenere dalle tue operazioni di investimento finanziario.

Se poi vuoi saperne ancora di più su come funziona, ti ricordiamo che abbiamo lungamente descritto il funzionamento dei broker migliori del web con queste nostre recensioni di Investous, eToro e IQ Option. Dacci un’occhiata!

Previsioni Ripple

Un crescente numero di società sta usando Ripple per poter effettuare pagamenti globali, registrando sul libro mastro di XRP i loro flussi di pagamento. Inoltre, Ripple ha annunciato partnership con importanti aziende e istituzioni come Santander, SBI Holdings, e il sistema di pagamento cinese LianLian. Le prospettive del settore finanziario per Ripple sembrano molto positive, con oltre 100 operatori finanziari, tra cui banche e fornitori di pagamenti, che beneficiano delle soluzioni basate su blockchain di Ripple.

Insomma, Ripple ha l’ambizioso obiettivo di sostituire il tradizionale sistema di pagamento SWIFT e diventare il processore di pagamento preferito dalle banche. Un obiettivo non facile da conseguire, ma niente vieta a Ripple di porsi come strumento parallelo all’utilizzo di SWIFT e altre reti.

comprare ripple

Quanto è veloce Ripple?

XRP è progettato per gestire 1500 transazioni al secondo. Con questi numeri, XRP ha un significativo vantaggio in termini di velocità rispetto ai suoi concorrenti di criptovaluta più vicini, come TRON, che attualmente gestisce 1000 transazioni al secondo e Bitcoin Cash con 60 transazioni al secondo. Ripple compete anche con le procedure di pagamento tradizionali che si trovano dietro a VISA (a 25000 transazioni al secondo). Pertanto, XRP è in grado di gestire trasferimenti bancari e transazioni finanziarie a velocità molto elevate.

Approfondisci: Comprare Criptovalute.

Conclusioni

Durante il trading o l’investimento in XRP o in qualsiasi altra criptovaluta, ti consigliamo di attenerti sempre alla tua strategia e rinunciare a cedere alla tentazione attaccarsi alle emozioni come l’avidità o la paura.

Meglio invece studiare attentamente una strategia, modellarla sulla base delle tue caratteristiche di investimento, del tuo profilo di rischio e di rendimento atteso, e utilizzarla come una vera e propria bussola che possa guidarti nei tempi più bui e più difficili.

Naturalmente, questo non significa che tu non debba sottoporre a periodiche revisioni questa strategia. Tuttavia, evita di allontanarti da essa solamente perché hai qualche “intuizione” emotiva. Il cambio di strategia dovrà invece essere assunto in momento in cui puoi ragionare a “freddo”, evitando di cadere vittima delle sensibilità di cui sopra abbiamo brevemente fatto un commento.

Chiarito ciò, concludiamo ancora una volta con l’invito ad allenarti a lungo attraverso l’uso di un conto demo, che puoi aprire gratuitamente presso uno dei migliori broker in circolazione, come quelli che sopra abbiamo avuto il piacere di segnalarti.

Ricorri al conto demo ogni qual volta hai intenzione di mettere alla prova la tua strategia in condizioni di mercato reali, ma senza rischi. Sarà la giusta opportunità per poter comprendere se le tue idee siano o meno sostenibili, o se necessitano di qualche aggiustatina che potrà certamente evitarti di andare incontro a gravi perdite economiche per un trading errato!

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Ricevi aggiornamenti sui nuovi articoli in tempo reale, iscriviti gratuitamente adesso

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.